IL CARDINALE BURKE A RAVENNA , RITORNA LA MESSA CELEBRATA IN LATINO

cardinale-burke

 Il 28 ottobre nella Basilica di S.Apollinare in Classe

Prima celebrazione secondo la Liturgia tradizionale romana in latino  e accompagnata dal canto gregoriano officiata a Ravenna da un cardinale di Santa Romana Chiesa dopo la riforma liturgica seguita al Concilio Vaticano II (1962-1965).

L’appuntamento è alle 11 di domani, sabato 28 ottobre, quando il cardinale Raymond Leo Burke, patrono del Sovrano Militare Ordine di Malta,  celebrerà nella Basilica Santuario di Sant’Apollinare in Classe una solenne Santa Messa pontificale in latino, secondo la forma del Rito romano detta anche “tridentina” o di “san Pio V”.

Come è spiegato in una nota, il cardinale, componente della Congregazione per le Cause dei Santi e giudice del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, guiderà il Pellegrinaggio dei gruppi stabili “Summorum Pontificum” dell’ Emilia – Romagna in onore di sant’Apollinare, patrono di Ravenna e della regione.

L’iniziativa si svolge in occasione del X anniversario della promulgazione del motu proprio “Summorum Pontificum” di papa Benedetto XVI. Questo documento magisteriale riconosce che il Messale Romano, emanato in seguito al Concilio di Trento da papa san Pio V con la costituzione apostolica “Quo Primum Tempore” il 14 luglio 1570, la cui ultima edizione typica fu autorizzata da papa san Giovanni XXIII nel 1962, non è mai stato abrogato e quindi, come ha sottolineato il Papa emerito, «di conseguenza, in linea di principio, restò sempre permesso».

Il motu proprio afferma inoltre che il Messale emanato da san Pio V «deve essere tenuto nel debito onore per il suo uso venerabile e antico», riconoscendo la più ampia libertà ad ogni sacerdote officiare il Santo Sacrificio della Messa secondo il Rito tridentino.

La celebrazione di domani sarà accompagnata da due cori che eseguiranno il canto dell’Ordinario e del Proprio della Messa del giorno, festa dei santi apostoli Simone e Giuda Taddeo, e mottetti del patrimonio classico della polifonia sacra. Sarà inoltre cantato l’antico inno a sant’Apollinare scritto da san Pier Damiani.

Afferma Marco Sgroi, coordinatore nazionale del CNSP (Coordinamento nazionale Summorum Pontificum): «Celebrando il decimo anniversario del motu proprio, che coincide col centenario delle Apparizioni di Fatima, desideriamo rendere evidente la grande vitalità della liturgia tradizionale, dimostrata anche dal costante aumento dei fedeli che si abbeverano a questa fonte inesauribile di vero arricchimento spirituale, e siamo grati a Sua eminenza reverendissima il cardinale Burke che ha voluto unirsi a noi in questa circostanza così significativa».

La sacra funzione è organizzata dal coordinamento regionale “Summorum Pontificum”, dall’associazione culturale “San Michele Arcangelo”, dal coetus fidelium “Cardinale Domenico Bartolucci” di Ravenna, in collaborazione con l’Istituto di Cristo Re Sommo Sacerdote, la Fraternità Sacerdotale della Familia Christi e la Parrocchia arcipretale della Basilica di Sant’Apollinare in Classe.

tratto da Ravenna 24 ore.it  cronaca  27 ottobre 2017

2 pensieri su “IL CARDINALE BURKE A RAVENNA , RITORNA LA MESSA CELEBRATA IN LATINO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...