Il cardinale MARX DICE CHE LA DISCRIMINAZIONE ANTI-GAY, NON IL MATRIMONIO DELLO STESSO SESSO , E’ LA SCONFITTA PER LA CHIESA ! CAPISCE LE PAURE DI ALCUNI CATTOLICI CONSERVATORI CHE IL MATRIMONIO DELLO STESSO SESSO POTREBBE APRIRE I PORTALI PER I MATRIMONI “á trois” o per l’INCESTO . Ma lui dice che tali paure sono senza fondamento.

1500287985.jpg

Il cardinale Reinhard Marx di Monaco ( nella foto nel collegio Teutonico in Vaticano) si è distanziato dagli scenari apocalittici che alcuni cattolici hanno espresso sulla nuova legge tedesca sulla maternità dello stesso sesso, affermando che la Chiesa dovrebbe essere più preoccupata per la sua complicità storica nel demonizzare le persone gay.

Marx, capo della conferenza episcopale tedesca e uno dei principali consiglieri e alleati di Papa Francesco, ha dichiarato chiaramente che egli sostiene fermamente la concezione della Chiesa sul matrimonio. Ma in una lunga intervista pubblicata il 14 luglio, ha dichiarato che la Chiesa deve anche esprimere il suo rammarico che non ha fatto nulla di storicamente per opporsi all’osservazione degli omosessuali.

Ha detto all’Augsburger Allgemeine che la Chiesa deve continuare a dichiarare il suo insegnamento che il matrimonio è un legame permanente tra un uomo e una donna. Ma al tempo stesso, ha detto che è anche imperativo “ricordare che la Chiesa non è esattamente un pilota per quanto riguarda i diritti degli omosessuali”.

“Dobbiamo esprimere il nostro rammarico che non abbiamo fatto nulla per opporsi agli omosessuali da essere perseguiti”, ha detto il 63 anni Marx.

“La legge (che ha reso l’omosessualità un crimine) non è stato revocato fino al 1994 (in Germania) e noi, come una Chiesa, non ci siamo preoccupati”, confessò.

Il cardinale ha dichiarato di non aver visto il voto del 30 giugno nel Bundestag che ha legalizzato il matrimonio dello stesso sesso in Germania come una sconfitta per la Chiesa perché il concetto di matrimonio e della famiglia non era solo una questione di chiesa.

“La posizione cristiana è una cosa. È un’altra cosa chiedere se posso fare tutte le leggi morali sui concetti morali (statali) “, ha detto.

“Chi non riesce a capire che non conduce automaticamente all’altro, non ha capito l’essenza della società moderna”, ha sostenuto.

Il cardinale Marx ha detto di comprendere le paure di alcuni cattolici conservatori che il matrimonio dello stesso sesso potrebbe aprire i portali per i matrimoni “á trois” o per l’incesto. Ma ha detto che tali paure sono senza fondamento.

“La nuova legge riguarda la possibilità di sposarsi con i partner dello stesso sesso – e non stretti rapporti o tre o più persone -.

“Non si deve immediatamente evocare l’esplosione di una diga”, ha aggiunto.

Il cardinale ha affermato di appoggiare pienamente i piani del governatore di Baviera di appellarsi alla Corte Suprema per quanto riguarda la stessa legge sul matrimonio sessuale.

“Vorrei molto apprezzare un appello perché vorrei sapere che cosa la Corte Suprema pensa al matrimonio per tutti. Non so cosa avrebbe detto o dirà la Corte, ma un verdetto della Corte Suprema sarebbe un bene per la pace legale in Germania “, ha detto Marx.

L’intervistatore ha osservato che alcuni membri dell’Unione Cristiana Sociale (CSU), nonché alcuni dell’Unione Cristiano Democratica del Cancelliere Merkel (CDU) avevano espresso timori che i loro partiti non fossero più cristiani. Anche il vescovo Rudolf Voderholzer di Regensburg ha lamentato che i cattolici stavano diventando “senza tetto” per quanto riguarda la politica, ha sottolineato l’intervistatore.

In risposta, il cardinale Marx ha affermato che nessuno dei partiti tedeschi ha rappresentato o voluto attuare politicamente tutte le posizioni della Chiesa.

“Questo non sarebbe possibile né addirittura auspicabile in uno stato secolare”, ha sottolineato.

A quel punto, l’intervistatore ha insistito sul fatto che la Chiesa aveva perso influenza.

“Ancora una volta, non vogliamo semplicemente modellare le nostre opinioni in leggi e misurare l’influenza della Chiesa”, ha risposto Marx.

“Viviamo in una società aperta in cui ci sono cristiani, ebrei, musulmani, buddisti e non credenti. In una società secolare, lo Stato deve creare leggi valide per tutti.

“Sicuramente l’influenza cristiana non si presenta solo nelle leggi, ma nei valori quotidiani che vengono vissuti nella società. Non è solo un caso della nostra influenza, ma di quelle preoccupazioni, i Vangeli ci obbligano a compiere i cristiani … Noi non solo attendiamo per la Chiesa! “Insistette il cardinale.

Marx ha anche risposto a una domanda sul licenziamento del Cardinale Gerhard Müller come prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede (CDF), dicendo che non aveva saputo in anticipo su di esso.

Ma insinuò che non era sorpreso.

“Nessuno potrebbe aiutare a notare che alcune dichiarazioni o opinioni che il Cardinale Müller ha fatto o ha espresso negli ultimi anni è stato difficile riconciliarsi con le opinioni dei papa”, ha detto Marx.

Ha detto che era “perfettamente legittimo” perché il papa scelse personalmente i suoi più vicini collaboratori vaticani e notasse che è una regola generale che i membri della Curia romana siano nominati per cinque anni.

Ha anche affermato che il CDF potrebbe utilizzare un aumento del personale per aiutare ad affrontare più rapidamente ed efficacemente i casi di abusi sessuali del prete. Ma ha sottolineato che il principale lavoro di gestione degli abusi doveva essere fatto nelle diocesi locali.

Christa Pongratz-Lippitt

FONTE:  leggi qui’ 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...