RITROVATO INTATTO, IL CORPO DI SANTA CECILIA E’ STATO FISSATO NEL MARMO

Sotto l’altare della chiesa di Santa Cecilia in Trastevere (Roma), una delicata scultura della giovane martire Cecilia costituisce il capolavoro di Stefano Maderno. Clicca qui per aprire la galleria fotografica Celebrata dalla Chiesa Cattolica il 22 novembre, santa Cecilia ha conosciuto un destino cruento. Condannata a morte nel 320 per via del rifiuto di sacrificare agli idoli pagani e per il culto riservato ai cristiani defunti, subì atroci supplizi prima di essere infine sgozzata. Un corpo perfettamente conservato Ritrovata nell’821 nelle catacombe romane di San Callisto, le sue spoglie furono trasferite a Trastevere, dove per accoglierle fu eretta una basilica. … Continua a leggere RITROVATO INTATTO, IL CORPO DI SANTA CECILIA E’ STATO FISSATO NEL MARMO

SANT’ IRENEO DA LIONE PRESTO DOTTORE DELLA CHIESA?

La Conferenza episcopale degli Usa, su richiesta del cardinal Barbarin, ha dato il suo supporto alla proclamazione di sant’Ireneo a dottore della Chiesa. La sua dottrina è una luce sull’importanza della Tradizione e successione apostolica. Fu lui a parlare di Maria come nuova Eva e «avvocata», mostrando – come disse Benedetto XVI – «l’interna coerenza di tutta la fede». «… nel nome di Cristo è sottinteso colui che ha unto, colui che è stato unto e l’unzione stessa di cui è stato unto: colui che ha unto è il Padre, colui che è stato unto è il Figlio, ed è … Continua a leggere SANT’ IRENEO DA LIONE PRESTO DOTTORE DELLA CHIESA?

RICONOSCIUTO IL MIRACOLO PER INTERCESSIONE DI CARLO ACUTIS : GUARITO UN BAMBINO BRASILIANO

Il via libera della Consulta medica della Congregazione delle Cause dei santi. Si aprono le porte per la sua beatificazione Carlo Acutis era un ragazzo normalissimo che viveva le passioni e i sogni di qualsiasi adolescente. Quale era la sua forza? Gesù. Carlo Acutis viveva semplicemente amando il Signore. Il giovane ragazzo, che viveva in provincia di Milano, morto a soli 15 anni a causa di una leucemia fulminante, è stato dichiarato venerabile da Papa Francesco lo scorso luglio 2018. La sua corsa verso gli altari ha subito una decisiva accelerazione il 14 novembre 2019. La Consulta medica della Congregazione delle Cause dei … Continua a leggere RICONOSCIUTO IL MIRACOLO PER INTERCESSIONE DI CARLO ACUTIS : GUARITO UN BAMBINO BRASILIANO

1° NOVEMBRE : TUTTI I SANTI

giorno di tutti i Santi, noto popolarmente anche come Ognissanti, è una festa cristiana che celebra insieme la gloria e l’onore di tutti i santi, ivi comprendendo anche quelli non canonizzati. Nel calendario liturgico della Chiesa cattolica e della Chiesa Ortodossa, è chiamata Solennità di Ognissanti oppure Solennità di tutti i Santi. La solennità del calendario liturgico romano (in latino: Sollemnitas Omnium Sanctorum) cade il 1º novembre (seguita il 2 novembre dalla Commemorazione dei defunti), ed è una festa di precetto; prima delle riforme di Pio XII del 1955 aveva anche una vigilia e un’ottava. Storia   Le commemorazioni dei martiri, comuni a diverse Chiese, cominciarono ad esser celebrate nel IV secolo. Le prime tracce di una celebrazione generale sono attestate ad Antiochia, e fanno riferimento alla domenica successiva … Continua a leggere 1° NOVEMBRE : TUTTI I SANTI

SVELATO IL MISTERO DEL BEATO ANTONIO DA FANO: RITROVATA LA BARA MURATA NELLA CHIESA

Lo scavo è avvenuto nella chiesa di Santa Maria Nuova, che si trova nel centro storico della città marinara in provincia di Pesaro Si chiude il “giallo” dell’estate marchigiana. Il beato Antonio da Fano è lì, dove aveva indicato l’ex priore del convento di Santa Maria Nuova, padre Silvano Bracci. Gli operai della ditta che sta ristrutturando il convento dei frati francescani, situato nel centro storico della città in provincia di Pesaro-Urbino, hanno abbattuto il muro che nascondeva l’intercapedine in cui era stata riposta la bara alla fine degli anni ’50, al tempo di importanti lavori effettuati all’interno della chiesa dall’allora priore padre Francesco … Continua a leggere SVELATO IL MISTERO DEL BEATO ANTONIO DA FANO: RITROVATA LA BARA MURATA NELLA CHIESA

SANTA ROSALIA, L’EREMITA CHE SALVÒ PALERMO APPARENDO IN SOGNO

04/09/2019  Figlia di un nobile feudatario, lasciò la vita di corte per quelle eremitica sul Monte Pellegrino. Nel 1624, mentre a Palermo infuriava la peste, lo spirito di Rosalia apparve in sogno ad una malata, e poi ad un cacciatore. A lui Rosalia indicò la strada per ritrovare le sue reliquie, chiedendogli di portarle in processione per la città che fu così purificata e liberata dal morbo Se santa Lucia di Siracusa e sant’Agata di Catania furono martirizzate durante le persecuzioni contro i primi cristiani, santa Rosalia di Palermo è una vergine non martire, vissuta molti secoli dopo e divenuta … Continua a leggere SANTA ROSALIA, L’EREMITA CHE SALVÒ PALERMO APPARENDO IN SOGNO

GLI INCONTRI DI SUOR VERONICA CON “L’ANGELO DEL CANDORE”

Testimonianze straordinarie di questa clarissa cappuccina che è sulla via della beatificazione Suor Veronica, al secolo Maria Cesira Pazzafini, nacque il 16 novembre 1896. All’età di 18 anni, l’11 marzo 1915, entrò nel monastero delle clarisse cappuccine di Ferrara, dove con umiltà o obbedienza ricoprì diversi incarichi, sempre accompagnata da visioni mistiche di Gesù e della Madonna e offrendo a Dio le sue sofferenze. Morì in concetto di santità l’8 luglio 1964. Da allora la sua tomba è meta di pellegrinaggio per i fedeli.E’ in corso a Ferrara la causa diocesana di beatificazione aperta il 12 gennaio 2015 dall’arcivescovo Luigi Negri. I suoi scritti spirituali composti … Continua a leggere GLI INCONTRI DI SUOR VERONICA CON “L’ANGELO DEL CANDORE”