LE INCREDIBILI RELIQUIE DA SANT’ELENA IN TERRA SANTA

All’inizio del IV secolo sant’Elena di Costantinopoli, madre dell’imperatore Costantino, ha intrapreso un viaggio per recuperare quante più reliquie della vita di Gesù fosse possibile rinvenire. Clicca qui per aprire la galleria fotografica Dopo l’editto di Milano (313), l’interesse per il cristianesimo si era considerevolmente sviluppato in seno all’impero romano. Sant’Elena, madre dell’imperatore Costantino, era di quelli che desideravano saperne di più. Decise allora di recarsi alle fonti della fede cristiana, con un pellegrinaggio in Terra Santa finanziato dal figlio. Giunta che fu sul posto, chiese aiuto ai cristiani autoctoni per ritrovare diverse reliquie associate a Gesù Cristo. Tre croci Secondo … Continua a leggere LE INCREDIBILI RELIQUIE DA SANT’ELENA IN TERRA SANTA

MEMORIA DEI SANTI GIOACCHINO E ANNA.IL PAPA : I “NONNI” DI GESU’ ESEMPIO DI UNITA’ E AMORE FRA LE GENERAZIONI. LUGLIO 2009

Sono i genitori della Vergine, Gioacchino e Anna, i Santi che oggi la Chiesa universale ricorda e celebra. Negli anni scorsi, in occasione di questa ricorrenza o di alcune udienze dedicate al tema della famiglia, Benedetto XVI si è soffermato volentieri a considerare l’“altro” ruolo rivestito da Gioacchino e Anna: quello di “nonni” di Gesù.   Un tema al quale il Papa ha sempre unito la riflessione sul modo in cui le famiglie contemporanee vivono la presenza dei nonni all’interno del proprio nucleo. Il servizio di Alessandro De Carolis: La domanda non sarà originale, ma anche al cristiano più distratto sarà … Continua a leggere MEMORIA DEI SANTI GIOACCHINO E ANNA.IL PAPA : I “NONNI” DI GESU’ ESEMPIO DI UNITA’ E AMORE FRA LE GENERAZIONI. LUGLIO 2009

MACCHIE DI SANGUE FALSE SULLA SINDONE? UNA RICERCA FLOP !

L’esperto sindonologo Bruno Barberis smentisce lo studio di Borrini e Garlaschelli Solo alcune macchie di sangue sarebbero compatibili con la posizione di un uomo crocifisso; il resto – almeno la metà – sarebbero false. È il risultato di una nuova ricerca sulla Sindone di Torino. In pratica, molte macchie non troverebbero giustificazione in nessuna posizione del corpo, né sulla croce né nel sepolcro. A indicarlo sono i dati pubblicati sul Journal of Forensic Sciences e basati su un esperimento che, con le tecniche di medicina forense, ha ricostruito la formazione delle macchie. Condotto da Matteo Borrini, dell’università di Liverpool, e Luigi Garlaschelli, del Cicap (Comitato italiano … Continua a leggere MACCHIE DI SANGUE FALSE SULLA SINDONE? UNA RICERCA FLOP !

LO STRANO SIMBOLISMO DEL SACRO CUORE

Cosa significano le fiamme, la luce, le frecce e la corona? Il Sacro Cuore è tra le immagini devozionali cattoliche più familiari e toccanti, ma il suo simbolismo può anche essere strano. In questo mese abbiamo celebrato la festa Sacro Cuore, e allora ecco una spiegazione di alcuni dei suoi elementi. Le fiamme. Il Sacro Cuore riporta alla mente la Passione di Cristo sulla croce. Figurano la corona di spine, la croce, in genere sopra al cuore, e la ferita della lancia che ha perforato il fianco di Gesù. Ma perché il Sacro Cuore viene sempre mostrato come se fosse … Continua a leggere LO STRANO SIMBOLISMO DEL SACRO CUORE

AVETE MAI RECITATO LA VIA DELL’EUCARESTIA?

Simile alla Via Crucis, questo devozionale sottolinea i passi delle Scritture che si riferiscono al Santissimo Sacramento I Francescani sono noti per aver introdotto la Via Crucis nelle chiese di tutto il mondo. È una devozione popolare basata sugli eventi che circondarono la Passione e la morte di Gesù. Negli ultimi anni sono state introdotte altre “vie” devozionali, inclusa una nota come “Via dell’Eucaristia”. Questa devozione è simile alla Via Crucis tradizionale per il fatto di avere 12 “stazioni” basate su vari passi della Scrittura. In questo contesto, i passi derivano sia dall’Antico che dal Nuovo Testamento e si concentrano … Continua a leggere AVETE MAI RECITATO LA VIA DELL’EUCARESTIA?

ECCO LE PROVE STORICHE DI FONTI NON CRISTIANE DEL FATTO CHE GESU’ HA VISSUTO ED E’ MORTO.

Chiedete a un cristiano quali prove scritte possiede del fatto che Gesù sia una figura storica e probabilmente indicherà solo la Bibbia. Le Lettere di San Paolo, scritte 25 anni dopo la morte di Gesù, e i Vangeli del Nuovo Testamento, il primo dei quali scritto circa 70 anni dopo che erano accaduti i fatti che descrive, si basano su testimonianze oculari di chi era vivo quando Gesù era ancora su questa Terra. Se gli scritti cristiani che indicano l’esistenza di Gesù sono accettati dalla maggior parte degli storici, c’è anche una serie di prove non cristiane del fatto che … Continua a leggere ECCO LE PROVE STORICHE DI FONTI NON CRISTIANE DEL FATTO CHE GESU’ HA VISSUTO ED E’ MORTO.

I CINQUE DOLORI DI SAN GIUSEPPE

Orante, paziente, silenzioso: San Giuseppe, il santo del silenzio L’onore più grande di San Giuseppe è che Dio gli ha affidato i suoi due tesori più preziosi: Gesù e Maria. San Matteo ci dice che era discendente della famiglia di Davide, e una tradizione molto antica afferma che è morto un 19 marzo. Di San Giuseppe conosciamo solo i dati storici che Matteo e Luca ci riferiscono nei loro Vangeli, parlandoci soprattutto dei suoi sogni e delle sue sofferenze. Sogni Come i profeti dell’Antico Testamento, San Giuseppe è stato esortato in sogno a fare la volontà di Dio per compiere … Continua a leggere I CINQUE DOLORI DI SAN GIUSEPPE