SAN BENEDETTO RACCONTATO DA BENEDETTO XVI

San Benedetto, Fondatore del monachesimo occidentale, e anche Patrono del mio pontificato. Comincio con una parola di San Gregorio Magno, che scrive di San Benedetto: “L’uomo di Dio che brillò su questaterra con tanti miracoli non rifulse meno per l’eloquenza con cui seppe esporre la sua dottrina” (Dial. II,36). Queste parole il grande Papa scrisse nell’anno 592; il santo monaco era morto appena 50 anni prima ed era ancora vivo nella memoria della gente e soprattutto nel fiorente Ordine religioso da lui fondato. San Benedetto da Norcia con la sua vita e la sua opera ha esercitato un influsso fondamentale … Continua a leggere SAN BENEDETTO RACCONTATO DA BENEDETTO XVI

JOSEPH RATZINGER LA MIA PRIMA SANTA MESSA …

8 luglio 1951, LA PRIMA MESSA….. Il giorno della prima Messa la nostra chiesa parrocchiale di Sant’Osvaldo era illuminata in tutto il suo splendore, e la gioia che la riempiva quasi palpabilmente coinvolse tutti nell’azione sacra, nella forma vivissima di una “partecipazione attiva”, che non aveva bisogno di una particolare operosità esteriore. Eravamo invitati a portare in tutte le case la benedizione della prima Messa e fummo accolti dovunque, anche da persone completamente sconosciute, con una cordialità, che fino a quel momento non mi sarei nemmeno immaginato. Sperimentai così molto direttamente quali grandi attese gli uomini abbiano nei confronti del … Continua a leggere JOSEPH RATZINGER LA MIA PRIMA SANTA MESSA …

UN ALTRO GESUITA IN UN POSTO CHIAVE. Germán Arana. I futuri nunzi li sceglie lui.

Ha fatto molto rumore il precedente post sul gesuita Germán Arana e i suoi cattivi consigli a Francesco, anche perché pochi sapevano dello stretto legame di amicizia e di confidenza che intercorre da tempo tra lui e il papa. A conferma di questo legame c’è il ruolo molto delicato che padre Arana ricopre in un istituto vaticano particolarmente caro a Francesco: la Pontificia Accademia Ecclesiastica, il cenacolo di formazione dei futuri nunzi apostolici, gli ambasciatori del papa presso gli Stati. Sono una dozzina, da tutto il mondo, i giovani sacerdoti che ogni anno sono ammessi a questa scuola d’alta diplomazia. E la … Continua a leggere UN ALTRO GESUITA IN UN POSTO CHIAVE. Germán Arana. I futuri nunzi li sceglie lui.

BAVIERA, DA OGGI IL CROCIFISSO E’ OBBLIGATORIO e i musulmani sono d’accordo….. solo il cardinale Marx continua ad opporsi…. e intanto oggi il presidente della Baviera Markus Soder si è recato in visita da Benedetto XVI

La maggioranza della popolazione vede il provvedimento come un’affermazione dell’identità del Land e non come un attacco alla laicità dello Stato. Continua a opporsi, «La separazione tra Stato e Chiesa in Germania è un fatto, ma il crocifisso riguarda più la cultura che la religione». Il sindaco di Deggendorf non ha avuto problemi a mettersi in regola con il provvedimento approvato di recente dal presidente della Baviera, Markus Söder, che rende obbligatoria da giugno l’esposizione del crocifisso in tutti gli uffici pubblici del Land. E anche se la decisione è stata molto criticata dai giornali tedeschi e internazionali come un attacco … Continua a leggere BAVIERA, DA OGGI IL CROCIFISSO E’ OBBLIGATORIO e i musulmani sono d’accordo….. solo il cardinale Marx continua ad opporsi…. e intanto oggi il presidente della Baviera Markus Soder si è recato in visita da Benedetto XVI

SUORA UCCISA DOPO IL DISCORSO DI RATISBONA VERRA’ BEATIFICATA IL 26 MAGGIO

Papa Francesco ha riconosciuto suor Leonella Sgorbati come martire Una suora uccisa nel contesto delle proteste dopo che Benedetto XVI era stato accusato di aver criticato l’islam in un discorso pronunciato a Ratisbona (Germania) verrà beatificata questo sabato. Suor Leonella Sgorbati è stata uccisa il 17 settembre 2006 a Mogadiscio (Somalia), dove lavorava in un ospedale infantile. Aveva 65 anni e svolgeva la sua missione in Africa da trentacinque, cinque dei quali in Somalia. È stata uccisa a colpi di arma da fuoco dopo aver lasciato l’ospedale, mentre stava tornando al suo convento, distante appena pochi metri. I malviventi hanno assassinato … Continua a leggere SUORA UCCISA DOPO IL DISCORSO DI RATISBONA VERRA’ BEATIFICATA IL 26 MAGGIO

GEORG GANSWEIN, segretario di Benedetto XVI definisce il cardinale Marx “non illuminato”

L’arcivescovo Georg Gänswein, segretario di Benedetto XVI, ha criticato l’arcivescovo di Monaco, il card. Marx, per essersi scagliatocontro la decisione della Baviera di esporre croci negli edifici pubblici. Parlando al settimanale tedesco anticattolico Zeit(16 maggio), Gänswein l’ha definita una “dichiarazione non molto illuminata”. Ha poi affermato che in Vaticano “non ci sono oppositori a Francesco” e che Francesco è una “figura luminosa” contro cui si fabbricano “leggende oscure”. Gänswein si è anche espresso contro i sacerdoti sposati e il diaconato femminile. Fonte it.news Continua a leggere GEORG GANSWEIN, segretario di Benedetto XVI definisce il cardinale Marx “non illuminato”

CARD . RATZINGER : “L’ASCENSIONE E’SEGNO DELLA BENEDIZIONE . LE MANI DI CRISTO SONO DIVENTATE IL TETTO CHE CI COPRE”

Ascensione Nel racconto dell’ascensione di Cristo l’evangelista Luca ha inserito un’osservazione che continuo a trovare sorprendente, per quanto io abbia cercato più volte di chiarirne il significato teologico. Infatti Luca nel suo vangelo dice che i discepoli erano pieni di grande gioia quando dal monte degli ulivi scesero verso Gerusalemme. Secondo la nostra normale psicologia qui c’è davvero qualcosa che non va: l’Ascensione del Signore al cielo era l’ultima apparizione del Risorto; i discepoli sapevano che non avrebbero più rivisto il Signore in questo mondo. Certo, questo congedo non è paragonabile a quello del venerdì santo. Allora, infatti, Gesù sembrava aver … Continua a leggere CARD . RATZINGER : “L’ASCENSIONE E’SEGNO DELLA BENEDIZIONE . LE MANI DI CRISTO SONO DIVENTATE IL TETTO CHE CI COPRE”