QUANDO IL CARDINALE JOSEPH RATZINGER SCRISSE L’INTRODUZIONE DEL LIBRO “NUOVO DISORDINE MODIALE”….

  Mons. Michel Schooyans — Nuovo disordine mondiale — San Paolo Edizioni (2000). Introduzione scritta dall’allora card. Joseph Ratzinger. Sin dagli inizi dell’Illuminismo, la fede nel progresso ha sempre messo da parte l’escatologia cristiana, finendo di fatto per sostituirla completamente. La promessa di felicità non è più legata all’aldilà, bensì a questo mondo. Emblematico della tendenza dell’uomo moderno è l’atteggiamento di Albert Camus, il quale alle parole di Cristo “il mio regno non è di questo mondo” oppone con risolutezza l’affermazione “il mio regno è di questo mondo”. Nel XIX secolo, la fede nel progresso era ancora un generico ottimismo … Continua a leggere QUANDO IL CARDINALE JOSEPH RATZINGER SCRISSE L’INTRODUZIONE DEL LIBRO “NUOVO DISORDINE MODIALE”….

EMANUELA ORLANDI, IL VATICANO: ‘PER NOI IL CASO È CHIUSO’

Il fratello Pietro aveva chiesto i documenti relativi alla scomparsa della giovane, secca la risposta della Santa Sede: ‘Abbiamo già detto tutto’ Per il Vaticano il caso di Emanuela Orlandi è chiuso. Sono state più o meno queste le parole arrivate dalla Santa Sede dopo che il fratello Pietro Orlandi ha chiesto i documenti relativi alla scomparsa di Emanuela, svanita nel nulla a soli 15 anni il 22 giugno 1983 a Roma. “Non possiamo fare altro che condividere, simpatizzare e prendere a cuore la sofferenza dei familiari. Non so se la magistratura italiana abbia nuovi elementi, ma da parte vaticana … Continua a leggere EMANUELA ORLANDI, IL VATICANO: ‘PER NOI IL CASO È CHIUSO’

LO SCANDALO DEL SILENZIO

I quattro cardinali, autori dei “dubia” concernenti l’Esortazione Amoris laetitia, hanno reso nota, attraverso il blog del vaticanista Sandro Magister, una richiesta di udienza che il cardinale Carlo Caffarra ha presentato al Papa lo scorso 25 aprile ma che, come i “dubia”, non ha avuto risposta. Il deliberato silenzio di Papa Francesco – che pure riceve a Santa Marta personalità molto meno rilevanti, per discutere di problemi molto meno importanti per la vita della Chiesa – è la ragione della pubblicazione del documento. Nella richiesta filiale di udienza, i quattro cardinali (Brandmüller, Burke, Caffarra e Meisner) fanno sapere che avrebbero … Continua a leggere LO SCANDALO DEL SILENZIO

IL MIX LETALE PER L’EUROPA SECONDO PAPA BENEDETTO XVI

Ratzinger a un convegno in suo onore: “Il confronto fra concezioni radicalmente atee dello stato e il sorgere di uno stato radicalmente religioso nei movimenti islamistici conducono il nostro tempo in una situazione esplosiva” Il titolo del simposio organizzato dalla Conferenza episcopale polacca per i novant’anni del Papa emerito aveva per titolo “Il concetto di stato nella prospettiva dell’insegnamento del Cardinal Joseph Ratzinger-Benedetto XVI”, e quest’ultimo, dal buen retiro dei Giardini vaticani, ha spedito un messaggio che riassume in una manciata di righe il suo pensiero in proposito. Non solo, perché quella di Benedetto è una fotografia lucida sullo stato … Continua a leggere IL MIX LETALE PER L’EUROPA SECONDO PAPA BENEDETTO XVI

DUBIA. A.L. I CARDINALI. UNA LETTERA SENZA RISPOSTA, UN’UDIENZA MAI CONCESSA. IL SILENZIO DEL PAPA. PAURA DI UN CONFRONTO?

La Nuova Bussola Quotidiana, il New Catholic Register e Settimo Cielo pubblicano oggi una lettera scritta il 25 aprile scorso dai quattro cardinali che hanno presentato i “Dubia” sull’Amoris Laetitia. I cardinali Brandmūller, Burke, Caffarra, e Meisner nella lettera chiedevano un’udienza al Pontefice, per avere un chiarimento sui Dubia, e per esporre la situazione di confusione e smarrimento creatasi nella Chiesa a causa di interpretazioni opposte del documento emesso nell’aprile del 2016. Nel settembre scorso i cardinali presentarono alla Congregazione per la Dottrina della Fede i “Dubia”, seguendo un metodo classico usato dai vescovi quando desideravano chiarimenti su un punto … Continua a leggere DUBIA. A.L. I CARDINALI. UNA LETTERA SENZA RISPOSTA, UN’UDIENZA MAI CONCESSA. IL SILENZIO DEL PAPA. PAURA DI UN CONFRONTO?

ADDIO HELMUT , L’AMICO DI WOJTYLA E RATZINGER , STIMATO DA BERGOGLIO

Nell’incontro tra il Papa e Angela Merkel, ha fatto sapere la Sala Stampa della Santa Sede, “un particolare ricordo è stato riservato al già Cancelliere Federale Helmut Kohl, scomparso ieri, ed alla sua instancabile opera a favore della riunificazione della Germania e dell’unità d’Europa”. E proprio mentre la Merkel lasciava il Vaticano, è stato poi diffuso il testo del messaggio di cordoglio del Papa indirizzato alla Merkel, che ripete evidentemente le parole pronunciate a voce nel colloquio al Palazzo Apostolico. Un riconoscimento postumo che ricompensa un grande personaggio, costretto a ritirarsi dalla vita politica a causa di uno scandalo finanziario … Continua a leggere ADDIO HELMUT , L’AMICO DI WOJTYLA E RATZINGER , STIMATO DA BERGOGLIO

ESCE IN POLONIA UN LIBRO DI MEMORIE DELL’ARCIVESCOVO MIECZYSLAW MOKRZYCKY, SEGRETARIO DI DUE PAPI…..San Giovanni Paolo II ‘ aveva chiesto ai suoi collaboratori se doveva dimettersi, ma è sempre stato consigliato contro’…. Quanto a Benedetto, egli “passava ore in ginocchio, a pregare” per le persone che avevano chiesto le sue preghiere, soprattutto per la loro salute.

Amici e collaboratori avevano detto che, come Santo Padre avrebbe dovuto portare avanti la sua missione fino alla fine, ha ricordato recentemente uno dei suoi segretari, l’attuale arcivescovo Mieczyslaw Mokrzycki. San Giovanni Paolo II aveva discusso delle sue dimissioni da papa con i suoi aiutanti, ma fu sconsigliato nell’interesse della Chiesa cattolica, ha raccontato il suo ex segretario in un libro pubblicato di recente in Polonia. Un libro di interviste con l’arcivescovo Mieczyslaw Mokrzycki, “Segretario di due Papi”, pubblicato il mese scorso, ha offerto una certa comprensione della vita quotidiana in Vaticano con Giovanni Paolo e il suo successore di … Continua a leggere ESCE IN POLONIA UN LIBRO DI MEMORIE DELL’ARCIVESCOVO MIECZYSLAW MOKRZYCKY, SEGRETARIO DI DUE PAPI…..San Giovanni Paolo II ‘ aveva chiesto ai suoi collaboratori se doveva dimettersi, ma è sempre stato consigliato contro’…. Quanto a Benedetto, egli “passava ore in ginocchio, a pregare” per le persone che avevano chiesto le sue preghiere, soprattutto per la loro salute.