1567 PIO V PROCLAMO’ SAN TOMMASO D’AQUINO DOTTORE DELLA CHIESA ,VENNE PUBBLICATO IL NUOVO MESSALE ED IL NUOVO BREVIARIO CONOSCIUTI ANCOR OGGI …Al fine di contrastare l’immoralità dilagante fra il popolo romano, il pontefice punì l’accattonaggio e la bestemmia, vietò il combattimento di tori ed i festeggiamenti carnevaleschi, espulse da Roma parecchie cortigiane. Per sottrarre i cattolici alle usure degli ebrei favorì i cosiddetti Monti di Pietà, relegando gli ebrei in appositi quartieri della città…

    Papa San Pio V, al secolo Antonio Michele Ghisleri, nativo di Bosco Marengo (Alessandria) ove vide la luce il 27 gennaio 1504 da una nobile famiglia. Per sopravvivere fece il pastore, finché all’età di quattordici anni entrò tra i Domenicani di Voghera. Nel 1519 professò i voti solenni a Vigevano, poi completò gli studi presso l’università di Bologna e nel 1528 ricevette l’ordinazione presbiterale a Genova. Per ben sedici anni insegnò filosofia e teologia e successivamente fu priore nei conventi di Vigevano e di Alba, rigorosissimo con sé stesso e con i confratelli nell’osservanza religiosa. Nominato poi inquisitore … Continua a leggere 1567 PIO V PROCLAMO’ SAN TOMMASO D’AQUINO DOTTORE DELLA CHIESA ,VENNE PUBBLICATO IL NUOVO MESSALE ED IL NUOVO BREVIARIO CONOSCIUTI ANCOR OGGI …Al fine di contrastare l’immoralità dilagante fra il popolo romano, il pontefice punì l’accattonaggio e la bestemmia, vietò il combattimento di tori ed i festeggiamenti carnevaleschi, espulse da Roma parecchie cortigiane. Per sottrarre i cattolici alle usure degli ebrei favorì i cosiddetti Monti di Pietà, relegando gli ebrei in appositi quartieri della città…

CARDINALE Marx, “bene Papa su celibato”.Torna l’ipotesi dei ‘viri probati’, laici con funzioni di preti. Il Card . Marx E’ PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE PER LE QUESTIONI CIVICHE E SOCIALI , E VICEPRESIDENTE DELLA COMMISSIONE PER LA CHIESA UNIVERSALE.

    (ANSA) – ROMA, 10 MAR – I vescovi tedeschi salutano con favore l’apertura del Papa ad una riflessione sulla “consacrazione” in via eccezionale per i “viri probati”. Lo scrive la Sueddeutsche Zeitung, raccogliendo il commento della Chiesa cattolica tedesca alle parole del pontefice nell’intervista rilasciata qualche giorno fa a Die Zeit. Papa Francesco aveva indicato la possibilità di una “riflessione” sull’argomento, negando tuttavia la fine del celibato. “Non è la soluzione alla mancanza di vocazioni”, aveva detto Bergoglio. Il suo contributo è un “impulso prezioso” ha commentato il presidente dei vescovi tedeschi, e cardinale di Monaco, Reinhard Marx. … Continua a leggere CARDINALE Marx, “bene Papa su celibato”.Torna l’ipotesi dei ‘viri probati’, laici con funzioni di preti. Il Card . Marx E’ PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE PER LE QUESTIONI CIVICHE E SOCIALI , E VICEPRESIDENTE DELLA COMMISSIONE PER LA CHIESA UNIVERSALE.

B 16 : IL FUTURO DI OGNUNO DI NOI NELL’ ETERNITÀ, CIOÈ DIO STESSO …

Gli anni ed un uomo non possono essere computati come le cifre di un bilancio commerciale. Essere uomini è qualcosa che ogni giorno ricomincia sempre da capo. È per questo che il “progresso “non lo si può “contare ” ne’ “Addizionare”: chi lo vuole fare deve prima degradare l’uomo al numero, “azzerare “la sua anima, cioè il suo contrassegno spirituale, che denota l’irripetibile originalità. “Esser uomini “ricomincia ogni giorno sempre “da capo”, in ogni individuo. Per questo non si può “fissare “la felicità del genere umano una volta per tutte e poi moltiplicarla per un tasso di interesse. Qualunque promessa … Continua a leggere B 16 : IL FUTURO DI OGNUNO DI NOI NELL’ ETERNITÀ, CIOÈ DIO STESSO …