PONTIFICALE PER SANT’AGOSTINO «L’amore per la persona di Dio che vince ogni apostasia»

«Come sant’Agostino dobbiamo anche noi impegnare tutto il nostro tempo, le nostre energie e le nostre capacità per conoscere Dio e amarLo. Il vero povero è chi manca di Dio!» (…) «Il mondo odierno ci propone ideologie che calpestano il Vangelo. Anche all’interno della Chiesa ci sono pastori che si lasciano sviare» (…) L’omelia integrale del cardinale Robert Sarah a Pavia nel giorno di Sant’Agostino. Di seguito la trascrizione integrale dell’omelia tenuta dal card. Robert Sarah, Prefetto della Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti, in occasione del Solenne Pontificale per la Festa di Sant’Agostino, 28 agosto 2019, presso la Basilica di San Pietro in Ciel … Continua a leggere PONTIFICALE PER SANT’AGOSTINO «L’amore per la persona di Dio che vince ogni apostasia»

IN MORTE DI SILVESTRINI, REGISTA DEL GRUPPO DI SAN GALLO

Ieri mattina è morto all’età di 95 anni il cardinale Achille Silvestrini. Grande amico di Prodi, era considerato una sorta di padre spirituale del centrosinistra italiano. Pare che spinse per la scomunica di Lefebvre, contro il parere di Ratzinger. Assieme agli altri membri del “gruppo di San Gallo” cercò, nel 2005, di stoppare l’elezione di Benedetto XVI e nel 2013 accolse con favore quella di Bergoglio. Se n’è andato proprio nel giorno in cui il suo ‘figlioccio’, Giuseppe Conte, si apprestava a ricevere l’incarico di formare un nuovo governo, retto da una maggioranza – probabilmente – più gradita a quel … Continua a leggere IN MORTE DI SILVESTRINI, REGISTA DEL GRUPPO DI SAN GALLO

CHI ERA VERAMENTE IL CARDINALE SILVESTRINI

Marco Tosatti Cari amici e nemici di Stilum Curiae, Super Ex (Ex di Avvenire, Ex di Movimento per la Vita, Ex di altre sigle e bandiere attonite, ma NON ex cattolico, ci ha regalato un ricordo sulla carriera, le amicizie e le propensioni politiche del defunto cardinale Achille Silvestrini, il portabandiera della sinistra tout court in Vaticano, grande diffusore di giornalisti di sinistra (alterni vicibus…)nel mondo dell’informazione, e legati alla consorteria dei diplomatici vaticani, la vera sola “carriera” presente in quel mondo, e stranamente coccolata dal Pontefice regnante. Credo che nello straboccare di coccodrilli agiografici una visione lucida come quella … Continua a leggere CHI ERA VERAMENTE IL CARDINALE SILVESTRINI

NEL SUD ITALIA IL PRIMO NONASTERO AGOSTINIANO

Viene benedetto domani a Rossano, in Calabria, il Monastero Sant’Agostino. È la prima comunità monastica femminile italiana ad essere intitolata al vescovo di Ippona Sulla montagna e con il mare a far da sfondo all’orizzonte. Si trova qui, nella Piana Vernile di Rossano, in Calabria, il primo monastero di clausura femminile agostiniano del sud Italia, e anche il primo, nella Penisola, ad essere dedicato a Sant’Agostino. Non a caso viene benedetto domani, 28 agosto, memoria liturgica del grande padre della Chiesa, con una celebrazione presieduta, alle 17.30, dall’arcivescovo di Rossano-Cariati, monsignor Giuseppe Satriano. Quattro le religiose della piccola comunità nata … Continua a leggere NEL SUD ITALIA IL PRIMO NONASTERO AGOSTINIANO

RIDATE SLANCIO ALLA VOSTRA GIORNATA CON QUESTA PREGHIERA A NOSTRA SIGNORA DI CZESTOCHOWA

La “Madonna Nera” della Polonia può aiutarvi a rimanere fedeli a Dio anche nelle tempeste della vita Per le persone di origini polacche in tutto il mondo, Nostra Signora di Czestochowa è una fonte costante di ispirazione. La Vergine è stata una roccia potente che ha aiutato innumerevoli persone a rimanere radicate in Gesù Cristo in mezzo alle tempeste più violente.Questa immagine particolare della Vergine Maria rivela una madre che è stata sfregiata ma è ancora fedele ai suoi doveri. Non dimentica mai i suoi figli spirituali, e guarda a loro con compassione. Nostra Signora di Czestochowa è una donna … Continua a leggere RIDATE SLANCIO ALLA VOSTRA GIORNATA CON QUESTA PREGHIERA A NOSTRA SIGNORA DI CZESTOCHOWA

Perché Bergoglio non va in Argentina. E quelle voci così poco agiografiche in una cupa Buenos Aires

Che cosa si pensa in Argentina di Jorge Mario Bergoglio? E perché il papa non è ancora andato a visitare la sua patria? “Le due questioni sono strettamente collegate”, mi ha detto tempo fa un amico argentino, e la sua riposta mi è tornata alla mente leggendo il reportage da Buenos Aires di George Neumayr per The American Spectator. Dal quale emerge un quadro ben diverso da quelli agiografici. Arrivato in una fredda capitale (resa ancora più triste dal crollo del peso argentino e della borsa in seguito alla pesante sconfitta nelle primarie presidenziali del presidente in carica, il liberale Mauricio Macri, a … Continua a leggere Perché Bergoglio non va in Argentina. E quelle voci così poco agiografiche in una cupa Buenos Aires

LUCIANI : il papa moderno, che non cedette alla mondanità

Nei suoi 33 giorni di pontificato, Giovanni Paolo I riuscì a conquistarsi la benevolenza del mondo senza cedere alla mondanità, riaffermando scomodamente la dottrina in tempi ancora contaminati dal lungo strascico del Sessantotto. Capì per primo la necessità di “una grande sfida dei nostri tempi”, ovvero l’”evangelizzazione piena di tutti i battezzati” e comprese il rischio dell’alienazione dell’uomo moderno. La fede non basta nel cuore, bisogna che venga fuori pure sulle labbra..io sono cristiano e non mi vergogno, non vado a nasconderlo..perché è un onore”. Con queste parole, durante una delle sue poche ma indimenticabili Udienze generali, Giovanni Paolo I catechizzava con dolcezza … Continua a leggere LUCIANI : il papa moderno, che non cedette alla mondanità