BENEDETTO XVI «CHE COS’È LA VERITÀ?»

Per gentile concessione della Libreria Editrice Vaticana, anticipiamo un brano di “Gesù di Nazaret.   Dall’ingresso a Gerusalemme fino alla risurrezione”, di Benedetto XVI, . È tratto dal capitolo “Gesù davanti a Pilato” (pp. 213-219)02.03.2011 A questo punto dobbiamo passare dalle considerazioni sulla persona di Pilato al processo stesso. In Giovanni 18,34s è detto chiaramente che presso Pilato, in base alle informazioni in suo possesso, non c’era nulla contro Gesù. All’autorità romana non era giunta alcuna notizia su qualcosa che in qualche modo avrebbe potuto minacciare la pace legale. L’accusa proveniva dagli stessi connazionali di Gesù, dall’autorità del tempio. Doveva … Continua a leggere BENEDETTO XVI «CHE COS’È LA VERITÀ?»

AMORE, DOLORE E INCONTRO CON IL DIVINO: I TRE “LUOGHI” DA CUI SCATURISCE LA MUSICA. Nella Costituzione sulla liturgia del Concilio Vaticano II è scritto molto chiaramente: «Si conservi e si incrementi con grande cura il patrimonio della musica sacra» (114). D’altro canto il testo evidenzia, quale categoria liturgica fondamentale, la participatio actuosa di tutti i fedeli all’azione sacra. Quel che nella Costituzione sta ancora pacificamente insieme, successivamente, nella recezione del Concilio, è stato sovente in un rapporto di drammatica tensione……

Il messaggio del Papa Emerito Benedetto XVI nel suo discorso di ringraziamento, il 4 luglio 2015, a Castelgandolfo, per il conferimento di due lauree Honoris causa da parte di due università polacche, la Pontificia Università “Giovanni Paolo II” di Cracovia e l’Accademia di Musica di Cracovia (Polonia). A conferire le due Lauree il cardinale Stanisław Dziwisz, arcivescovo, ora emerito, di Cracovia e Gran Cancelliere della Pontificia Università “Giovanni Paolo II”. Ecco il discorso: Eminenza!Magnificenze!Illustri Signori Professori!Signore e Signori! In questo momento non posso che esprimere il mio più grande e cordiale ringraziamento per l’onore che mi avete riservato conferendomi il doctoratus … Continua a leggere AMORE, DOLORE E INCONTRO CON IL DIVINO: I TRE “LUOGHI” DA CUI SCATURISCE LA MUSICA. Nella Costituzione sulla liturgia del Concilio Vaticano II è scritto molto chiaramente: «Si conservi e si incrementi con grande cura il patrimonio della musica sacra» (114). D’altro canto il testo evidenzia, quale categoria liturgica fondamentale, la participatio actuosa di tutti i fedeli all’azione sacra. Quel che nella Costituzione sta ancora pacificamente insieme, successivamente, nella recezione del Concilio, è stato sovente in un rapporto di drammatica tensione……