ECCO PERCHE’ SATANA COMBATTE PIETRO E I SUOI SUCCESSORI

Secondo padre Gabriele Amorth il diavolo vede nel Sommo Pontefice il suo nemico principale. «Satana attacca sopratutto il Papa. Il suo odio per il Successore di Pietro è feroce». Questa affermazione non è priva di fondamento biblico: si compiono, nei successori di Pietro, le parole che Gesù rivolse all’apostolo durante la sua Ultima Cena: «Simone, Simone, ecco satana vi ha cercato per vagliarvi come il grano; ma io ho pregato per te, che non venga meno la tua fede; e tu, una volta ravveduto, conferma i tuoi fratelli» (Lc 22,31-32). Satana attacca Pietro per metterlo alla prova e testare la sua fede. Fu … Continua a leggere ECCO PERCHE’ SATANA COMBATTE PIETRO E I SUOI SUCCESSORI

«BENEDETTO XVI E FRANCESCO : CHI E’ IL “VERO PAPA”?»

Domani mattina il convegno «Le chiavi del Regno dei Cieli nell’epoca dei “due Papi”»  presso la sala comunale “Melandri” di Ravenna A 5 anni dalla rinuncia al ministero petrino da parte di Sua Santità Benedetto XVI, l’Associazione Culturale “San Michele Arcangelo” ha organizzato il convegno «Le Chiavi del Regno dei Cieli nell’epoca dei “due Papi”»,  per approfondire l’argomento dell’inedita presenza all’interno delle Mura vaticane del Pontefice regnante, Francesco, e del Suo predecessore, che ha adottato il titolo di “Papa emerito”. Una situazione, quella che si protrae dalla Declaratio di rinuncia pronunciata dall’allora Pontefice nel corso del Concistoro Ordinario Pubblico dell’11 febbraio … Continua a leggere «BENEDETTO XVI E FRANCESCO : CHI E’ IL “VERO PAPA”?»

DIAVOLO ESISTE

Che guaio aver dimenticato che il Diavolo c’è, diceva qualche anno fa padre Raniero Cantalamessa, predicatore della Casa pontificia. Satana è quasi scomparso dalle omelie dei parroci, dal catechismo. Cancellato, ridotto a puro mito, a superstizione. E’ come se l’ingresso “da qualche fessura di Satana nel tempio di Dio” di cui parlò un inquieto Paolo VI negli ultimi anni di pontificato, fosse niente di più che la sensazione di un Papa stanco, tormentato, malinconico. La colpa di questo “silenzio sul Demonio”, notava ancora il frate cappuccino, è della “posizione intellettualistica che coinvolge anche certi teologi, i quali trovano impossibile credere … Continua a leggere DIAVOLO ESISTE

PERCHE’ NON SI RECITA PIU’ LA PREGHIERA A SAN MICHELE ARCANGELO?

L’invocazione dopo la messa, voluta da Leone XIII per tenere lontani i demoni, è stata abolita dopo il Concilio. Una scelta non condivisa da San Pio e Giovanni Paolo II… Perché oggi non si recita più alla fine della santa messa la preghiera aSan Michele Arcangelo? Perché questa invocazione, ufficialmente istituita nel 1886, è scomparsa? Lo abbiamo chiesto ad uno dei massimi studiosi di angeli ed in particolare dell’Arcangelo Michele, Don Marcello Stanzione. «Il 20 febbraio 1878 – spiega Don Marcello – al termine di un conclave durato solo 36 ore il cardinale Gioacchino Pecci fu eletto papa e prese il nome di Leone … Continua a leggere PERCHE’ NON SI RECITA PIU’ LA PREGHIERA A SAN MICHELE ARCANGELO?

I PAPI NEI LUOGHI DI PADRE PIO …DA GIOVANNI PAOLO II A BENEDETTO XVI E FRANCESCO

Tutto pronto a Pietrelcina e San Giovanni Rotondo per Papa Francesco . 1 giugno 2002: Ratzinger a Pietrelcina Pietrelcina si appresta a vivere una giornata storica: il primo Papa nella terra di Padre Pio. Nonostante in passato, il 1 giugno 2002, cardinale Ratzinger, visitò Pietrelcina. Il guardiano di allora fr. Nazario Vasciarelli, lo accompagnò, nei luoghi santificati, dalla presenza di Padre Pio. Fu una sorpresa che nessuno si aspettava: la visita di quello che poi divenne Papa Benedetto XVI. Fr. Nazario ci racconta che Joseph Ratzinger andò a Pietrelcina «già consapevole della spiritualità e seguì con attenzione tutte le spiegazioni che diedi sulla vita di Padre Pio». Dalla chiesa della Sacra Famiglia, alla … Continua a leggere I PAPI NEI LUOGHI DI PADRE PIO …DA GIOVANNI PAOLO II A BENEDETTO XVI E FRANCESCO

