IL BEATO CARLO D’AUSTRIA E LA MOGLIE ZITA CONDIVIDONO IL SEGRETO DI UNA VITA FELICE

Il loro matrimonio è più bello di qualsiasi favola La storia d’amore tra il beato Carlo d’Austria e sua moglie, la Serva di Dio Zita, è più bella di qualsiasi favola. In tutto il loro rapporto si sono rivolti all’autore stesso dell’amore, Dio. Carlo e Zita si sono conosciuti durante l’infanzia, ma hanno iniziato a trascorrere più tempo insieme solo quando Zita aveva 19 anni e Carlo 24. Un giorno Carlo sentì che Zita era fidanzata con qualcun altro. Cominciò a informarsi, e quando scoprì che la notizia era falsa progettò subito di chiedere la sua mano, prima che potesse farsi avanti qualche … Continua a leggere IL BEATO CARLO D’AUSTRIA E LA MOGLIE ZITA CONDIVIDONO IL SEGRETO DI UNA VITA FELICE

SAN VALENTINO

San Valentino, detto anche san Valentino da Terni, o san Valentino da Interamna (Terni, 176 circa – Roma, 14 febbraio 273), è stato un vescovo e martire cristiano. Ricreato il volto di san Valentino Venerato come santo dalla Chiesa cattolica, da quella ortodossa e successivamente dalla Chiesa anglicana, è considerato patrono degli innamorati e protettore degli epilettici.[1][2] La più antica notizia di san Valentino è in Martyrologium Hieronymianum, un documento ufficiale della Chiesa dei secc. V–VI dove compare il suo nome e anniversario di morte. Ancora nel secolo VIII un altro documento, Passio Sancti Valentini[3], ci narra alcuni particolari del martirio: la tortura, la decapitazione notturna, la sepoltura a Terni ad opera dei discepoli Proculo, Efebo e Apollonio, il successivo martirio di questi e la loro sepoltura. Agiografia   Nato a Interamna Nahars (oggi … Continua a leggere SAN VALENTINO

LA SANTA CHE AIUTAVA LE ANIME AD USCIRE DAL PRGATORIO

A Maria Francesca delle Cinque Piaghe si sono rivolti laici e religiosi di cui conserviamo diverse testimonianze Anna Maria Gallo (1715-1791 nacque a Napoli nel rione dei Quartieri spagnoli il 25 marzo 1715 e morì nella città partenopea il 6 ottobre 1791. Fin da bambina sperimentò la dura legge del lavoro manuale faticando duramente nella sua famiglia di piccoli artigiani che lavoravano merletti e frange di filo d’oro e di seta. A sedici anni vincendo le resistenze del violento padre, che la voleva per forza sposa di un giovane benestante, si consacrò al Signore come monaca di casa o “bizzoca”, come … Continua a leggere LA SANTA CHE AIUTAVA LE ANIME AD USCIRE DAL PRGATORIO

QUANDO SANT’AGATA IMPEDI’ CHE L’ETNA DISTRUGGESSE CATANIA

La popolazione cittadina invocò la sua intercessione quando la lava ne minacciava la vita La popolarità di Sant’Agata si diffuse rapidamente nel III secolo dopo il suo orribile martirio. Venne brutalmente torturata a morte per essersi rifiutata di rinunciare alla sua verginità e alla religione cristiana, e la sua storia di perseveranza nella sofferenza ha ispirato molti nel corso dei secoli. Poco dopo la sua morte, la popolazione italiana iniziò a invocarne l’intercessione per varie necessità. In particolare, gli abitanti di Catania usarono un velo che lei aveva indossato per proteggersi dalla distruzione totale. La Legenda Aurea riassume la sua intercessione per … Continua a leggere QUANDO SANT’AGATA IMPEDI’ CHE L’ETNA DISTRUGGESSE CATANIA

VENERABILE GIUSEPPE AMBROSINI SACERDOTE

Soave, Verona, 4 febbraio 1889 – San Bonifacio, Verona, 31 marzo 1913 Don Giuseppe Ambrosini fu un sacerdote della diocesi di Vicenza. Ultimo di tredici figli, venne educato dai suoi genitori in un ambiente contadino ma agiato, all’ombra della chiesa abbaziale di San Pietro Apostolo a Villanova, frazione di San Bonifacio. Tenace nel perseguire la via verso il sacerdozio, accettò di abbandonare temporaneamente il Seminario per ubbidire al padre, ma una volta tornato procedette speditamente fino all’ordinazione sacerdotale, avvenuta il 30 luglio 1911. Nominato vicario parrocchiale ad Arzignano, si distinse per la devozione all’Eucaristia e alla Madonna, nonché per la … Continua a leggere VENERABILE GIUSEPPE AMBROSINI SACERDOTE

SANTI RIBELLI : ANGELA MARICI . TENETE L’ANTICA STRADA E FATE VITA NOVA

Un altro assaggio da Santi Ribelli vol.1 della collana Underground, per i tipi di Berica Editrice. Un’altra donna che dal cuore della Chiesa ha servito il mondo. Femministe, lasciatevelo dire, siete delle dilettanti! Angela ha vissuto in collina, su una collina che conosco e che fiancheggio in auto quasi tutti i giorni. Su una delle morene che fanno corona al lago, quello di Garda, da milioni di anni. E proprio lì, su una di quelle a Le Grezze, 5oo anni fa il mio stesso anno è nata e ha vissuto anche Angela Merici, prima di andare a Salò e infine a Brescia. Una … Continua a leggere SANTI RIBELLI : ANGELA MARICI . TENETE L’ANTICA STRADA E FATE VITA NOVA

QUALE SANTA E’ RAPPRESENTATA CON UNA TORRE ?

Come identificare un santo che s’incontra in una nicchia per strada, in un museo, in una chiesa, sotto forma di statua o di dipinto? Aleteia vi offre delle chiavi per riconoscere i simboli di ogni personaggio e diventare imbattibili nel campo. Oggi santa Barbara. Santa Barbara è generalmente rappresentata incoronata e con una torre a trifora che ricorda l’imprigionamento che subì da parte del padre. In Germania la si trova talvolta con una pisside sormontata da un’ostia, perché è la garante della buona morte per i suoi protetti. Ella è pure, talvolta, accompagnata da un pavone o da una piuma … Continua a leggere QUALE SANTA E’ RAPPRESENTATA CON UNA TORRE ?