L’ANGELO CHE CONTAVO I PASSI AL SANTO MONACO EREMITA

don Marcello Stanzione | Giu 28, 2020 Clicca qui per aprire la galleria fotografica Al tempo dei Padri del deserto c’era un santo monaco eremita. Aveva vissuto a lungo con altri monaci e con un maestro. Poi si era addentrato nel più profondo deserto per vivere una vita di maggiore penitenza.Tutte le mattine, dopo il risveglio e la preghiera, era obbligato a percorrere una grande distanza per attingere acqua per le necessità della giornata. Il pozzo era lontano e lui sempre più vecchio. Così pensava di trasferirsi in una grotta più vicina alla sorgente. Un giorno, tornando verso casa con il … Continua a leggere L’ANGELO CHE CONTAVO I PASSI AL SANTO MONACO EREMITA

I 3 MISTERI DELLA SINDONE : LA RESURREZIONE E’ AVVENUTA “ATTRAVERSO” IL LENZUOLO

Gelsomino Del Guercio | Giu 27, 2020 Dalle anomalie sul cadavere, alla formazione dell’immagine, sino alla trasparenza del corpo: le spiegazioni che non riesce a dare la scienza Tre misteri sulla Sacra Sindone e una teoria “rivoluzionaria”, avvalorata da studi scientifici. E’ la tesi che si legge su “Nuova luce sulla Sindone“, libro-dossier a cura di Emanuela Marinelli (edizioni Ares). Con la sua risurrezione, Gesù è tornato alla vita recuperando la sua corporeità e riacquistando anche col suo corpo la pienezza della vita, non più soggetto al tempo e allo spazio. Come pegno per la nostra fede ci è stata lasciata la testimonianza dei suoi discepoli che videro … Continua a leggere I 3 MISTERI DELLA SINDONE : LA RESURREZIONE E’ AVVENUTA “ATTRAVERSO” IL LENZUOLO

IL BELLO DELLA LITURGIA : Gesù e il centurione, la fede è riconoscere una Presenza

È custodita al Museo del Prado la tela realizzata nel 1571 dal Veronese, che deve essere rimasto commosso, prima ancora che ispirato, dall’episodio dell’incontro di Gesù con il centurione. Al centro della composizione ci sono le imploranti braccia del militare romano, il cui impeto nel gettarsi ai piedi del Signore è proprio di colui che si scopre al cospetto di un’eccezionale Presenza. «Va’, avvenga per te come hai creduto» (Mt 8, 13) «Signore, io non son degno che tu entri sotto il mio tetto, di’ soltanto una parola e il mio servo sarà guarito». (Mt 8, 8) Le parole pronunciate dal … Continua a leggere IL BELLO DELLA LITURGIA : Gesù e il centurione, la fede è riconoscere una Presenza

TUTTE LE CARATTERISTICHE DEL SANGUE DELL’UOMO AVVOLTO NELLA SINDONE

Gelsomino Del Guercio | Giu 22, 2020 Dal Gruppo alla bilirubina, dalle variazioni ai raggi ultravioletti all’assenza di “contatti”: i misteri nascosti nel lenzuolo dove sarebbe stato avvolto Gesù La Sindone (dal greco sindon, lenzuolo) è un lungo telo di lino (442 cm x 113 cm) che ha certamente avvolto il cadavere di un uomo flagellato, coronato di spine, crocifisso con chiodi e trapassato da una lancia al costato. Su di essa è visibile l’impronta in negativo del corpo che vi fu avvolto, oltre alle macchie del suo sangue, che è risultato vero sangue umano di gruppo AB, decalcatosi dalle ferite del cadavere in … Continua a leggere TUTTE LE CARATTERISTICHE DEL SANGUE DELL’UOMO AVVOLTO NELLA SINDONE

«SI CHIAMERA’ GIOVANNI» E NEL NOME C’ERA IL SEGNO DI UNA VOCAZIONE NUOVA

don Luigi Maria Epicoco | Giu 24, 2020 Sua madre lo chiamò con un nome inatteso, quel bambino aveva il diritto di essere se stesso fino alle estreme conseguenze della sua vocazione. Per Elisabetta si compì il tempo del parto e diede alla luce un figlio. I vicini e i parenti udirono che il Signore aveva esaltato in lei la sua misericordia, e si rallegravano con lei. All’ottavo giorno vennero per circoncidere il bambino e volevano chiamarlo col nome di suo padre, Zaccaria. Ma sua madre intervenne: «No, si chiamerà Giovanni». Le dissero: «Non c’è nessuno della tua parentela che si … Continua a leggere «SI CHIAMERA’ GIOVANNI» E NEL NOME C’ERA IL SEGNO DI UNA VOCAZIONE NUOVA

