LO SCAPOLARE , L’AMORE DI MARIA CHE VESTE I SUOI FIGLI

La festa della Madonna del Carmelo, a ricordo della data tradizionale del 16 luglio 1251, quando la Vergine apparve a san Simone Stock e gli consegnò lo Scapolare, «un segno di salvezza» per quanti lo avrebbero indossato fino alla morte. Molti Papi hanno confermato le promesse legate a questa devozione, fondata sulla protezione materna di Maria e inscindibile da una vera pratica cristiana. Disse Pio XII: “Non si tratta di cosa di poco conto, ma dell’acquisto della Vita Eterna”. LE ORIGINI DELL’ORDINE CARMELITANO Il 16 luglio ricorre la memoria della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo, per noi carmelitani la … Continua a leggere LO SCAPOLARE , L’AMORE DI MARIA CHE VESTE I SUOI FIGLI

PIEVE DI SAN BARTOLOMEO A LECCIA

La pieve di San Bartolomeo si trova in località La Leccia, nel comune di Castelnuovo di Val di Cecina, in provincia di Pisa. La chiesa del castello di Leccia, che ha mantenuto intatto il suo aspetto medievale, è ricordata nel 1275 come rettoria della pieve di Morba. Ai primi del secolo XV risulta in possesso del fonte battesimale. Ha subito profonde modifiche che ne hanno alterato l’aspetto originario. Al suo interno è custodita la tela raffigurante la Madonna del Libro, centro della devozione mariana nel territorio, attribuita a Matteo de’ Gondi e qui trasportata nel 1958 dal suo santuario situato non lontano dal paese. Sul campanile a vela è collocata una campana dove è … Continua a leggere PIEVE DI SAN BARTOLOMEO A LECCIA

QUEL VOLO VERSO IL PARADISO TRA LA BEATA EMMERICH E SAN MICHELE ARCANGELO

“L’Arcangelo volava sopra di me, mentre il cielo diveniva sempre più chiaro di un blu tenue. Il sole e gli altri astri mi apparivano adesso come dei volti umani” Anna Katharina Emmerich (1774-1824) beatificata dal papaGiovanni Paolo II nel 2004, ebbe un rapporto speciale con gli angeli, ed in particolare con San Michele Arcangelo. La beata nacque a Coesfeld, in Germania, l’8 settembre 1774. Da giovanissima cominciò a sperimentare i dolori della Passione di Cristo e ricevette la stimmate. Presto si diffuse la voce dei suoi doni soprannaturali: assenza di alimentazione, conoscenza dei cuori umani, riconoscimento delle reliquie dei santi, conoscenza delle erbe … Continua a leggere QUEL VOLO VERSO IL PARADISO TRA LA BEATA EMMERICH E SAN MICHELE ARCANGELO

SE VOLETE INFLUENZARE POSITIVAMENTE GLI ALTRI, AVVALETEVI DELLA SAGGEZZA DI SAN BENEDETTO

Questo consiglio non perde mai valore, ed è qualcosa che dovremmo sempre sforzarci di seguire San Benedetto è stato un santo monaco del VI secolo che ha scritto una delle prime Regole che hanno governato gli ordini religiosi. Se i suoi scritti affrontano soprattutto le questioni interne di un monastero, la sua saggezza si può applicare anche alla nostra vita.Ad esempio, quando scrive delle qualità che deve avere un abate, San Benedetto parla della necessità non solo di predicare il Vangelo, ma innanzitutto di viverlo: “[L’abate] deve imporsi ai propri discepoli con un duplice insegnamento, mostrando con i fatti più che … Continua a leggere SE VOLETE INFLUENZARE POSITIVAMENTE GLI ALTRI, AVVALETEVI DELLA SAGGEZZA DI SAN BENEDETTO

I CONIUGI MARTIN , GENITORI E SPOSI SECONDO IL CUORE DI DIO

I Carmelitani Scalzi celebrano oggi la memoria congiunta di Louis e Zélie Martin, che si sposarono a mezzanotte del 13 luglio 1858, dopo che il loro incontro venne favorito dalla Provvidenza. Le loro giornate erano scandite dalla preghiera e dal lavoro, rispettando il riposo domenicale. Non mancarono loro le prove, affrontate abbandonandosi alla Volontà divina. Come disse santa Teresina dei suoi genitori: «Il Buon Dio mi ha dato un padre e una madre più degni del Cielo che della terra». Louis Martin e sua moglie Marie-Azélie (detta Zélie) Guérin, primi sposi a raggiungere insieme gli onori degli altari, sono stati … Continua a leggere I CONIUGI MARTIN , GENITORI E SPOSI SECONDO IL CUORE DI DIO

LA VESSAZIONE DIABOLICA SUBITA DA DON BOSCO NEL 1862

Ecco dalle fonti ufficiali il resoconto di quel terribile periodo passato dal fondatore die Salesiani San Giovanni Bosco nacque il 16 agosto 1815 a Castelnuovo d’Asti. Figlio di poveri contadini a vent’anni decise di entrare, come esterno, in seminario. Dovendo pagare la pensione mensile, Giovanni dovette lavorare molto pur di racimolare qualche soldo per coprire le spese di vitto e di alloggio. Nelle domeniche e nei giorni festivi egli si dedicava ai giovani. Per loro fondò la “Società dell’allegria”, preludio della fondazione dell’Oratorio, stabilendo le basi di uno dei cardini del suo sistema educativo. Ordinato sacerdote il 5 giugno 1841 il … Continua a leggere LA VESSAZIONE DIABOLICA SUBITA DA DON BOSCO NEL 1862

CHE SCONTRO SU NATUZZA EVOLO! IL VESCOVO HA SOPPRESSO LA FONDAZIONE

E’ l’epilogo di tre anni di veleni, ruotati sul culto e la chiesa voluta dalla mistica di Paravati L’ultima cosa che avrebbe voluto Natuzza Evolo, la mistica di Paravati, è che sul suo nome si aprisse uno scontro aspro e senza esclusioni di colpi tra la diocesi e i membri della Fondazione da lei ispirata. Il “Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime” era nata come associazione nel maggio del 1987 alla presenza della stessa mistica, felicissima quel giorno per l’avvio della grande opera che le era stata suggerita dalla Madonna durante uno dei suoi colloqui. Poi, dopo la sua morte, l’associazione è … Continua a leggere CHE SCONTRO SU NATUZZA EVOLO! IL VESCOVO HA SOPPRESSO LA FONDAZIONE