PERCHE’ I VANGELI PARLANO COSI’ POCO DI SAN GIUSEPPE

Arcidiocesi di San Paolo – pubblicato il 17/10/20 “Le persone che hanno partecipato alla storia della nostra salvezza sono importantissime, ma parlarne non è l’obiettivo primario degli evangelisti” Perché san Giuseppe ha così poco spazio nel Vangelo? Del resto, il padre adottivo di Gesù è una figura di immensa importanza per noi cattolici. La domanda viene da José Antônio, di Carapicuíba (San Paolo, Brasile), che ha interpellato al riguardo padre Cido Pereira. Il sacerdote tiene una rubrica di domande e risposte sul quotidiano O São Paulo, dell’arcidiocesi di San Paolo. Ecco la risposta di padre Cido: “Fratello mio, molte persone restano stupite come lei per il fatto … Continua a leggere PERCHE’ I VANGELI PARLANO COSI’ POCO DI SAN GIUSEPPE

PERCHE’ SAN GIUSEPPE E’ ASSOCIATO AL 1° MAGGIO ?

Ispirazione a vivere la festa del lavoro nell’isolamento per la pandemia di Anne-Catherine JovaOrmai da varie settimane, la quarantena imposta dalla crisi del Covid-19 ha turbato la vita professionale quotidiana di milioni di persone. Come organizzarsi? Quali obiettivi fissare? Come mantenere il contatto con la squadra o i clienti? Di fronte alle tante domande che tutti si pongono, ecco una proposta: meditare sul lavoro contemplando la figura di San Giuseppe operaio, nella sua festa del 1° maggio. Ogni giorno, dall’inizio della quarantena, ciascuno è stato portato a cambiare la propria routine quotidiana e a rivedere e adattare il proprio orario. … Continua a leggere PERCHE’ SAN GIUSEPPE E’ ASSOCIATO AL 1° MAGGIO ?

SAN GIUSEPPE LAVORATORE

L’1 maggio 1955, Pio XII istituì la festa di “San Giuseppe artigiano” (oggi memoria di San Giuseppe lavoratore) per aiutare i lavoratori a non perdere di vista il senso cristiano del lavoro, così pienamente incarnato nell’umile falegname di Nazareth e glorioso padre putativo di Gesù. L’1 maggio 1955, Pio XII istituì la festa di “San Giuseppe artigiano” per aiutare i lavoratori a non perdere di vista il senso cristiano del lavoro, così pienamente incarnato nell’umile falegname di Nazareth e glorioso padre putativo di Gesù. Nel discorso con il quale istituì la festa liturgica, oggi memoria di “San Giuseppe lavoratore”, papa Pacelli metteva … Continua a leggere SAN GIUSEPPE LAVORATORE

PERCHE’ LE VITTIME DELLA PESTE SI CONSACRAVANO A SAN GIUSEPPE

Philip Kosloski | Mar 13, 2020 Quando la peste ha devastato l’Europa, le vittime si rivolgevano spesso a San Giuseppe e alla sua intercessione miracolosa La peste ha una lunga storia in Europa, e quando i cristiani si sono trovati in mezzo a crisi simili si sono spesso rivolti a San Giuseppe.Al di là di chiedere la sua potente intercessione, molti cristiani facevano consacrazioni personali al santo, offrendogli la propria vita nella speranza di essere risparmiati dalla peste insieme alle proprie famiglie. Nel libro The Glories of the Catholic Church si legge: “Quanto è potente San Giuseppe nel curare chi si affida a … Continua a leggere PERCHE’ LE VITTIME DELLA PESTE SI CONSACRAVANO A SAN GIUSEPPE

IL BELLO DELLA LITURGIA :Il riposo durante la fuga in Egitto, secondo Caravaggio

Michelangelo Merisi, Il riposo durante la fuga in Egitto, Roma – Galleria Doria Pamphilj Nel dipinto di Michelangelo Merisi, Il riposo durante la fuga in Egitto, l’angelo è il perno compositivo che dà la chiave di lettura dell’opera. Che è chiaramente divisa in due, per evidenziare l’umanità di Giuseppe, sulla sinistra, e la sacra divinità del Figlio, abbracciato dalla Madre, a destra. E poi c’è il paesaggio, quasi un unicum nella produzione dell’artista, con il cardo e il tasso barbasso che rimandano alla Passione e Resurrezione di Gesù. I Magi erano appena partiti, quando un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe e … Continua a leggere IL BELLO DELLA LITURGIA :Il riposo durante la fuga in Egitto, secondo Caravaggio

L’ATTUALITA’ DI UN SANTO: SAN GIUSEPPE , IL GIUSTO CHE SEPPE ESSERE SPOSO E PADRE .

