Articolo evidenziato

COME CELEBRAVANO GLI ULTIMI GIORNI DELLA SETTIMANA SANTA I PRIMI CRISTIANI ?

Il Triduo Sacro è cambiato ben poco nel corso dei secoli Gli ultimi tre giorni della Settimana Santa, il Triduo Sacro, rappresentano i giorni più santi dell’intero calendario liturgico. Sono quelli che prevedono le liturgie più elaborate della Chiesa cattolica, e commemorano gli eventi più sacri della vita di Gesù Cristo. Non dovrebbe sorprendere che a questi giorni sia stata data grande solennità fin dagli inizi del cristianesimo. I primi cristiani cercavano di ricordare gli ultimi giorni della vita terrena di Gesù concentrandosi sulla sua Passione, morte e resurrezione. Giovedì Santo Il primo giorno del Triduo è il Giovedì Santo, … Continua a leggere COME CELEBRAVANO GLI ULTIMI GIORNI DELLA SETTIMANA SANTA I PRIMI CRISTIANI ?

SAPETE CHE COS’E’ E COME SI MANIFESTA LA “SANTITA’ ANGELICA”?

Essi sono chiamati a vedere Dio faccia a faccia nella visione beatifica, fine talmente sublime che nessuno spirito, per eccellente che sia, è capace senza infusione di grazia Gli Angeli sono perfetti in ogni modo. Per noi, cristiani, la loro santità è cosa evidente e la nostra teologia offre un potente soccorso a questa intuizione; basandosi su alcuni principi nettamente stabiliti, essa ci ha rivelato le cose più belle sulla purezza degli Angeli e sul grado eminente della loro santità. Quello che noi sappiamo della natura di uno spirito, e che noi sappiamo della grazia, ci è molto profittevole quando noi … Continua a leggere SAPETE CHE COS’E’ E COME SI MANIFESTA LA “SANTITA’ ANGELICA”?

CORPUS DOMINI

La Solennità del Santissimo Corpo e Sangue di Cristo (Sollemnitas Ss.mi Corporis et Sanguinis Christi)[1], o, nella forma straordinaria del rito romano, Festum Ss.mi Corporis Christi[2], comunemente nota con le espressioni latine Corpus Domini (“Corpo del Signore”), come in Italia, o Corpus Christi (“Corpo di Cristo”), come nei paesi di lingua inglese e spagnola, è una delle principali solennità dell’anno liturgico della Chiesa cattolica. Si celebra il giovedì successivo alla solennità della Santissima Trinità oppure, in alcuni Paesi tra cui l’Italia, la domenica successiva.[3] Rievoca, in una circostanza liturgica meno carica, la liturgia della Messa nella Cena del Signore (Messa in Cena Domini) del Giovedì santo. La solennità cristiana universale fu istituita ad Orvieto da papa Urbano IV, con la bolla Transiturus dell’11 agosto 1264. … Continua a leggere CORPUS DOMINI

QUEST’OSTIA EUCARISTICA CONTIENE ANCORA SANGUE FRESCO DOPO 770 ANNI

Il miracolo è visibile ai pellegrini di Santarém, in Portogallo, e l’Ostia ha le stesse sembianze che aveva nel 1247 I cattolici credono che il pane e il vino a Messa vengano trasformati nel Corpo, nel Sangue e nella divinità di Gesù. È un mistero noto come “transustanziazione”, che significa che se le sembianze del pane e del vino restano, la sostanza soggiacente è cambiata (attraverso il potere di Dio), trasformandosi nel Corpo e nel Sangue di Cristo. È un insegnamento basato sulla Scrittura e sulla tradizione, e non è cambiato nella sua essenza fin dai tempi apostolici.La Chiesa riconosce … Continua a leggere QUEST’OSTIA EUCARISTICA CONTIENE ANCORA SANGUE FRESCO DOPO 770 ANNI

GIULIANA DI LIEGI , LA RELIGIOSA DEL XIII SECOLO CHE CI HA DONATO IL CORPUS DOMINI

Ha aiutato la Chiesa a concentrarsi sull’unità nel Corpo e nel Sangue di Cristo In questo fine settimana si celebra in molte parti del mondo la solennità del Santissimo Corpo e Sangue di Cristo, festa più nota come Corpus Domini.La festa del Corpus Domini ha impiegato del tempo per inserirsi nel calendario universale della Chiesa, ed è dovuta – insieme, per estensione, allo splendido Ufficio di Tommaso d’Aquino che la celebra – a una suora belga del XIII secolo di nome Giuliana. Rimasta orfana a 5 anni, fu ospitata insieme alla sorella in una piccola fattoria appartenente a un doppio monastero … Continua a leggere GIULIANA DI LIEGI , LA RELIGIOSA DEL XIII SECOLO CHE CI HA DONATO IL CORPUS DOMINI

IL RITORNO DEI TEMPLARI, “A DIFESA DELL’EUROPA CRISTIANA”

Dopo 700 anni sono ancora attivi i “soldati di Cristo”. In esclusiva l’antico rito di iniziazione: “Quando morirà l’ultimo cavaliere sarà finita la civiltà” Giuseppe De Lorenzo La penombra della cripta dona la giusta atmosfera di mistero. I cavalieri s’aggiustano il mantello bianco con una vistosa croce rossa sulla spalla. Il novizio, convocato, avanza in religioso silenzio e s’inginocchia di fronte al maestro templare. Ascolta contrito il rito dell’ammissione: “Nel nome di nostro signore Gesù Cristo, ti accogliamo nell’Ordine del Tempio” (guarda il video esclusivo).   Roma, primavera 2018. Basilica dei santi Apostoli. Oltre 700 anni dopo la fine ingloriosa dei cavalieri crociati … Continua a leggere IL RITORNO DEI TEMPLARI, “A DIFESA DELL’EUROPA CRISTIANA”

LA STORIA AFFASCINANTE E IL SIMBOLISMO DELLA DOMENICA DELLA SANTISSIMA TRINITA’

Inizialmente questa festa non veniva celebrata dopo la Pentecoste, e c’è voluto qualche secolo perché trovasse il suo posto nel calendario Dopo la celebrazione della Pentecoste, il Rito Romano della Chiesa cattolica continua a meditare sul grande mistero di Dio attraverso la festa della Santissima Trinità. La domenica successiva alla Pentecoste è dedicata alla Santissima Trinità da molti secoli, ma non è sempre stata celebrata da tutti nella Chiesa.Secondo la Catholic Encyclopedia, inizialmente questa domenica era nota come una Dominica vacans, senza un tema specifico. All’epoca non c’era alcuna festa particolare che celebrasse la Santissima Trinità, ma ben presto è sorta la … Continua a leggere LA STORIA AFFASCINANTE E IL SIMBOLISMO DELLA DOMENICA DELLA SANTISSIMA TRINITA’