DAGOSPIA RIPORTA UNA INTERVISTA DI FRANCESCA IMMACOLATA CHAOUQUI TUTTA DA LEGGERE….CHE LASCIA PERPLESSI…. soprattutto nella parte riguardante il Santo Padre Benedetto XVI

Parla Francesca Chaouqui su ciò che accade nello Stato Pontificio: “Ormai è una guerra tutti contro tutti. Vatileaks è un termine che viene usato spesso con una connotazione negativa, in realtà tutte e due le volte in cui c’è stata una fuga di documenti riservati è accaduto perché la strada per eliminare le ingiustizie che si verificano in Vaticano non era più quella canonica ma serviva l’ingresso dal di fuori di un elemento nuovo in grado di smuovere la situazione.  Finché il Cardinal Pell rimarrà lì, non c’è nessuna possibilità di nessuna retta via, il dato vero è che in … Continua a leggere DAGOSPIA RIPORTA UNA INTERVISTA DI FRANCESCA IMMACOLATA CHAOUQUI TUTTA DA LEGGERE….CHE LASCIA PERPLESSI…. soprattutto nella parte riguardante il Santo Padre Benedetto XVI

DON NICOLA BUX PARLA DELL’ATTUALE CRISI DELLA CHIESA.”Siamo in una piena crisi di fede! Quindi, per fermare le divisioni in corso, il Papa, come Paolo VI nel 1967, di fronte a teorie erronee che circolavano poco dopo la conclusione del Concilio, dovrebbe fare una dichiarazione o professione di fede, affermando ciò che è cattolico”.

Il National Catholic Register pubblica un’interessante intervista di Eward Pentin a don Nicola Bux, un noto teologo italiano, scrittore (l’ultima sua opera è “Con i sacramenti non si scherza”) docente di teologia e consultore alla Congregazione per le cause dei Santi e per la Dottrina della Fede. In essa si afferma che per risolvere la crisi in corso nella Chiesa relativa all’insegnamento e all’autorità del papa, il modo migliore sarebbe una dichiarazione di fede del Pontefice per correggere le sue parole e gesti “ambigui ed erronei” che sono stati interpretati in maniera non cattolica. Secondo Bux la Chiesa è “in … Continua a leggere DON NICOLA BUX PARLA DELL’ATTUALE CRISI DELLA CHIESA.”Siamo in una piena crisi di fede! Quindi, per fermare le divisioni in corso, il Papa, come Paolo VI nel 1967, di fronte a teorie erronee che circolavano poco dopo la conclusione del Concilio, dovrebbe fare una dichiarazione o professione di fede, affermando ciò che è cattolico”.

IN MEMORIAM DI PADRE INGO DOLLINGER (1929 – 2017)

Una solenne Messe di requiem si è tenuta lunedì 19 giugno per il padre Ingo Döllinger nella chiesa di San Nicola a Opfenbach, in Baviera, vicino al santuario di Wigratzbad, dove ha trascorso gli ultimi anni della sua vita.  Dr Döllinger, come era chiamato comunemente da tutti, era nato nel Baden-Würtenberg il 23 gennaio 1929 e all’età di diciannove anni entrò nel seminario di Rottenburg. Negli anni 50 ebbe il primo di numerosissimi incontri con padre Pio di cui divenne figlio spirituale e che rappresentò per lui, come ebbe a ricordare numerose volte, una delle grazie spirituali più importanti mai … Continua a leggere IN MEMORIAM DI PADRE INGO DOLLINGER (1929 – 2017)

NUOVA SVOLTA NEL CASO ORLANDI. Emanuela Orlandi, la famiglia chiede al Vaticano il dossier segreto… Giovanni Paolo II aveva detto, a pochi giorni dal rapimento: “Condivido le ansie e l’angosciosa trepidazione dei genitori, non perdendo la speranza nel senso di umanità di chi abbia responsabilità in questo caso.”

La famiglia Orlandi chiede di riaprire il caso e incontrare il segretario di Stato Parolin per conoscere «in che modo e da chi è stata seguita la vicenda» Un’istanza di accesso agli atti per poter visionare i documenti conservati dalla segreteria di Stato. Una richiesta di audizione con il segretario Pietro Parolin per conoscere «in che modo e da chi è stata seguita la vicenda». Trentaquattro anni dopo la scomparsa di Emanuela Orlandi, la famiglia fa una mossa che potrebbe portare a risultati clamorosi. Perché per la prima volta nel documento che sarà depositato lunedì mattina presso la Santa Sede, … Continua a leggere NUOVA SVOLTA NEL CASO ORLANDI. Emanuela Orlandi, la famiglia chiede al Vaticano il dossier segreto… Giovanni Paolo II aveva detto, a pochi giorni dal rapimento: “Condivido le ansie e l’angosciosa trepidazione dei genitori, non perdendo la speranza nel senso di umanità di chi abbia responsabilità in questo caso.”

