COSA LEGA JOSEPH RATZINGER A SANT’AGOSTINO ?

Come un “bambino misterioso” il futuro papa insegue per tutta la vita il pensiero del teologo Joseph Ratzinger e Sant’Agostino. Un dialogo che è iniziato sin da quando il futuro papa Benedetto XVI era uno studente di teologia. A raccontarlo sono Maria Giuseppina Buonanno e Luca Caruso in “Benedetto XVI  – Immagini di una vita” (edizioni San Polo). Il racconto di questo feeling si ritrova perfettamente nell’intervento di monsignor Georg Gänswein durante la presentazione, a Monaco di Baviera, il 12 settembre 2016, dell’edizione tedesca del libro di Benedetto XVI, “Ultime conversazioni“, a cura di Peter Seewald. UN BAMBINO INNOCENTE «Lo stesso uomo di Chiesa così erudito – spiega monsignor Ganswein … Continua a leggere COSA LEGA JOSEPH RATZINGER A SANT’AGOSTINO ?

SANT’AGOSTINO CI SPIEGA DOVE SONO GLI ANGELI E QUALI DOTI HANNO

Sono al servizio di Dio e conoscono la Trinità meglio di ogni altra entità In alcune sue opere Sant’Agostino spiega chi sono gli angeli, dove dimorano e cosa fanno. Scrive Don Marcello Stanzione in “Antologia Angelica” (Ancora editrice) che uno dei più importanti Padri della Chiesa ne parla in modo approfondito nella sua opera “La città di Dio“. Secondo Sant’Agostino, gli angeli – esseri immortali e beati, stabiliti nelle dimore celesti – si rallegrano nel partecipare al loro Creatore, avendo la loro stabilità nella sua eternità, la loro certezza nella sua verità, la loro santità nel servizio a Lui. Public Domain Misericordiosi verso gli uomini Essi, prosegue Sant’Agostino, … Continua a leggere SANT’AGOSTINO CI SPIEGA DOVE SONO GLI ANGELI E QUALI DOTI HANNO

LE 10 COSE CHE SANT’AGOSTINO DIREBBE OGGI ALLA NEW AGE

Sia cristianesimo che New Age propongono una prospettiva spirituale della vita, ma cos’ha uno che l’altro non ha? La Nuova Era (New Age) è una corrente spirituale contemporanea, ma anche una nuova manifestazione del pensiero gnostico classico. Per questo, non è assurdo cercare negli insegnamenti del pensatore e vescovo Sant’Agostino di Ippona (354-430) una risposta cristiana alla New Age. Tre tipi di persone Verso il 413 o 414, in uno dei suoi sermoni pronunciati nella città di Cartagine, in Nordafrica, Agostino effettuò una curiosa classificazione degli esseri umani in tre gruppi, concentrandosi sulle grandi correnti filosofiche di allora. Gli uomini, … Continua a leggere LE 10 COSE CHE SANT’AGOSTINO DIREBBE OGGI ALLA NEW AGE

PERCHE’ IL “TE DEUM” SI CANTA IL 31 DICEMBRE ?CHI L’HA SCRITTO?

L’inno cristiano per eccellenza è cantato anche in altre solennità. E sulle sue origini si racconta una leggenda con protagonisti Sant’Ambrogio e Sant’Agostino È l’inno cristiano di ringraziamento per eccellenza e viene cantato tradizionalmente la sera di San Silvestro per ringraziare il Signore dell’anno appena trascorso. Il 31 dicembre è il giorno del Te Deum. Nelle parrocchie di tutto il mondo viene intonato nella sua lingua originale: il latino. L’inno viene cantato anche in altre particolari occasioni solenni come nella Cappella Sistina ad avvenuta elezione del nuovo pontefice, prima che si sciolga il conclave oppure a conclusione di un Concilio (Famiglia Cristiana, … Continua a leggere PERCHE’ IL “TE DEUM” SI CANTA IL 31 DICEMBRE ?CHI L’HA SCRITTO?

IL PRIMO NATALE E’ DATATO 336 A ROMA. POI SANT’AMBROGIO LO HA PORTATO A MILANO

Ma il patrono della città lombarda non voleva copiare la tradizione romano. La festa aveva un altro scopo Il primo documento che registra la celebrazione della festa del Santo Natale il 25 dicembre del 336 è il Cronografo del 354 (Chronographus anni 354), primo Calendario della Chiesa di Roma. Il calendario di Filocalo Si tratta di un Calendario illustrato, accompagnato da testi, realizzato dal calligrafo Furio Dionisio Filocalo. Il codice venne offerto ad un aristocratico romano di fede cristiana di nome Valentino. Sant’Ambrogio (339/340 – 397) visse i suoi anni giovanili a Roma e fu qui che conobbe la festa del Santo Natale, quando sua … Continua a leggere IL PRIMO NATALE E’ DATATO 336 A ROMA. POI SANT’AMBROGIO LO HA PORTATO A MILANO

CONOSCETE IL LUOGO IN CUI E’ MORTA SANTA MONICA

Santa Monica (331-387). 27 agosto. Madre di sant’Agostino, che molto sopportò e pregò per la conversione del figlio: «Seppellirete questo corpo, disse, dove meglio vi piacerà; non voglio che ve ne diate pena. Soltanto di questo vi prego, che dovunque vi troverete, vi ricordiate di me all’altare del Signore». Ostia, l’antico porto della Roma imperiale, conserva molti luoghi legati alla madre di Sant’Agostino Clicca qui per aprire la galleria fotografica Poco prima di morire, Santa Monica era insieme al figlio Sant’Agostino in una locanda di Ostia, antico porto di Roma, in attesa di una barca che li avrebbe portati a … Continua a leggere CONOSCETE IL LUOGO IN CUI E’ MORTA SANTA MONICA

COSA LEGA JOSEPH RATZINGER A SANT’AGOSTINO ?

Agostino nacque a Tagaste in Africa da famiglia benestante. Il padre, Patrizio, era pagano, ma sua madre Monica era un’ardente cristiana. Verso la fine dell’anno 370 si portò a Cartagine per studiare rettorica. Trovava nello studio un’attrattiva sì grande, che era costretto a farsi violenza per lasciarlo; ma le cognizioni che acquistava non gli servivano che a nutrire l’orgoglio. I manichei, conosciuta la sua bramosia per gli studi, solleticarono la sua vanità e l’indussero ad abbracciare la loro dottrina. Nauseato però dalle loro ciance, li abbandonò e si recò a Roma. Da Roma andò a Milano, per insegnare eloquenza.   … Continua a leggere COSA LEGA JOSEPH RATZINGER A SANT’AGOSTINO ?