PERCHE’ IN ALCUNE CHIESE IL TABERNACOLO E’COPERTO DA UN VELO?

  Il velo che copre alcuni tabernacoli ha un nome specifico e un significato molto speciale In alcune chiese possiamo vedere un velo, o una piccola tenda, che copre la porta del tabernacolo. Questo velo, chiamato conopeo, è intimamente collegato alla lampada del Santissimo Sacramento. Entrambi fanno parte degli ornamenti liturgici e dei simboli utilizzati dalla Chiesa cattolica per sottolineare la dignità del luogo in cui si conservano le specie eucaristiche, nelle quali Nostro Signore Gesù Cristo è presente in Corpo, Sangue, Anima e Divinità. Il conopeo ha accompagnato l’evoluzione della forma del tabernacolo nel corso dei secoli. Agli inizi … Continua a leggere PERCHE’ IN ALCUNE CHIESE IL TABERNACOLO E’COPERTO DA UN VELO?

800 ANNI A SALVARE VITE E TUTTO E’ INIZIATO CON UN UOMO : SAN PIETRO NOLASCO

Fondati nel 1218, i Mercedari riscattavano la vita dei cristiani prigionieri. Oggi lavorano con chi è soggetto alle “forme moderne di schiavitù” Pietro Nolasco era noto per il fatto di avere come virtù principale l’amore per il prossimo. Si diceva che la gente se ne fosse accorta già quando era bambino, perché mentre era in culla uno sciame di api si posò su di lui e formò un favo sulla sua mano destra. Non venne mai punto. Pietro nacque a Castelnaudary (nel sud della Francia) nel 1189 in una famiglia agiata. I suoi genitori morirono quando era molto giovane, lasciandogli una sostanziosa eredità. … Continua a leggere 800 ANNI A SALVARE VITE E TUTTO E’ INIZIATO CON UN UOMO : SAN PIETRO NOLASCO

SILVIA , UNA DONNA MADRE DI UN PAPA

Essere madre di un santo, per di più Papa, e per di più ancora un tale Papa quale fu S. Gregorio Magno, non è cosa che si possa lasciare sotto silenzio. Dalla santità dei figli si tende a risalire a quella dei genitori: all’alba della santità v’è quasi sempre la figura di una madre o di un padre (S. Agostino, S. Giovanni Bosco, S. Teresa di Gesù Bambino…). La Provvidenza Divina ha stabilito che la trasmissione della Fede, dono gratuito di Dio, avvenga attraverso l’azione dei genitori con i loro insegnamenti e con i loro esempi.   S. Silvia è … Continua a leggere SILVIA , UNA DONNA MADRE DI UN PAPA

BENEDETTO XVI : IL CRISTIANESIMO NON E’ UN INSIEME DI COMANDAMENTI E DIVIETI .

Nella prima intervista da lui concessa dall’inizio del pontificato agosto 2015 tratto da zenit CASTEL GANDOLFO, martedì, 16 agosto 2005 (ZENIT.org).- Pubblichiamo di seguito il testo integrale della prima intervista rilasciata da Papa Benedetto XVI dall’inizio del suo pontificato e raccolta nel Palazzo Apostolico di Castel Gandolfo dal responsabile del programma tedesco della “Radio Vaticana”, il padre gesuita Eberhard von Gemmingen. Nel corso dell’intervista, andata in onda la scorsa domenica, Bendetto XVI sottolinea la necessità di sfatare l’idea comune secondo la quale il cristianesimo consiste in “un’immensità di comandamenti, divieti”, e afferma al contrario “che essere sostenuti da un grande … Continua a leggere BENEDETTO XVI : IL CRISTIANESIMO NON E’ UN INSIEME DI COMANDAMENTI E DIVIETI .

LO DICE IL PAPA TEOLOGO : LA PROVA DI DIO E’ LA BELLEZZA

La bellezza dell’arte e della musica. Le meraviglie della santità. Lo splendore del creato. Così Benedetto XVI difende la verità del cristianesimo, in un botta e risposta con i preti di Bressanone ROMA, 11 agosto 2008 – Come ogni estate anche quest’anno Benedetto XVI ha incontrato i sacerdoti della regione nella quale si è recato in vacanza. Per un libero colloquio a domanda e risposta. L’incontro è avvenuto la mattina di mercoledì 6 agosto nella cattedrale di Bressanone, ai piedi delle Alpi, a pochi chilometri dal confine con l’Austria. Il papa ha risposto a sei domande, parlando in parte in … Continua a leggere LO DICE IL PAPA TEOLOGO : LA PROVA DI DIO E’ LA BELLEZZA