SIMPOSIO EXALUMNOS XVI “SCHÜLERKREIS RATZINGER” BENEDICTO

BenedictoXVI

Simposio exalumnos XVI “Schülerkreis Ratzinger” Benedicto

Questo è ciò che Benedicto XVI alunni discutono della sua prossima riunione

Gli ex studenti di teologia di Papa emerito Benedicto XVI si incontreranno a Roma dal 1 al 3 settembre nella sua consueta riunione annuale.

Il ” Ratzinger Schülerkreis ” è un gruppo di studenti che hanno studiato sotto la guida di Benedicto XVI e si riunisce una volta l’anno dal 1978. Il prossimo simposio intitolato: “Sulla persecuzione dei cristiani e il martirio”.

Padre Stephan Horn , coordinatore del “Ratzinger Schülerkreis” e ex professore vice Joseph Ratzinger a Ratisbona, ha detto CNA in inglese -Agency ACI gruppo che la questione “ha incontrato il consenso della maggioranza dei membri, e Benedetto XVI ha accettato e subito ha suggerito i presentatori del simposio”.

I due presentatori sono mons. Helmut Moll e il vescovo di Linz (Austria), Mons. Manfred Scheuer . Entrambi hanno studiato il martirio dei cristiani, con particolare attenzione ai martiri del XX secolo.

Mons. Moll, oltre ad essere un membro del “Ratzinger Schülerkreis” è anche curatore di “Martyrologium” tedesco, un libro pubblicato dalla Conferenza episcopale tedesca dedicata ai martiri del XX secolo.

Mons. Scheuer è il postulatore della causa di beatificazione di Franz Jägerstätter, una cattolica austriaca che ha rifiutato di collaborare con i nazisti, e fu condannato a morte e decapitati il ​​9 agosto 1943.

L’incontro si concentrerà sul significato del martirio nel ventesimo secolo, un problema particolarmente importante per Papa Francesco, il quale ha sottolineato tutto il suo pontificato che “ci sono più martiri oggi che nei primi secoli del cristianesimo.”

Padre Horn ha notato che uno dei motivi per il martirio dei cristiani è in aumento la secolarizzazione, qualcosa di Papa Benedicto XVI osservato negli anni successivi al Concilio Vaticano II.

“Per il Papa emerito, la sofferenza della Chiesa viene da questo secolarizzazione”, ha detto P. Horn”.

Ma la secolarizzazione può conquistare “con una rinnovata testimonianza di fede, perché quando i cristiani sono più uniti e lavorare insieme per l’unità, la secolarizzazione può essere sconfitto”.

Egli ha aggiunto che Benedicto XVI “unità” è fondamentale, perché “il martirio non colpisce solo i cattolici, ma tutti i gruppi cristiani”.

Oltre ai due presentatori scelti per il simposio, vescovo copto di Assiut (Egitto), Anba Kyrillos William Samaan, offrire testimonianza circa l’esperienza del martirio in Medio Oriente.

Padre Horn ha detto che il papa non emerito partecipare a tempo pieno al simposio, ma ricevono una piccola delegazione di partecipanti.

Benedicto XVI non ha pienamente partecipato a questa riunione prima le sue dimissioni nel 2013.

Gli incontri sono iniziati nel 1978, quando Joseph Ratzinger è stato nominato arcivescovo di Monaco e accettato la richiesta dei suoi studenti ad unirsi a lui una volta l’anno per discutere di questioni specifiche.

Incontri “Schülerkreis”, ha continuato anche dopo che il cardinale Ratzinger è stato nominato prefetto della Congregazione per la dottrina della fede e si trasferisce a Roma nel 1981. Nel 2005, quando è stato eletto Papa, ha continuato questa tradizione.

Tradotto e adattato da Bárbara Bustamante. Originariamente pubblicato in CNA.

By Andrea Gagliarducci

Emerito Papa Benedicto XVI / credito: L’Osservatore Romano

ROMA 31 Aug. 17 / (ACI) .-

tratto da Ecclesiae 75 digital on line

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...