La famiglia di Nazaret ha potuto essere tale grazie alla presenza silenziosa, orante e operosa di San Giuseppe, il quale ci insegna che essere sposo e padre in una famiglia vuol dire innanzitutto ascoltare e fare la volontà di Dio. Davanti al sovvertimento dell’ordine naturale cui assistiamo oggi, lo sposo di Maria e padre putativo di Gesù ci ricorda che un padre di famiglia deve essere un maestro di preghiera, crescendo i figli nella fede. Santa Teresa d’Avila, riformatrice del Carmelo, era devotissima a San Giuseppe, lo indicava come un punto di riferimento e insegnava che “qualunque grazia venga chiesta … Continua a leggere L’ATTUALITA’ DI UN SANTO: SAN GIUSEPPE , IL GIUSTO CHE SEPPE ESSERE SPOSO E PADRE .

PERCHE’ LA FESTA DI SAN GIUSEPPE SI CELEBRA IL 19 MARZO?

Non è sempre stata in questa data La devozione a San Giuseppe, sposo della Vergine Maria, è presente già nei primi tempi della Chiesa. Nell’Egitto del IV secolo c’era una festa a lui dedicata. La data in cui i fedeli omaggiavano il santo era all’inizio il 20 luglio. Una commemorazione di San Giuseppe venne poi aggiunta al calendario bizantino il 26 dicembre. Molte Chiese orientali continuano a festeggiarlo in questa data. Secondo la Chiesa ortodossa, “San Giuseppe viene commemorato la domenica successiva alla Natività. Se non c’è una domenica tra il 25 dicembre e il 1° gennaio, la sua festa … Continua a leggere PERCHE’ LA FESTA DI SAN GIUSEPPE SI CELEBRA IL 19 MARZO?

BENEDETTO XV BONUM SANE : DEVOZIONE A SAN GIUSEPPE

Fu buona e salutare cosa per il popolo cristiano che il Nostro Predecessore d’immortale memoria Pio IX decretasse il castissimo Sposo della Vergine Madre di Dio e Custode del Verbo Incarnato, Giuseppe, Patrono della Chiesa Cattolica, e poiché nel prossimo dicembre ricorrerà il cinquantesimo anniversario del fausto avvenimento, riteniamo assai utile che esso venga celebrato in modo solenne da tutto il mondo. Se Noi diamo uno sguardo a questo periodo, si presenta ai nostri occhi una lunga serie di pie istituzioni le quali attestano che il culto del santissimo Patriarca è venuto via via crescendo fino ad ora presso i … Continua a leggere BENEDETTO XV BONUM SANE : DEVOZIONE A SAN GIUSEPPE

SEGNATELO SUL CALENDARIO :MARZO E’ IL MESE DEDICATO A SAN GIUSEPPE

di Genevieve Perkins Sapevate che ogni mese ha una devozione cattolica tipica? Quest’anno, concentriamoci su ciascuna devozione mensile per crescere nella nostra fede e nelle nostre tradizioni! Annotatela, scrivetela sul calendario e recitate ogni giorno del mese una preghiera specifica. Potete usare una preghiera già associata alla devozione o recitarne una personale. Nel 1889, Papa Leone XIII ci ha donato la Quamquam pluries (Sulla devozione a San Giuseppe), in cui si legge: “In Giuseppe i padri di famiglia hanno il più sublime modello di paterna vigilanza e provvidenza; i coniugi un perfetto esemplare d’amore, di concordia e di fede coniugale; i vergini … Continua a leggere SEGNATELO SUL CALENDARIO :MARZO E’ IL MESE DEDICATO A SAN GIUSEPPE

L’ANTICA PREGHIERA A SAN GIUSEPPE CHE NON HA MAI FALLITO

Se recitata con fede e per un particolare beneficio spirituale Anche se San Giuseppe nella Scrittura non dice una parola, il suo silenzio, esempio di fedeltà obbediente e cura diligente della Sacra Famiglia durante gli anni formativi di Gesù, lo ha reso uno dei santi più amati della cristianità. La devozione al padre putativo di Gesù viene in genere fatta risalire al III o IV secolo, ma secondo il libro di preghiere Pieta c’è una preghiera a San Giuseppe che risale all’anno 50. Questa preghiera venne ritrovata nel 50° anno di nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo. Nel 1505 venne … Continua a leggere L’ANTICA PREGHIERA A SAN GIUSEPPE CHE NON HA MAI FALLITO