L’INQUIETANTE FLIRT TRA CHIESA E MASSONI: un dialogo pericoloso perché contro la Fede.

Il pontificato di Bergoglio ha scelto una pastorale che sta svuotando la dottrina. In principio fu il cardinale Gianfranco Ravasi, con un articolo sul Sole24Ore il 14 febbraio 2016. «Cari fratelli massoni» era il titolo che peraltro rendeva bene il tono e il senso dell’articolo. Apparentemente era una semplice recensione di un volumetto dedicato ai rapporti tra Massoneria e Chiesa cattolica, in realtà è stata l’occasione per lanciare un messaggio ben preciso: basta chiusure e pregiudizi, è l’ora del dialogo, cerchiamo quello che ci unisce e non quello che ci divide. E infatti ecco che da allora sono iniziati una … Continua a leggere L’INQUIETANTE FLIRT TRA CHIESA E MASSONI: un dialogo pericoloso perché contro la Fede.

CRISTIANO E MASSONE: EQUAZIONE IMPOSSIBILE ?

Il Vescovo di Fréjus-Toulon e autore dell’opera “Peut-on être chrétien et franc-maçon?” torna sul rapporto tra cristianesimo e massoneria. Due nozioni ontologicamente incompatibili Agnès Pinard Legry: Esistono numerosi punti di scontro tra la massoneria e la Chiesa cattolica… + Dominique Rey: Sì, tra la massoneria e l’insegnamento della Chiesa cattolica i punti di dissonanza sono numerosi. Il primo è l’esoterismo. Per i massoni la dottrina non viene trasmessa che a un ristretto cerchio di iniziati. Già nel II secolo sant’Irene aveva condannato l’eresia che costituiva lo gnosticismo, dottrina per la quale la salvezza passa per una conoscenza di Dio acquisita … Continua a leggere CRISTIANO E MASSONE: EQUAZIONE IMPOSSIBILE ?

UN RICORDO SU MONS. INGO DÖLLINGER (1929-2017)

Tra il 1992 e il 1993, ossia tra l’anno di noviziato e il primo anno di studentato filosofico, cominciai a leggere qualcosa sulla Massoneria. Ricordo in particolare il libro Con l’Immacolata contro massoni e «nemici» della Chiesa di Dio (Frigento 1986), scritto dal francescano conventuale P. Antonio M. Di Monda (1919-2007) che ebbi poi come docente di Teologia fondamentale e Dogmatica. In quel testo si asseriva che la Massoneria pratica negli Alti Gradi una “religione” iniziatica: il culto a Lucifero considerandolo uguale ad “Adonai” (il Dio biblico), ma Lucifero dio del bene e della luce contro “Adonai” dio del male e delle … Continua a leggere UN RICORDO SU MONS. INGO DÖLLINGER (1929-2017)

PORTOGALLO , GLI INCENDI E FATIMA

Pubblichiamo un articolo di Padre Alfonso Gálvez, apparso sul sito spagnolo Adelantelafe, tradotto da Edith Liccioli (qui l’originale in lingua spagnola) https://adelantelafe.com/portugal-los-incendios-fatima/ L’Umanità attuale si è abituata a non chiamare le cose con il loro nome o a occultare quello che le risulta sgradevole. Si può dissimulare ciò che risulta sgradevole in due modi: nascondendo la verità o fabbricando menzogne. Però bisogna dire che queste due maniere di distorcere la realtà generalmente procedono in stretto sodalizio. In ogni caso, a nessuno dovrebbe sorprendere questa situazione, dato che tutto sembra indicare che stiamo vivendo in un momento storico in cui il Padre della … Continua a leggere PORTOGALLO , GLI INCENDI E FATIMA

QUANDO IL CARDINALE JOSEPH RATZINGER SCRISSE L’INTRODUZIONE DEL LIBRO “NUOVO DISORDINE MODIALE”….

  Mons. Michel Schooyans — Nuovo disordine mondiale — San Paolo Edizioni (2000). Introduzione scritta dall’allora card. Joseph Ratzinger. Sin dagli inizi dell’Illuminismo, la fede nel progresso ha sempre messo da parte l’escatologia cristiana, finendo di fatto per sostituirla completamente. La promessa di felicità non è più legata all’aldilà, bensì a questo mondo. Emblematico della tendenza dell’uomo moderno è l’atteggiamento di Albert Camus, il quale alle parole di Cristo “il mio regno non è di questo mondo” oppone con risolutezza l’affermazione “il mio regno è di questo mondo”. Nel XIX secolo, la fede nel progresso era ancora un generico ottimismo … Continua a leggere QUANDO IL CARDINALE JOSEPH RATZINGER SCRISSE L’INTRODUZIONE DEL LIBRO “NUOVO DISORDINE MODIALE”….

MASSONERIA E CHIESA CATTOLICA, UNA BREVE STORIA. LA “GRAN LOGGIA” FU EDIFICATA NON PER COSTRUIRE CATTEDRALI PER LA GLORIA DI DIO, MA PER EDIFICARE UN TEMPIO ALLA GLORIFICAZIONE DELL’UOMO….MA IL SUO VERO FINE E’ LA GLORIFICAZIONE DI SATANA…..

Massoneria e Chiesa Cattolica: Una breve introduzione Freemasons, Francmaçons, Liberimuratori, Freimauren erano i nomi dati in tutta Europa per i costruttori delle grandi cattedrali medievali. Appartenevano a corporazioni cattoliche e sono stati legati da stretta aderenza ai principi della fede e della morale cattolica. Mentre viaggiavano da paese a paese, con diverse lingue e costumi, hanno sviluppato una propria serie di segni, simboli e gesti come mezzo di riconoscimento reciproco. Questi costruttori erano conosciuti come muratori “operativi”. A partire dal 16 ° e 17 ° secolo in Inghilterra, avendo perso la vera Fede cattolica, liberi pensatori, agnostici, alchimisti, “antiquari” (coloro che … Continua a leggere MASSONERIA E CHIESA CATTOLICA, UNA BREVE STORIA. LA “GRAN LOGGIA” FU EDIFICATA NON PER COSTRUIRE CATTEDRALI PER LA GLORIA DI DIO, MA PER EDIFICARE UN TEMPIO ALLA GLORIFICAZIONE DELL’UOMO….MA IL SUO VERO FINE E’ LA GLORIFICAZIONE DI SATANA…..

DALL’ARCHIVIO SEGRETO DEL VATICANO UN COMPLOTTO DELLA MASSONERIA PER DISTRUGGERE TRONO E ALTARE DI SAN PIETRO …ERA IL 1918….

  Immagine: scansioni della lettera di 3 pagine originale dell’Archivio Segreto Vaticano. Non abbiamo l’autorizzazione a pubblicare il contenuto integrale della lettera, ma l’autore di questa relazione è stato dato il permesso di rivedere nella sua interezza. Dr. Michael Hesemann, uno storico tedesco della Chiesa cattolica, ha appena dato un’intervista a Robert Moynihan di Inside the Vatican Magazine. In questa intervista, che si occupa della 100 ° anniversario delle apparizioni di Fatima, il dottor Hesemann rilascia la seguente dichiarazione: “Anche nel 1917, la Massoneria ha celebrato il 200 ° anniversario della fondazione del primo Gran Loggia di Londra nel 1717. … Continua a leggere DALL’ARCHIVIO SEGRETO DEL VATICANO UN COMPLOTTO DELLA MASSONERIA PER DISTRUGGERE TRONO E ALTARE DI SAN PIETRO …ERA IL 1918….