FINE DELLA SANTA ROMANA CHIESA COL MOTU PROPRIO DI FRANCESCO: PROSSIMAMENTE ANCHE IL NUOVO MESSALE! 

LETTERA APOSTOLICA IN FORMA DI «MOTU PROPRIO» DEL SOMMO PONTEFICE  FRANCESCO “Magnum Principium” CON LA QUALE VIENE MODIFICATO IL CAN. 838 DEL CODICE DI DIRITTO CANONICO   L’importante principio, confermato dal Concilio Ecumenico Vaticano II, secondo cui la preghiera liturgica, adattata alla comprensione del popolo, possa essere capita, ha richiesto il grave compito, affidato ai Vescovi, di introdurre la lingua volgare nella liturgia e di preparare ed approvare le versioni dei libri liturgici. La Chiesa Latina era consapevole dell’incombente sacrificio della perdita parziale della propria lingua liturgica, adoperata in tutto il mondo nel corso dei secoli, tuttavia aprì volentieri la porta … Continua a leggere FINE DELLA SANTA ROMANA CHIESA COL MOTU PROPRIO DI FRANCESCO: PROSSIMAMENTE ANCHE IL NUOVO MESSALE! 

CARDINALE BURKE: Osservando Fatima, dobbiamo ricordare come il suo segreto, è destinato principalmente ad affrontare l’apostasia diffusa nella Chiesa. Il trionfo del Cuore Immacolato di Maria è, innanzitutto e principalmente, il trionfo della Fede.

Il Messaggio di Fatima: Pace per il mondo» – Raymond Leo card. Burke.  Avevo letto su LifeSiteNews alcuni brani e relativi commenti  su un recente intervento del Card. Burke negli Stati Uniti in occasione di una delle frequenti tappe della sua infaticabile pastorale itinerante. Mi ero ripromessa di chiedergli il testo integrale; ma non ne ho avuto bisogno perché un lettore ha provvidenzialmente segnalato il testo presente in rete [qui] e l’ho subito tradotto. Perdonerete se c’è qualche imprecisione ma caparbiamente l’ho tradotto io perché il nostro traduttore al momento è piuttosto impegnato. Discorso molto prudente senza una parola di troppo. Ma … Continua a leggere CARDINALE BURKE: Osservando Fatima, dobbiamo ricordare come il suo segreto, è destinato principalmente ad affrontare l’apostasia diffusa nella Chiesa. Il trionfo del Cuore Immacolato di Maria è, innanzitutto e principalmente, il trionfo della Fede.

È IN ATTO UNA VERA E PROPRIA GUERRA CONTRO DIO ED I PRECEDENTI PONTEFICI : ARMIAMOCI DEL SANTO ROSARIO , LE PORTE DELL’INFERNO NON PREVARRANNO! 

Di @benedictusxviMentre leggevo il giornaletto millennium del mese corrente, i miei occhi sgranavano dallo stupore e dallo sdegno per un articolo di Ersilio Mattioni: il nostro inviato nei confessionali “questo non è il mio Papa “”ti assolvo stai tranquillo tanto non fa sul serio”. È in atto una vera propria guerra contro i precedenti pontefici e contro lo stesso Onnipotente:come se duemila anni di storia della Chiesa fossero da dimenticare , da riscrivere.  Questo accanimento sta diventando fastidioso quanto meschino : sono arrivati a prendersela con alcuni confessori . Ma cominciamo dall’inizio: alcune persone vanno in missione SOTTO COPERTURA ( … Continua a leggere È IN ATTO UNA VERA E PROPRIA GUERRA CONTRO DIO ED I PRECEDENTI PONTEFICI : ARMIAMOCI DEL SANTO ROSARIO , LE PORTE DELL’INFERNO NON PREVARRANNO! 

PAPA FRANCESCO TRA VELENI E CONGIURE IN VATICANO: HA SPOSTATO IL TAVOLO E MANGIA CON POCHISSIMI COMMENSALI

Che Papa Francesco abbia parecchi nemici, soprattutto in Vaticano, non è certo un mistero. E la serie di “dimissioni” e teste cadute nelle ultime settimane sta lì a testimoniarlo: dopo quattro anni di Pontificato, la Santa Sede non è ancora “cosa” di Bergoglio. Abilissimo nella comunicazione, Francesco non riesce però a governare nel suo “regno”. Come sottolinea Massimo Franco sul Corriere della Sera, emerge “un metodo che mostra limiti evidenti; e trasforma le migliori intenzioni di riforma in potenziali boomerang”. Dunque, nell’ordine, si elencano i vari “epurati”: dal revisore generale dei conti, Libero Milione, liquidato tre anni prima del termine del mandato, fino al mentore, George Pell, costretto … Continua a leggere PAPA FRANCESCO TRA VELENI E CONGIURE IN VATICANO: HA SPOSTATO IL TAVOLO E MANGIA CON POCHISSIMI COMMENSALI

