IL NECROLOGIO DI BENEDETTO XVI IN MORTE DEL FRATELLO GEORG, LETTO STAMANE NEL DUOMO DI RATISBONA DA MONSIGNOR GEORG GANSWEIN

Il necrologio di Benedetto per suo fratello Georg Ratzinger

Documentiamo il necrologio del Papa Benedetto XVI qui, in morte del  fratello Georg Ratzinger, letto dall’arcivescovo Georg Gänswein al requiem dell’ex direttore della cattedrale dell’8 luglio nella cattedrale di Ratisbona.

Caro vescovo Rudolf,

Sono con te a quest’ora in cui stai facendo il mio servizio fraterno, dando a tuo fratello scorta sull’ultimo sentiero terreno. Mi sento in dovere di dire un ringraziamento per tutto ciò che hai fatto e stai facendo in queste settimane di addio. Vorrei anche ringraziare tutti coloro che sono stati con lui in queste settimane e che gli hanno mostrato la loro gratitudine per ciò che ha fatto e sofferto per loro nella sua vita.

L’eco della sua vita e del suo lavoro che ho ricevuto sotto forma di lettere, telegrammi ed e-mail in questi giorni va ben oltre ciò che avrei potuto immaginare. Persone di molti paesi, di tutte le classi e professioni mi hanno scritto in un modo che mi tocca il cuore. Dovrei effettivamente inviare una risposta personale a ciascun individuo, purtroppo mi mancano la forza e il tempo per questo e posso solo ringraziarti per aver preso parte a queste ore e giorni. La frase del cardinale Newman è diventata realtà per me: cor ad cor loquitur. Cuore a cuore parla attraverso la carta e oltre tutta la carta.

Tre caratteristiche: musicalità, socievolezza, pietà

Ci sono state tre caratteristiche principali di mio fratello che sono tornate in molte varianti e riflettono anche il mio sentimento personale a quest’ora di separazione.

Innanzitutto, si dice più volte che mio fratello ha ricevuto e compreso la sua chiamata al sacerdozio come una chiamata musicale. Già a Tittmoning nei primi anni della sua vita scolastica, non solo si informava attentamente sulla musica da chiesa, ma faceva anche i primi passi per impararla da solo. Chiese a Tittmoning o ad Aschau il nome della professione che un prete della cattedrale ha per la musica da chiesa. In tal modo ottenne il nome di Domkapellmeister, nel quale in qualche modo vide la direzione indicata della sua vita. Quando fu effettivamente nominato direttore della cattedrale di Ratisbona, fu sia un piacere che un dolore, perché nostra madre era stata chiamata fuori dal mondo quasi contemporaneamente alla sua nomina a direttore della cattedrale Schrems . Se la madre avesse vissuto lo avrebbe potuto vedere.

“Vorrei anche estendere i miei più sinceri ringraziamenti a tutti voi a quest’ora, quando sono stato in grado di provare di nuovo come lui, come sacerdote e musicista, era una persona sacerdotale ed è sempre diventato nuovo”

Questo servizio è diventato sempre più una gioia per lui, servizio che ovviamente ha dovuto essere acquistato con molta sofferenza. L’ostilità e il rifiuto non mancavano, soprattutto all’inizio. Allo stesso tempo, tuttavia, divenne padre di molti giovani che con gratitudine si fermarono e lo sostennero come i suoi passeri di cattedrale. Vorrei anche esprimere i miei più sentiti ringraziamenti a tutti voi a quest’ora, poiché sono stato in grado di provare di nuovo come lui, come sacerdote e musicista, era una persona sacerdotale ed è sempre diventato nuovo.

Vorrei menzionare un’altra caratteristica di mio fratello. Da un lato c’è la sua socievole allegria, il suo umorismo, la sua gioia per i buoni doni della creazione. Allo stesso tempo, tuttavia, era un uomo di espressione diretta in quanto esprimeva apertamente la sua convinzione. Ha vissuto nella più grande cecità possibile per oltre 20 anni ed è stato quindi escluso da una buona parte della realtà. Questa grande rinuncia è sempre stata difficile per lui, ma l’ha sempre accettata e approvata dall’interno.

“Anche se non ha mostrato la sua pietà, è stato il vero centro della sua vita sopratutto la sobrietà e l’onestà.”

Alla fine, tuttavia, era un uomo di Dio. Anche se non ha mostrato la sua pietà, è stato il vero centro della sua vita soprattutto la sobrietà e l’onestà.

Alla fine, vorrei ringraziarti per essere di nuovo con lui negli ultimi giorni della sua vita. Non mi aveva chiesto di venirlo a trovare. Ma ho sentito che era l’ora di tornare da lui. Sono profondamente grato per questo segno interiore che il Signore mi ha dato. Quando lo ho salutato la mattina di lunedì 22 giugno, sapevamo che sarebbe stato un addio in questo mondo per sempre. Ma sapevamo anche che il Dio benevolo che ci ha dato questa unità in questo mondo governa anche nell’altro mondo e ci darà una nuova unità lì.

Ti icompensi Dio, caro Georg, per tutto quello che hai fatto, sofferto e donato a me. E Dio ti ricompensi, caro vescovo Rudolf, per lo straordinario sforzo che hai compiuto in queste settimane, il che non è stato facile per entrambi.

Cordialmente tuo, Benedetto XVI.

 

(vatican news)

nostra traduzioneben anno santo seduto

 

7 pensieri su “IL NECROLOGIO DI BENEDETTO XVI IN MORTE DEL FRATELLO GEORG, LETTO STAMANE NEL DUOMO DI RATISBONA DA MONSIGNOR GEORG GANSWEIN

  1. Santità , beata sua madre che vi ha avuto per figli Lei e suo fratello Georg e beati noi che vi abbiamo avuto fratelli in Cristo . Grande e il Signore e la Sua grandezza si è voluta manifestare al mondo attraverso le Vostre prrsone.
    Riposa in pace , dolcissimo Georg , e Lei Santità sappia che è luce per i nostri cuori addolorati e confusi in questo mondo sconvolto dall’apostasia.
    Sentite condoglianze e che Dio la sostenga in questo momento con la certrzza della Rivelazione.

    "Mi piace"

    1. Santità
      Due fratelli Sacerdoti di Cristo sono una benedizione che il Signore elargisce a poche Famiglie! La Sua evidentemente lo è stata ! Il Suo dolore per il ritorno alla Casa del Padre del Suo amato fratello so che si trasforma in gioia per il suo ingresso nella Luce del Padre della quale certamente godrà! Il Signore Le ha fatto intuire il momento per andare a salutarlo e questa è la prova che Lei Santità è già nella Grazia di Dio! Per questo Santità preghi per il mondo , per i giovani e soprattutto per le Famiglie ! Ritornino ad essere Chiesa Domestica ! Noi pregheremo sempre per Lei !

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...