L’INTERVISTA «Il gregoriano modello per la liturgia? Sì, perché diretto a Dio»

«Oggi c’è un’incomprensione riguardo all’importanza straordinaria che musica e liturgia devono avere nella vita del cristiano». «Il Concilio ha espressamente richiamato il ruolo del canto gregoriano, della polifonia, dell’organo, del latino» e quindi «le derive della musica liturgica verso la musica pop non si giustificano in nessun modo». La Nuova BQ intervista il maestro Aurelio Porfiri, autore di «Messa a punto», un libro sul legame tra liturgia e musica. Sappiamo come la liturgia sia sempre stata un tema caldo della stagione postconciliare. E di conseguenza anche la musica liturgica si è trovata invischiata in infinite polemiche che l’hanno risucchiata in un gorgo … Continua a leggere L’INTERVISTA «Il gregoriano modello per la liturgia? Sì, perché diretto a Dio»

COSE’ E’ L’ANNO LITURGICO , E DA DOVE E’ DERIVATO?

L’anno ecclesiale segue per molti versi il susseguirsi delle stagioni, e segue un ritmo che parla all’anima Il mondo naturale che ci circonda sperimenta un continuo cambiamento di stagioni, dalla primavera all’estate, dall’autunno all’inverno. È bellissimo osservarlo, e offre alla nostra anima una varietà che non fa mai annoiare.Non sorprende che una realtà simile si sperimenti anche nell’anno liturgico della Chiesa cattolica. Nell’antichità i cristiani seguivano il calendario ebraico, ma presto è diventato evidente che dovevano trovare una soluzione diversa. Lo hanno fatto innanzitutto scegliendo la domenica come loro “shabbat”, e poi commemorando ogni anno la Passione, Morte e Resurrezione … Continua a leggere COSE’ E’ L’ANNO LITURGICO , E DA DOVE E’ DERIVATO?

LA LITURGIA E’ UMANA QUANDO E’ FEDELE ALL’UMANITA’ DI CRISTO

Occorre continuare sul cammino di umanizzazione della liturgia avviato dal Concilio Vaticano II? di Goffredo Boselli Una delle acquisizioni del V Convegno ecclesiale di Firenze* è quella di aver raggiunto la consapevolezza che la realizzazione del nuovo umanesimo in Gesù Cristo non può prescindere dalla natura profondamente umana della liturgia. E che l’azione sacramentale della Chiesa è un autentico cammino di umanizzazione evangelica. La liturgia come risorsa di umanità, come luogo di costruzione del nuovo umanesimo in Gesù Cristo, consapevoli che è un’umanità sempre da evangelizzare e da convertire. La liturgia, infatti, assume e trasfigura tutto l’umano, perché nel gesto … Continua a leggere LA LITURGIA E’ UMANA QUANDO E’ FEDELE ALL’UMANITA’ DI CRISTO

PENTECOSTE , COSA E PERCHE’ SI FESTEGGIA

Nella solennità di Pentecoste si ricorda e celebra la discesa dello Spirito Santo che dà inizio alla missione della Chiesa. In origine indicava l’avvio della mietitura. La bellezza della liturgia. Duccio di Buoninsegna, “La Pentecoste” Nella Solennità di Pentecoste si celebra la discesa dello Spirito Santo su Maria e gli apostoli riuniti insieme nel Cenacolo. Con la Pasqua e il Natale costituisce una delle feste più importanti del calendario liturgico, e segna l’avvio della chiamata missionaria della Chiesa. L’origine del nome e la festa agricola Jean ii Restout, “La Pentecoste” «Quando verrà lui – spiega Gesù nel Vangelo di san … Continua a leggere PENTECOSTE , COSA E PERCHE’ SI FESTEGGIA

L’AVVENTO DI PAPA BENEDETTO XVI

“L’Avvento è per eccellenza la stagione spirituale della speranza, e in esso la Chiesa intera è chiamata a diventare speranza, per sè e per il mondo” OMELIA DI PAPA BENEDETTO IN OCCASIONE DELL’INIZIO DELL’AVVENTO 29 NOVEMBRE 2008 Cari fratelli e sorelle! Con questa liturgia vespertina, iniziamo l’itinerario di un nuovo anno liturgico, entrando nel primo dei tempi che lo compongono: l’Avvento. Nella lettura biblica che abbiamo appena ascoltato, tratta dalla Prima Lettera ai Tessalonicesi, l’apostolo Paolo usa proprio questa parola: “venuta”, che in greco è “parusia” e in latino “adventus” (1 Ts 5,23). Secondo la comune traduzione di questo testo, Paolo … Continua a leggere L’AVVENTO DI PAPA BENEDETTO XVI

PAPA FRANCESCO RIAPRE IL DIBATTITO SULLA LITURGIA E STA CON BENEDETTO XVI

TRATTO DA FORMICHE L’articolo di Andrea Mainardi Con una breve omelia dettata venerdì per la messa di suffragio per i cardinali e i vescovi defunti nel corso dell’anno, Papa Francesco è sembrato entrare nel dibattito sulla traduzione della preghiera eucaristica sostenendo la posizione del predecessore Benedetto XVI. Anche modificando quanto aveva detto due anni fa. E insieme ha implicitamente non concluso la discussione intorno al suo recente motu proprio Magnum principium sulle competenze delle conferenze episcopali nella traduzione dei testi liturgici. COSA HA DETTO IL PAPA Commentando il passaggio del libro di Daniele, dove il profeta ricorda che “molti di quelli che dormono nella regione della … Continua a leggere PAPA FRANCESCO RIAPRE IL DIBATTITO SULLA LITURGIA E STA CON BENEDETTO XVI

FRANCESCO ORA CITA RATZINGER : “SANGUE DI CRISTO E’ PER MOLTI”

Francesco celebra secondo la visione di Ratzinger riguardo alla traduzione di “pro multis”. Polemiche chiuse sulla liturgia? Papa Francesco ha detto che il sangue versato da Cristo è “per molti” piuttosto che “per tutti”. A dare la notizia è stato il Catholic Herald, secondo il quale Bergoglio ha così convenuto su questo passo controverso della liturgia cattolica con quanto sostenuto al riguardo dal Papa Emerito, Benedetto XVI. Durante una Messa per i cardinali e vescovi defunti nell’anno trascorso, infatti, – riporta il sito del magazine cattolico – il Papa ha dichiarato che “i ‘molti’ che sorgeranno per la vita eterna devono essere intesi come i … Continua a leggere FRANCESCO ORA CITA RATZINGER : “SANGUE DI CRISTO E’ PER MOLTI”