Arcivescovo del Vaticano difende PORNOGRAFICA della cattedrale, murale omoerotico come strumento di ‘evangelizzazione’…IN FONDO UNA PETIZIONE LANCIATA DALLA LIFE SITE NEWS PER LE SUE DIMISSIONI ! Egli è anche a capo della Pontificia Accademia per la Vita.

di Pete Baklinski per Life Site News

Paglia_Mural_distant_645_406_55.jpg

ROMA, 7 giugno 2017 ( LifeSiteNews ) – Un importante prelato vaticano sta difendendo un murale omoerotica ha commissionato nella sua  ex cattedrale italiana in cui è raffigurato come un uomo stringendo un semi-nudo. Mentre i critici cattolici hanno chiamato il lavoro “blasfemo ‘ ‘disgustoso’, e anche’ demoniaco“, monsignor Vincenzo Paglia, dice che il murale è stato concepito per essere uno ‘strumento di evangelizzazione’.

“Un grande tema della mia predicazione in tali circostanze è stato affidamento su misericordia di Dio per liberarci dalla punizione eterna, e in quel contesto mi è stato presentato con un progetto per un murale che avrebbe mostrato il Cristo risorto raccolta nelle reti tutta l’umanità ferita e sofferente e, come loro Redentore, portandoli con sé mentre saliva al cielo e il Padre “, ha detto l’Arcivescovo in un 6 giugno intervista al National Catholic Register ed Pentin.

 

“Nel murale, l’umanità è mostrata nuda esprimere la sua povertà radicale, e anch’io sono inclusi nel murale come uno che ha bisogno di redenzione non meno di chiunque altro. E ‘stato nella cattedrale per più di 10 anni con nessuna obiezione da parte della comunità cattolica locale, e credo che si è visto dalla comunità come una parte, forse in qualche parte troppo carnosa, di un impegno complessivo di evangelizzazione “, ha aggiunto .

Paglia è stato nominato lo scorso agosto da Papa Francesco come presidente del Pontificio Papa Giovanni Paolo II per Studi su Matrimonio e Famiglia. Egli è anche a capo della Pontificia Accademia per la Vita. Come l’ex capo del Pontificio Consiglio per la Famiglia, Paglia supervisionato lo sviluppo e il lancio di un corso di educazione sessuale Vaticano approvato per gli adolescenti che contenevano immagini esplicite.

L’Arcivescovo ha commissionato omosessuale argentino Ricardo Cinalli a dipingere il murale cattedrale nel 2007. Esso raffigura Gesù che porta le reti a cielo pieni di omosessuali nudi e seminudi, transessuali, prostitute e spacciatori di droga, aggrovigliate tra di loro nelle interazioni erotiche.

Cinalli ha detto al quotidiano italiano La Repubblica marzo 2016 che l’arcivescovo ha curato ogni dettaglio del lavoro.

“Non c’era nessun dettaglio che è stato fatto liberamente, a caso,” ha detto. “Tutto è stato analizzato. Tutto è stato discusso. Non hanno mai mi ha permesso di lavorare per conto mio.”

Nella rete di destra, quello che sembra essere bambini nudi possono essere visti impigliato con i corpi di uomini e donne anziani (vedere il tempo di 02:45 video qui sotto).

In un caso, un maschio può essere visto con la sua mano tra le gambe di un altro maschio tentoni il suo organo riproduttivo.

L’immagine del Salvatore è dipinto con la faccia di un maschio parrucchiere locale e le sue parti intime può essere visto attraverso il suo abito trasparente.

Incluso in una delle reti è Paglia, vescovo allora diocesano. Indossando la sua calotta, egli è raffigurato come stringendo un altro semi-nude uomo che sta teneramente abbracciandolo.

Cinalli ha detto La Repubblica che le persone nude nelle reti dovevano essere “erotico”, anche se ha detto Paglia disegnato la linea quando Cinalli proposto di mostrare alla gente in realtà copulare.

“In questo caso, non c’era – in questo senso – un’intenzione sessuale, ma erotico, sì”, ha detto Cinalli. “Credo che l’aspetto erotico è il più notevole tra la gente all’interno delle reti.” Ha poi aggiunto: “L’unica cosa che non mi hanno permesso di inserire stata la copulazione di due persone all’interno di questa rete in cui tutto è permesso. ”

Ma Paglia ha negato nell’intervista che il murale è stato concepito per essere erotico, sfarinamento-up critica a persone di diversa standard di modestia.

“Il murale non è e non era destinato ad essere erotico in qualsiasi modo, compresi omoerotica, ma mi rendo conto che gli standard artistici di modestia e appropriatezza variano ampiamente anche nelle culture occidentali e occidentali di origine, e che sembra essere il caso qui, ” lui disse.