PETER SAUNDERS : “SU PELL AVEVO RAGIONE IO , NON CI SI PUO’ NASCONDERE ALLA GIUSTIZIA PER SEMPRE ”

Il cittadino britannico, membro della Commissione pontificia anti pedofilia, da ragazzo fu vittima di abusi sessuali da parte di sacerdoti: “Finora la Chiesa ha preferito coprire i responsabili di certi crimini, spero che ora si cambi strada” CITTÀ DEL VATICANO – “Non capisco per quale motivo il cardinal George Pell sia stato nominato in una posizione così alta con quella nube oscura di accuse che lo riguardavano. Il mio sospetto è che c’è chi crede che portare queste persone a Roma o in Vaticano risolva i problemi, e che con essi le presunte vittime scompaiano. O addirittura, che molte di queste … Continua a leggere PETER SAUNDERS : “SU PELL AVEVO RAGIONE IO , NON CI SI PUO’ NASCONDERE ALLA GIUSTIZIA PER SEMPRE ”

Ecumenismo, Dialogo Interreligioso, chiamatelo come volete, ma questo non è la Via, la Vita, la Verità, che Gesù ci ha lasciato! In nome della pace come avevamo detto oltre un anno fà, vi serviranno una religione a misura d’uomo.

VIDEO DELLA PAGINA FACEBOOK FINE DEI TEMPI   Continua a leggere Ecumenismo, Dialogo Interreligioso, chiamatelo come volete, ma questo non è la Via, la Vita, la Verità, che Gesù ci ha lasciato! In nome della pace come avevamo detto oltre un anno fà, vi serviranno una religione a misura d’uomo.

QUELLE ORGE GAY DI SEMINARISTI E la Tv dei vescovi sdogana gli Lgbt DIARIODIPAPAFRANCESCO LA TELEVISIONE DEI VESCOVI PARLA DI #OMOSESSUALITA’ E #CRISTIANILGTB Fra gli ospiti anche una suora senza abito e un sacerdote sicuri che «siccome Dio ci ama» approva qualsiasi cosa facciamo. Così, in appena una ventina di minuti, lo sdoganamento di quello che prima veniva respinto, almeno pubblicamente dagli organi ufficiali della Chiesa, è avvenuto citando l’esortazione apostolica “Amoris Letitia” di papa Francesco. Precisamente al punto 250 che parla di «rispettoso accompagnamento, affinché coloro che manifestano la tendenza omosessuale possano avere gli aiuti necessari per comprendere e realizzare pienamente la volontà di Dio nella loro vita».

Il 6 giugno 2016 sulla televisione della Conferenza episcopale italiana, durante il programma “Il diario di Papa Francesco”, é successo qualcosa che non ha precedenti. Per la prima volta un’emittente cattolica ufficiale e legata alla gerarchia ecclesiastica, Tv2000, ospitava coloro che già all’inizio di maggio erano stati definiti dal quotidiano della Cei, Avvenire, con l’espressione di «cristiani Lgbt». Un ossimoro non meno grave che se il giornale avesse titolato «cristiani abortisti», indice della grande confusione dottrinale ed esistenziale della Chiesa. In studio, tre sedicenti cattolici del gruppo “Ponti Sospesi”, che raccoglie appunto quanti si definiscono “cristiani Lgbt” e che non … Continua a leggere QUELLE ORGE GAY DI SEMINARISTI E la Tv dei vescovi sdogana gli Lgbt DIARIODIPAPAFRANCESCO LA TELEVISIONE DEI VESCOVI PARLA DI #OMOSESSUALITA’ E #CRISTIANILGTB Fra gli ospiti anche una suora senza abito e un sacerdote sicuri che «siccome Dio ci ama» approva qualsiasi cosa facciamo. Così, in appena una ventina di minuti, lo sdoganamento di quello che prima veniva respinto, almeno pubblicamente dagli organi ufficiali della Chiesa, è avvenuto citando l’esortazione apostolica “Amoris Letitia” di papa Francesco. Precisamente al punto 250 che parla di «rispettoso accompagnamento, affinché coloro che manifestano la tendenza omosessuale possano avere gli aiuti necessari per comprendere e realizzare pienamente la volontà di Dio nella loro vita».