ESCE IN POLONIA UN LIBRO DI MEMORIE DELL’ARCIVESCOVO MIECZYSLAW MOKRZYCKY, SEGRETARIO DI DUE PAPI…..San Giovanni Paolo II ‘ aveva chiesto ai suoi collaboratori se doveva dimettersi, ma è sempre stato consigliato contro’…. Quanto a Benedetto, egli “passava ore in ginocchio, a pregare” per le persone che avevano chiesto le sue preghiere, soprattutto per la loro salute.

Amici e collaboratori avevano detto che, come Santo Padre avrebbe dovuto portare avanti la sua missione fino alla fine, ha ricordato recentemente uno dei suoi segretari, l’attuale arcivescovo Mieczyslaw Mokrzycki. San Giovanni Paolo II aveva discusso delle sue dimissioni da papa con i suoi aiutanti, ma fu sconsigliato nell’interesse della Chiesa cattolica, ha raccontato il suo ex segretario in un libro pubblicato di recente in Polonia. Un libro di interviste con l’arcivescovo Mieczyslaw Mokrzycki, “Segretario di due Papi”, pubblicato il mese scorso, ha offerto una certa comprensione della vita quotidiana in Vaticano con Giovanni Paolo e il suo successore di … Continua a leggere ESCE IN POLONIA UN LIBRO DI MEMORIE DELL’ARCIVESCOVO MIECZYSLAW MOKRZYCKY, SEGRETARIO DI DUE PAPI…..San Giovanni Paolo II ‘ aveva chiesto ai suoi collaboratori se doveva dimettersi, ma è sempre stato consigliato contro’…. Quanto a Benedetto, egli “passava ore in ginocchio, a pregare” per le persone che avevano chiesto le sue preghiere, soprattutto per la loro salute.

CARDINALE SARAH: I PRETI DEGRADANO GLI OMOSESSUALI QUANDO NON LI SPINGONO AD ESSERE CASTI “Omettere i” duri “insegnamenti di Cristo e della sua Chiesa non è carità.” …. “Ho sentito la solitudine, il dolore e la miseria che (gli omosessuali) hanno  sopportato come risultato di aver perseguito una vita contraria alla vera identità di figli di Dio”

I preti ‘degradano’ gli omosessuali, quando non li spingono ad essere casti Il Prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti ha ricordato che non è vera carità se si omettono gli insegnamenti esigenti di Gesù. Il cardinale Robert Sarah, Prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti , ha detto che gli omosessuali sono chiamati a vivere in castità , e che “li sviliamo se pensiamo che non possano raggiungere questa virtù “. Descrivendo la castità come ” una virtù per tutti i discepoli “, ha detto il Prefetto che i sacerdoti … Continua a leggere CARDINALE SARAH: I PRETI DEGRADANO GLI OMOSESSUALI QUANDO NON LI SPINGONO AD ESSERE CASTI “Omettere i” duri “insegnamenti di Cristo e della sua Chiesa non è carità.” …. “Ho sentito la solitudine, il dolore e la miseria che (gli omosessuali) hanno  sopportato come risultato di aver perseguito una vita contraria alla vera identità di figli di Dio”

GRANDE MUSICISTA, CREATO CARDINALE NEL 2010 DA PAPA BENEDETTO. I cent’anni di Domenico Bartolucci. Come cetra in terra straniera

Il Vaticano ha emesso un francobollo e un CD, a cent’anni dalla sua nascita. Ma la sera di mercoledì 14 giugno, tra le statue grecoromane del Braccio Nuovo dei musei pontifici, durante il concerto in onore del grande musicista e uomo di Chiesa Domenico Bartolucci (1917-2013), non c’era ombra né dell’attuale coro della Cappella Sistina di cui egli fu “maestro perpetuo”, né delle autorità vaticane che contano. Era come se tutto avvenisse in terra straniera. Come in esilio era stato mandato lui stesso, Bartolucci, quando nel 1997 fu cacciato dalla direzione del coro che accompagna le liturgie papali, e con … Continua a leggere GRANDE MUSICISTA, CREATO CARDINALE NEL 2010 DA PAPA BENEDETTO. I cent’anni di Domenico Bartolucci. Come cetra in terra straniera