PERCHE’ SAN BERNARDINO HA CREATO IL CRISTOGRAMMA IHS , E COSA SIGNIFICA

Catholic Link | Giu 23, 2020 di Will Wright San Bernardino – un San Paolo del XV secolo San Bernardino era originario di Siena, e venne ordinato sacerdote francescano nel 1402, a 24 anni. Assunse la povertà dell’ordine francescano ed espresse un’acuta consapevolezza delle necessità della gente del suo tempo. Era noto per la sua santità personale, la sua energia apparentemente infinita e la vitalità gioiosa che lo contraddistingueva. All’epoca il Papa lo paragonò a un moderno San Paolo. Prima della sua ordinazione, la peste colpì duramente Siena. In quel momento di grande difficoltà, San Bernardino, appena ventenne, si offrì di … Continua a leggere PERCHE’ SAN BERNARDINO HA CREATO IL CRISTOGRAMMA IHS , E COSA SIGNIFICA

PERCHE’ ,AVOLTE, IL NOSTRO ANGELO CUSTODE NON CI AIUTA AD AVITARE AVVERSITA’

Edifa | Giu 20, 2020 Padre Nicolas ButtetTutti noi abbiamo un angelo custode che ci sostiene, ci difende, ci accompagna ogni giorno e facilita il nostro viaggio verso il Cielo. Ma questo viaggio è talvolta disseminato di prove, durante le quali è possibile sentirsi abbandonati dal proprio angelo custode. È proprio così o è solo un’impressione e possiamo rimproverare il nostro angelo custode per le prove passate? Tutto ciò che tocca la nostra vita interessa il nostro angelo custode, cioè l’anima spirituale e il nostro destino eterno in primo luogo. Per questo Lui, “esperto” di adorazione, ci assiste soprattutto nei momenti … Continua a leggere PERCHE’ ,AVOLTE, IL NOSTRO ANGELO CUSTODE NON CI AIUTA AD AVITARE AVVERSITA’

LA FESTA :Il Cuore Immacolato di Maria ci salverà così

Il 19 Giugno ,  la Chiesa festeggia il Cuore Immacolato di Maria che «Alla fine…trionferà», come disse la Vergine Maria ai pastorelli di Fatima. Rifugiarsi in esso significa entrare nella sede della sconfinata carità per l’umanità intera, che Ella vuole salvare. Significa vivere il “fiat” con l’aiuto del Santo Rosario, della consacrazione al suo Cuore Immacolato e della Comunione riparatrice nei primi sabati del mese, le armi indicate dalla Madonna per vincere il mondo «sotto il potere del maligno». «Alla fine, il mio Cuore Immacolato trionferà». Queste furono le consolanti parole che la Vergine Maria rivolse ai pastorelli di Fatima, durante l’apparizione del 13 luglio 1917. Il trionfo … Continua a leggere LA FESTA :Il Cuore Immacolato di Maria ci salverà così

SINDONE , IL VERO MISTERO : UN CADAVERE NON PUO’ LASCIARE LA PROPRIA IMMAGINE SU UN PANNO

Gelsomino Del Guercio | Giu 19, 2020 Questo processo avvenuto sulla Sacra Sindone è scientificamente inspiegabile. E’ come se quella immagine fosse stata prodotta da una radiazione ultravioletta «L’uomo della Sindone non è stato lavato: così prescrivevano le norme giudaiche in caso di morte violenta. Il cadavere è stato avvolto nel lenzuolo circa due ore e mezza dopo la morte». In “Nuova luce sulla Sindone“, libro a cura di Emanuela Marinelli (edizioni Ares), una articolata inchiesta dimostra un fatto inspiegabile avvenuto sul sacro lino in cui sarebbe stato avvolto Gesù Cristo dopo la morte. Marinelli, sulla base di indagine scientifiche, analizza gli studi sul sangue … Continua a leggere SINDONE , IL VERO MISTERO : UN CADAVERE NON PUO’ LASCIARE LA PROPRIA IMMAGINE SU UN PANNO

PERCHE’ GESU’ HA SCELTO IL PANE E IL VINO PER L’ EUCARESTIA

Philip Kosloski | Giu 15, 2020 In primis collegata alla celebrazione ebraica della Pasqua, la scelta del pane e del vino acquista un simbolismo ancor maggiore Nell’Ultima Cena, Gesù ha istituito l’Eucaristia, usando gli elementi del pane e del vino nel contesto del pasto pasquale:“Mentre mangiavano, Gesù prese del pane e, dopo aver detto la benedizione, lo spezzò e lo diede ai suoi discepoli dicendo: «Prendete, mangiate, questo è il mio corpo». Poi, preso un calice e rese grazie, lo diede loro, dicendo: «Bevetene tutti, perché questo è il mio sangue, il sangue del patto, il quale è sparso per molti … Continua a leggere PERCHE’ GESU’ HA SCELTO IL PANE E IL VINO PER L’ EUCARESTIA