QUALE SANTA E’ RAPPRESENTATA CON UNA TORRE ?

Come identificare un santo che s’incontra in una nicchia per strada, in un museo, in una chiesa, sotto forma di statua o di dipinto? Aleteia vi offre delle chiavi per riconoscere i simboli di ogni personaggio e diventare imbattibili nel campo. Oggi santa Barbara. Santa Barbara è generalmente rappresentata incoronata e con una torre a trifora che ricorda l’imprigionamento che subì da parte del padre. In Germania la si trova talvolta con una pisside sormontata da un’ostia, perché è la garante della buona morte per i suoi protetti. Ella è pure, talvolta, accompagnata da un pavone o da una piuma … Continua a leggere QUALE SANTA E’ RAPPRESENTATA CON UNA TORRE ?

MARTEDÌ 27 NOVEMBRE Medaglietta Miracolosa di Rue du Bac Memoria delle rivelazioni fatte a santa Caterina Labouré

a giugno a dicembre del 1830 Suor Caterina Labouré, giovane novizia delle Figlie della Carità, riceve l’immensa grazia di intrattenersi per ben tre volte con la Vergine Maria (Cappella sita al 140, Rue du Bac a Parigi). Il 18 Giugno 1830, alle 23,30, Caterina si sente chiamare per nome; un misterioso bambino è ai piedi del letto e la invita ad alzarsi: “La Santa Vergine ti attende” le dice. Caterina si veste e segue il bambino che diffonde raggi di luce dappertutto dove passa. Arrivati nella cappella, Caterina si ferma dalla parte della sedia del sacerdote, situata nel coro. Ode allora “come il … Continua a leggere MARTEDÌ 27 NOVEMBRE Medaglietta Miracolosa di Rue du Bac Memoria delle rivelazioni fatte a santa Caterina Labouré

COSA HANNO DETTO LE INDAGINI MEDICHE SUL CORPO INCORROTTO DI SANTA RITA DA CASCIA ?

Tra gli esiti delle ricognizioni, una malattia ossea e l’aroma particolare che continua ad emanare Clicca qui per aprire la galleria fotografica Ogni giorno una lunga processione di fedeli si ferma davanti alla tomba di una delle sante più invocate nei casi più difficili: Santa Rita da Cascia. Il corpo di Santa Rita, dal 18 maggio 1947, riposa nella Basilica di Cascia, dentro l’urna d’argento e cristallo realizzata nel 1930, ed è rivestito dall’abito agostiniano cucito dalle monache del monastero, come voluto dalla badessa Maria Teresa Fasce. La stigmata si rimargina Sul corpo della santa – a cui sarebbero ricondotte numerose guarigioni straordinarie – sono … Continua a leggere COSA HANNO DETTO LE INDAGINI MEDICHE SUL CORPO INCORROTTO DI SANTA RITA DA CASCIA ?

L’ANTICA PREGHIERA A SAN GIUSEPPE CHE NON HA MAI FALLITO

Se recitata con fede e per un particolare beneficio spirituale Anche se San Giuseppe nella Scrittura non dice una parola, il suo silenzio, esempio di fedeltà obbediente e cura diligente della Sacra Famiglia durante gli anni formativi di Gesù, lo ha reso uno dei santi più amati della cristianità. La devozione al padre putativo di Gesù viene in genere fatta risalire al III o IV secolo, ma secondo il libro di preghiere Pieta c’è una preghiera a San Giuseppe che risale all’anno 50. Questa preghiera venne ritrovata nel 50° anno di nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo. Nel 1505 venne … Continua a leggere L’ANTICA PREGHIERA A SAN GIUSEPPE CHE NON HA MAI FALLITO

I SANTI TI DICONO COM’E’ DAVVERO IL PURGATORIO

Più doloroso di qualsiasi cosa sulla Terra, ma più pacifico di qualsiasi altro luogo tranne il Paradiso Nel suo insegnamento ufficiale la Chiesa non dice molto su come sia davvero il Purgatorio, ma possiamo trarre grandi insegnamenti dagli scritti di santi e teologi. 1- È un luogo di sofferenza e gioia intense. Santa Caterina da Genova, che si dice abbia sofferto il dolore del Purgatorio sulla Terra, ha affermato che “in Purgatorio c’è tanto dolore quanto all’Inferno” (Trattato sul Purgatorio). Come i dannati, le anime lì soffrono la fame per il Dio che non vedono ancora – come un uomo affamato desidera … Continua a leggere I SANTI TI DICONO COM’E’ DAVVERO IL PURGATORIO

BENEDETTO XVI (ANGELUS 1/11/2005 ) L’ECARESTIA UNISCE SANTI E PELLEGRINI , VIVI E DEFUNTI

La Santità  è una vita nuova donata con il battesimo, che non è soggetta alla corruzione e al potere della morte . Nella sollennità di tutti i Santi, Benedetto XVI ricorda che la comunione dei Santi  è l’unità profonda  fra coloro che vedono Dio così come egli è  e coloro che sono pellegrini nel mondo . L’eucarestia , ha detto il Papa, è il momento in cui si è realmente uniti, vivi e defunti, santi e pellegrini . Ecco le parole del Papa nell’introdurre la preghiera mariana: Cari fratelli e sorelle! Celebriamo oggi la solennità di Tutti i Santi, che … Continua a leggere BENEDETTO XVI (ANGELUS 1/11/2005 ) L’ECARESTIA UNISCE SANTI E PELLEGRINI , VIVI E DEFUNTI

COSA VOL DIRE CHE I SANTI “INTERCEDONO” PER NOI?

Mi rivolgo a voi per avere una risposta completa, esaustiva e «convincente». Cosa vuol dire che i santi «intercedono» per noi? So che Dio ascolta tutti e perché un santo può ottenere quello che io non posso ottenere? So che «tutta la chiesa» pregava per San Pietro quando era in prigione e fu liberato. Ricordo che quando ero bambino mi spiegavano che i santi, essendo più «buoni» di me – mi diceva la mamma -, erano maggiormente ascoltati e il Signore esaudiva le loro preghiere. Lo chiedo per essere maggiormente «rafforzato» perchè, pur non capendo appieno il loro ruolo, continuamente prego … Continua a leggere COSA VOL DIRE CHE I SANTI “INTERCEDONO” PER NOI?