L’INTERVISTA A BUX: I 50 anni della nuova Messa, speranza che si è fatta crisi

Dalla speranza alla Pachamama: interroghiamoci». Il 30 novembre di 50 anni fa entrava in vigore la nuova Messa di Paolo VI. Il bilancio in chiaroscuro di don Nicola Bux: «Paolo VI voleva avvicinare l’uomo a Dio, ma vide con dolore che la Riforma tradiva il Concilio. Il fumo di Satana era per le deformazioni della Messa mentre fautori come Bouyer e i gesuiti ammisero che era ormai “malleabile” come il caucciù. La svolta con Ratzinger: capì che la crisi della Chiesa era prima una crisi liturgica». Che fare? «Tornare al diritto di Dio di essere adorato. E seguire il Summorum Pontificum: la Messa antica contagerà le Messe di oggi». 50 anni fa oggi entrava in vigore il nuovo messale promulgato da Papa … Continua a leggere L’INTERVISTA A BUX: I 50 anni della nuova Messa, speranza che si è fatta crisi

CINQUANT’ANNI FA L’ANGELUS DI PAOLO VI PER LA MISSIONE DELL’UOMO SULLA LUNA

Il 21 luglio 1969, l’astronauta americano Neil Armstrong diventava il primo uomo a camminare sulla luna. Negli Angelus del 13 e del 20 luglio, Paolo VI parla dell’impresa ormai prossima, esaltando lo storico traguardo ma senza dimenticare i drammi che continuano a sconvolgere la terra Cinquant’anni fa, il 13 luglio 1969, Paolo VI dedicava l’Angelus domenicale alla missione degli astronauti americani sulla luna. Partiti il 16 luglio con l’Apollo 11 dal Kennedy Space Center, la navicella spaziale effettua l’allunaggio dopo quasi 5 giorni di viaggio: Neil Armstrong è il primo uomo a mettere piede sulla luna. In Italia erano le 4.57 del … Continua a leggere CINQUANT’ANNI FA L’ANGELUS DI PAOLO VI PER LA MISSIONE DELL’UOMO SULLA LUNA

QUEI NOVE FRAMMENTI OSSEI CHE PAPA MONITINI VOLLE ACCANTO A SE’

il Patriarca di Costantinopoli Bartolomeo, successore dell’apostolo Andrea, è legato inscindibilmente alla memoria di san Paolo VI. Era stato lui il 26 giugno 1968, due giorni prima di concludere solennemente l’Anno della fede, ad annunciare a sorpresa il ritrovamento delle reliquie attribuite a Pietro durante l’udienza generale del mercoledì.Era stato Pio XII, nel giugno 1939, subito dopo la sua elezione, a ordinare l’inizio degli scavi sotto la basilica di san Pietro, affidandone la direzione a monsignor Ludwig Kaas. Le ricerche erano durate dieci anni e avevano portato alla scoperta della sepoltura dell’apostolo, ma non delle sue reliquie. Nel radiomessaggio natalizio … Continua a leggere QUEI NOVE FRAMMENTI OSSEI CHE PAPA MONITINI VOLLE ACCANTO A SE’

NE NATO NE MORTO IL 29 MAGGIO COME MAI PAOLO VI SI FESTEGGIA IN QUESTO GIORNO?

Il suo caso è un caso “raro”. E riguarda il sacerdozio… La regola generale è quella di festeggiare ogni Santo il giorno della sua morte che per la Chiesa coincide con il dies natalis, il giorno della nascita al cielo. Per San Paolo VI anziché quella del 6 agosto, festa della Trasfigurazione e giorno della sua morte, è stata scelta la data del 29 maggio, cioè il giorno della sua ordinazione presbiterale, avvenuta nel 1920. La santità Paolo VI è consistita nel vivere in massimo grado «la sua vocazione come sacerdote, vescovo e Sommo Pontefice», come scrive il prefetto della Congregazione per il … Continua a leggere NE NATO NE MORTO IL 29 MAGGIO COME MAI PAOLO VI SI FESTEGGIA IN QUESTO GIORNO?

LA TUA FEDE VACILLA ? LEGGI LA PREGHIERA DI PAOLO VI PER AVERE CONFORTO .

Montini, proclamato santo , riusciva a vivere con gioia il suo rapporto con il Signore anche nei tanti momenti drammatici vissuti La bellezza della fede e della spiritualità di Paolo VI, proclamato santo da Papa Francesco il 14 ottobre, risiede in una caratteristica tutta sua: quella di cercare e trovare la gioia anche nei momenti di forte tribolazione e difficoltà attraversati durante il pontificato. Le due parole preferite Una forza non indifferente, dato che lui stesso aveva parlato di “fumo di Satana” nella Chiesa, denunciando ostacoli e cattiverie che provavano a scalfire il suo pontificato. Una forza che si evince dalle sue uscite pubbliche … Continua a leggere LA TUA FEDE VACILLA ? LEGGI LA PREGHIERA DI PAOLO VI PER AVERE CONFORTO .

COSTRUIRE LA PACE SOTTO IL SORRISO DI ROMERO E PAOLO VI

La Comunità di Sant’Egidio a Bologna inaugura la sua tre giorni con la benedizione di tre santi: Wojtyla, Montini, Romero Proprio oggi mentre a Piazza San Pietro verranno canonizzati papa Paolo VI e monsignor Oscar Romero, a Bologna la Comunità di Sant’Egidio sull’onda di quelle esperienze profetiche prova a continuare la strada della costruzione di “ponti di Pace”. La Comunità con Romero ha un legame strettissimo, monsignor Vincenzo Paglia ne è il postulatore, e la Comunità per anni ha pregato per questo riconoscimento, così per far conoscere in Italia la figura di questo santo vescovo del popolo, a sua volta legato a Paolo VI. … Continua a leggere COSTRUIRE LA PACE SOTTO IL SORRISO DI ROMERO E PAOLO VI

QUANTE DIFFICOLTA’ HA AVUTO PAPA MONTINI PER DIVENTARE SACERDOTE !

Il futuro Paolo VI era tormentato da gravi problemi di salute sin da ragazzino, ma ebbe la forza e l’ostinazione di finire gli studi Da sacerdote a Papa, poi beato e infine santo. Ne ha fatto di strada Papa Paolo VI, al secolo Giovanni Battista Montini, che domenica 14 ottobre, sarà canonizzato in piazza San Pietro. Un percorso, il suo, lungo, articolato, complicato da tanti ostacoli. Eppure quelli più insidiosi non li ha incrociati nel pieno della carriera o nel processo di canonizzazione. Le maggiori difficoltà Montini le ha incontrate… per diventare prete! In “Paolo VI” (edizioni Ares) Anna Maria Sicari spiega come il futuro Papa … Continua a leggere QUANTE DIFFICOLTA’ HA AVUTO PAPA MONTINI PER DIVENTARE SACERDOTE !