COSA SIGNIFICA IL TERMINE “ANNUNCIAZIONE”

Il nome della solennità del 25 marzo è pieno di significato spirituale Nella Chiesa cattolica, il 25 marzo si festeggia la solennità nota come “Annunciazione del Signore”. Cosa significa? Il termine “Annunciazione” deriva dal modo in cui la Chiesa nomina questo giorno festivo in latino (Annuntiationem Beatae Mariae Virginis). La parola annuntiationem ha la sua radice nel verbo latino annuntiare, annunciare. La parola si riferisce all’“annuncio” dell’incarnazione del Signore alla Beata Vergine Maria, come narrato nel Vangelo di Luca: “L’angelo, entrato da lei, disse: «Ti saluto, o favorita dalla grazia; il Signore è con te». Ella fu turbata a queste parole, e si … Continua a leggere COSA SIGNIFICA IL TERMINE “ANNUNCIAZIONE”

LE APPARIZIONI DI AMSTERDAM

Isje (Ida) Johanna Peerdeman nacque il 13 agosto 1905 ad Alkmaar, in Olanda. Suo padre lavorava come rappresentante di tessuti. La madre morì quando Ida aveva solo 8 anni. Lei era la più piccola di cinque figli e da quel momento venne cresciuta dai suoi fratelli. All’età di 12 anni ebbe il suo primo incontro con la Madonna: mentre stava tornando a casa dalla confessione vide la figura luminosa di una donna. La ragazza riconobbe in quella figura la Beata Vergine Maria. Era il 13 ottobre 1917, lo stesso giorno dell’ultima apparizione di Fatima in cui si verificò il Miracolo … Continua a leggere LE APPARIZIONI DI AMSTERDAM

MARTEDÌ 27 NOVEMBRE Medaglietta Miracolosa di Rue du Bac Memoria delle rivelazioni fatte a santa Caterina Labouré

a giugno a dicembre del 1830 Suor Caterina Labouré, giovane novizia delle Figlie della Carità, riceve l’immensa grazia di intrattenersi per ben tre volte con la Vergine Maria (Cappella sita al 140, Rue du Bac a Parigi). Il 18 Giugno 1830, alle 23,30, Caterina si sente chiamare per nome; un misterioso bambino è ai piedi del letto e la invita ad alzarsi: “La Santa Vergine ti attende” le dice. Caterina si veste e segue il bambino che diffonde raggi di luce dappertutto dove passa. Arrivati nella cappella, Caterina si ferma dalla parte della sedia del sacerdote, situata nel coro. Ode allora “come il … Continua a leggere MARTEDÌ 27 NOVEMBRE Medaglietta Miracolosa di Rue du Bac Memoria delle rivelazioni fatte a santa Caterina Labouré

IL PRESEUNTO MIRACOLO DELLA MADONNA AD OLIVA DOPO AVER TOCCATO L’ACQUA DELLE FOTANELLE

Una grave malattia della pelle non riesce ad essere curata in quattro ospedali. L’intercessione di Maria Rosa Mistica dietro la guarigione? Guarita grazie all’acqua delle Fontanelle, per intercessione di Maria Rosa Mistica? La Chiesa non ha mai riconosciuto il presunto miracolo ricevuto da Oliva Sudiro, ma la sua testimonianza è una delle più “forti”, tra quelle che provengono dal santuario di Montichiari (Brescia). Il suo caso lo ha riportato Fratel Ettore Boschini ad Andrea Tornielli, autore di “Fratel Ettore e il miracolo di Rosa Mistica” (edizione Ares). Fratel Ettore lo ha seguito e l’ha studiato. Parliamo di una donna affetta da una grave malattia della pelle, … Continua a leggere IL PRESEUNTO MIRACOLO DELLA MADONNA AD OLIVA DOPO AVER TOCCATO L’ACQUA DELLE FOTANELLE

LA STORIA ISPIRATRICE DI COME UN MONACO CIECO E PARALIZZATO COMPOSE IL SALVE REGINA

Il beato Ermanno era nato con palatoschisi, paralisi cerebrale e spina bifida, ma aveva anche una mente brillante Dio usa spesso strumenti deboli per trarne un bene maggiore. È il caso del beato Ermanno di Reichenau (1013-1054). Ebbe un’infanzia estremamente difficile, ma i suoi genitori volevano il meglio per lui. Quando aveva 7 anni riuscirono a inserirlo in un monastero benedettino vicino casa, dove avrebbe potuto essere educato e allevato. Al monastero Ermanno fiorì, e si scoprì rapidamente che se il suo corpo era paralizzato, la sua mente era invece straordinaria. Divenne un esperto di astronomia, teologia, matematica, storia e … Continua a leggere LA STORIA ISPIRATRICE DI COME UN MONACO CIECO E PARALIZZATO COMPOSE IL SALVE REGINA

LA MADONNA CI HA LASCIATO UN’ALTRA IMMAGINE DI SE’ OLTRE A QUELLA DI GUADALPE?

Anche se la rappresentazione è molto piccola, i simboli sono idonei alla cultura del Venezuela del XVII secolo Un capo tribale venezuelano, scelto dalla Vergine per evangelizzare gli indiani Coromoto, ha finito per diventare un moderno Giona che ha cercato in tutti i modi di sfuggire alla sua missione ma alla fine l’ha realizzata. La Madonna gli apparve due volte, dicendogli di battezzarsi, e due volte egli oppose resistenza. Quando la Vergine gli apparve per la prima volta, nel 1651, il capo indiano iniziò a imparare la fede cristiana insieme ad altri membri della tribù, ma preoccupato del fatto che … Continua a leggere LA MADONNA CI HA LASCIATO UN’ALTRA IMMAGINE DI SE’ OLTRE A QUELLA DI GUADALPE?

26 AGOSTO LA MADONNA DI CZESTOCHOWA

Il Santuario di Częstochowa è uno dei più importanti centri di culto cattolico. Il santuario si trova in Polonia, sui pendii del monte Jasna Góra (Monte chiaro, luminoso): qui è conservata l’icona della Madonna di Częstochowa (Madonna Nera). La tradizione vuole che sia stata dipinta da san Luca e che, essendo contemporaneo alla Madonna, ne abbia dipinto il vero volto. Secondo i critici d’arte il Quadro di Jasna Gòra sarebbe stato in origine un’icona bizantina, del genere “Odigitria” (“Colei che indica e guida lungo la strada”), databile tra il VI e il IX secolo. Dipinta su una tavola di legno, raffigura il busto della Vergine con Gesù in braccio. … Continua a leggere 26 AGOSTO LA MADONNA DI CZESTOCHOWA