Ma artista cattolica e autore Michael D. O’Brien ha detto LifeSiteNews in una precedente intervista che erotico o no, il vero problema con il murale è che dà allo spettatore la “falso messaggio” che “ogni attività sessuale, a prescindere da come depravato, è benedetto da Dio “.

“A differenza degli ultimi maestri dell’arte religiosa che hanno dipinto il nudo – si pensa ‘Cacciata dal Paradiso’ di Masaccio o di Michelangelo ‘Creazione di Adamo’ – nel lavoro di Cinalli il corpo umano e la sessualità sono di primaria importanza, e la redenzione è solo la scusa o il costume in cui si veste per le prestazioni della vera intenzione dell’artista: Ognuno è amato da Dio e quindi ogni attività sessuale, a prescindere da come depravato, è benedetto da Dio “, ha detto.

“Questo falso messaggio è in diretta contraddizione con gli imperativi urgenti della Sacra Scrittura. Essa viola anche le norme delineate da san John Paul II nella sua Teologia del corpo, in cui si dedica una sezione significativa alla nudità nell’arte. La dignità della persona umana, egli sottolinea, deve sempre essere rispettato sia da artista e spettatore, e la rappresentazione del corpo umano nudo dovrebbe portare alla contemplazione di tutta la verità sull’uomo – il suo valore eterno. Il problema della pornografia in età moderna, Giovanni Paolo II scrive, deve essere valutato secondo le parole di Cristo nel discorso della montagna, sulla purezza del cuore e circa il suo opposto, l’adulterio del cuore “, ha aggiunto.

O’Brien chiamato il murale “neo-pornografia subdolo per il suo tema religioso apparente.”

“Non si tratta di misericordia divina. Né è circa la dignità dell’uomo nelle sue forme maschili e femminili. E ‘il cattivo uso dell’arte come socio-politica, la propaganda sessuale “, ha detto.

Maureen Mullarkey, membro dell’Associazione Internazionale dei Critici d’Arte e collaboratore senior Il Federalista , ha anche criticato il lavoro, scrivendo sul suo blog a marzo che il murale di Paglia è stato un “vero scandalo” per la Chiesa.

Mullarkey chiamato il murale di un display “vera e propria fiera” che rivela non solo un “Creep”, ma un problema molto più profondo all’interno del Vaticano sotto il pontificato Francesco.

“Di Paglia narcisismo-la voglia di ostentare la sua liberazione dalle considerazioni di ordine morale che è impegnato a onorare-è stupefacente. Si tratta di un dito nell’occhio di congregants che hanno fiducia nella fedeltà del sacerdote ai suoi voti. Per metterla in un locale pubblico di culto è tradimento. E ‘anche una dichiarazione di propria fiducia di Paglia nella sua immunità da rimprovero “, ha scritto.

Mullarkey ha scritto che le forze di pittura congregazione a “guardare attraverso un buco della serratura al sessuali inclinazioni-e il comportamento suggerito [di Paglia].”

“Abbandonando reticenze, Paglia disdegna il suo gregge. Egli li sta prendendo in giro. C’è cattiveria in quella “, ha scritto.

“Il vero scandalo qui è la base-che va sotto silenzio-di fiducia del Paglia che avrebbe potuto trasmettere la sua sessualità su un muro della cattedrale senza timore di censura”, ha aggiunto.

Paglia ha detto Pentin nell’intervista che lui non pensava che “produttivo” per lui per rispondere alla carica che il murale è demoniaco.

“Mentre io voglio fare la mia risposta a questa domanda utile, e sono sensibile alle preoccupazioni sollevate in essa, non credo che specificamente affrontare l’aggettivi iperbolici, e imprecise, ‘blasfemo’ e ‘demoniaco’ è produttivo”, ha disse.

RELAZIONATO

Arcivescovo del Vaticano presenti nella pittura omoerotica commissionò

membri fondatori del Vaticano di accademia per la vita scoppio X-rated murale del nuovo presidente come ‘demoniaca,’ ‘disgustoso’

murale omoerotico dell’arcivescovo Vaticano è un ‘vero scandalo’ che raggiunge il papa: critico d’arte degli Stati Uniti

 

Annunci

2 pensieri su “Arcivescovo del Vaticano difende PORNOGRAFICA della cattedrale, murale omoerotico come strumento di ‘evangelizzazione’…IN FONDO UNA PETIZIONE LANCIATA DALLA LIFE SITE NEWS PER LE SUE DIMISSIONI ! Egli è anche a capo della Pontificia Accademia per la Vita.

  1. Sinceramente, dalla falsa chiesa dell’usurpatore apostata Bergoglione I il massone non ci si può aspettare nulla di buono. Il caso di mons. Paglia, giubilato per le sue posizioni sconciamente eterodosse è solo una piccola goccia nell’oceano di porcherie che dobbiamo continuamente sentirci propinare a danno delle nostre anime. Per fortuna nessuno è eterno (neppure Bergoglione I).

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...