C’E’ UN ALTRO PARAGRAFO NON LETTO NELLA LETTERA DI BENEDETTO XVI

Corre voce che Ratzinger abbia spiegato perché non possa scrivere la prefazione (richiestagli) ai volumetti sulla teologia di Papa Francesco. La ragione risiederebbe nella presenza tra gli autori dei teologi Werbick e Hünermann Roma. C’è una voce che circola in questo uggioso sabato romano, e cioè che oltre al paragrafo letto da mons. Viganò presentando l’opera sulla teologia di Papa Francesco ma non incluso nel comunicato diffuso ai media – quello in cui Benedetto XVI diceva di non aver letto i libri e di non avere intenzione di farlo neppure in un prossimo futuro – ce ne fosse anche un altro, … Continua a leggere C’E’ UN ALTRO PARAGRAFO NON LETTO NELLA LETTERA DI BENEDETTO XVI

SAN GIUSEPPE NEL MAGISTERO DEI SOMMI PONTEFICI

Breve escursus su San Giuseppe nel magistero dei sommi pontefici Lo Spirito Santo, che illumina, vivifica e dirige tutta la Chiesa, ha progressivamente guidato i Pontefici nel promuovere la riflessione teologica e la devozione a San Giuseppe, svelando ai fedeli degli ultimi due secoli la sua grandezza, la sua missione, la sua potente intercessione. Pio IX lo ha proclamato Patrono universale della Chiesa; Leone XIII gli ha dedicato – primo Papa nella storia – un’intera Enciclica, la “Quamquam Pluries”, con la preghiera “A te, o beato Giuseppe”, arricchita di numerose indulgenze; San Pio X ne ha approvato le Litanie, invitando i fedeli ad … Continua a leggere SAN GIUSEPPE NEL MAGISTERO DEI SOMMI PONTEFICI

ATTICO BERTONE , LA VERSIONE DEL CARDINALE : “RISTRUTTURAZIONE E UNIONE DEI DUE APPARTAMENTI CONCORDATE CON BERGOGLIO”

Dopo le polemiche e i processi il porporato salesiano, nel libro “I miei Papi”, racconta che è stato Papa Francesco a “suggerire” come fare i lavori all’interno di Palazzo San Carlo. Una parte è stata pagata, secondo il pm vaticano, con i soldi della Fondazione Bambino Gesù. Il manager della sanità Giuseppe Profiti in primo grado è stato condannato a un anno per abuso d’ufficio L’attico del cardinale Bertone? Una decisione concordata con Papa Francesco. È lo stesso porporato salesiano a dare la sua versione dei fatti, chiamando in causa direttamente Bergoglio, nel suo libro “I miei Papi”, edito dalla Elledici, che ilfattoquotidiano.it ha letto in anteprima e … Continua a leggere ATTICO BERTONE , LA VERSIONE DEL CARDINALE : “RISTRUTTURAZIONE E UNIONE DEI DUE APPARTAMENTI CONCORDATE CON BERGOGLIO”

“IL PAPA NON E’ UN SOVRANO ASSOLUTO”, PAROLA DI JOSEPH RATZINGER

Il Papa non può mai scavalcare la Tradizione della Chiesa. Il cardinale Mueller, citando Ratzinger, ha chiarito la gerarchia tra le due istituzioni “Il potere conferito da Cristo a Pietro e ai suoi successori è, in senso assoluto, un mandato per servire. La potestà di insegnare, nella Chiesa, comporta un impegno a servizio dell’obbedienza alla fede. Il Papa non è un sovrano assoluto, il cui pensare e volere sono legge. Al contrario: il ministero del Papa è garanzia dell’obbedienza verso Cristo e verso la Sua Parola. Egli non deve proclamare le proprie idee, bensì vincolare costantemente se stesso e la … Continua a leggere “IL PAPA NON E’ UN SOVRANO ASSOLUTO”, PAROLA DI JOSEPH RATZINGER

PAOLO VI , AUTORIZZATO L’ULTIMO PASSAGGIO DELL’ITER DI CANONIZZAZIONE . MANCA SOLO LA DATA

Bergoglio è determinato a fissare il giorno della celebrazione durante il Sinodo dei vescovi sui giovani che si terrà in Vaticano dal 3 al 28 ottobre 2018. Fu, infatti, proprio Montini a istituire il Sinodo dopo aver condotto e concluso il Concilio Ecumenico Vaticano II di Francesco Antonio Grana | 8 febbraio 2018 Paolo VI sarà presto santo. Lo ha deciso Papa Francesco che ha autorizzato il cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle cause dei santi, a emanare il decreto sul miracolo avvenuto per intercessione di Giovanni Battista Montini. Si tratta dell’ultimo passaggio dell’iter di canonizzazione del Pontefice bresciano. Ora manca soltanto la data della celebrazione durante … Continua a leggere PAOLO VI , AUTORIZZATO L’ULTIMO PASSAGGIO DELL’ITER DI CANONIZZAZIONE . MANCA SOLO LA DATA