E’ UFFICIALE : IL CORPO DI CARLO ACUTIS E’ STATO TROVATO INCORROTTO

Il postulatore della causa di beatificazione conferma le indiscrezioni. E annuncia: è in corso lo studio su un miracolo accaduto in Brasile «Il corpo di Carlo Acutis, da quello che mi hanno riferito, era intatto», lo dichiara a Tv2000 Nicola Gori, postulatore della causa di beatificazione del venerabile Carlo Acutis il giovane deceduto a soli 15 anni, il 12 ottobre 2006, a causa di una leucemia fulminante. L’intervista è andata in onda l’8 aprile nel corso della trasmissione ‘Bel tempo si spera‘, condotta da Lucia Ascione, che ha ripercorso le celebrazioni per la traslazione del corpo di Acutis nel Santuario della Spogliazione ad Assisi avvenute … Continua a leggere E’ UFFICIALE : IL CORPO DI CARLO ACUTIS E’ STATO TROVATO INCORROTTO

10 MIRACOLI INCREDIBILI DI SAN FRANCESCO DI PAOLA

Secondo la biografia di uno dei suoi seguaci, il santo che camminò sulle acque ha compiuto grandi prodigi Il fondatore dell’ordine dei Minimi, San Francesco di Paola, ha compiuto vari miracoli, eventi prodigiosi dettati dalla tradizione depositati per il processo di beatificazione del santo. Questi racconti si trovano nella maggior parte dei casi nella biografia scritta da uno dei suoi discepoli in forma anonima: Vita S. Francisci de Paula, Minimorum Ordinis Institutoris scripta ab anonymo ejusdem sancti discipulo, eique coaevo. La risurrezione di “Martinello” Martinello era il nome che il santo aveva dato a un agnellino a cui voleva molto bene. … Continua a leggere 10 MIRACOLI INCREDIBILI DI SAN FRANCESCO DI PAOLA

SACRILEGIO NEGLI USA “GESU’ E’ EVAPORATO”. COSI’ IL VESCOVO DISTRUGGE IL MIRACOLO

I cattolici di Buffalo sono sbalorditi dal sapere che il loro vescovo potrebbe aver deliberatamente distrutto un’Ostia forse protagonista di un miracolo eucaristico. La particola è caduta accidentalmente durante la messa e il parroco l’ha raccolta e, dopo averla immersa nell’acqua, l’ha custodita nel tabernacolo. Dopo quache giorno l’Ostia che si stava sciogliendo era macchiata di rosso. Ma il vescovo ha dato l’ordine di cestinare il tutto perché “Gesù ormai non c’è più”. E a quel punto i fedeli sono insorti. I cattolici di Buffalo, una diocesi nella parte occidentale dello Stato di New York, sono sbalorditi: hanno saputo che i loro vescovi potrebbero aver … Continua a leggere SACRILEGIO NEGLI USA “GESU’ E’ EVAPORATO”. COSI’ IL VESCOVO DISTRUGGE IL MIRACOLO

IL PICCOLO CHIERICHETTO CHE A SOLI 7 ANNI HA SALVATO LE OSTIE DALLA PROFANAZIONE

Almiro Faccenda, il “Tarcisio delle Alpi”, nel novembre 1915, è stato protagonista di un “fatto eucaristico” senza precedenti A cinquant’anni dalla morte, il «Tarcisio delle Alpi» torna nella sua Torcegno, paese in provincia di Trento. Così era chiamato padre Almiro Faccenda, religioso degli Oblati di san Giuseppe, congregazione fondata ad Asti da san Giuseppe Marello. Il “fatto eucaristico” di Torcegno L’appellativo di «Tarcisio», nome che ricorda il giovane martire dei primi anni del cristianesimo a Roma che morì per difendere l’Eucaristia che stava di nascosto portando a dei prigionieri, venne dato ad Almiro Faccenda perché protagonista di quello che ancora oggi a Torcegno … Continua a leggere IL PICCOLO CHIERICHETTO CHE A SOLI 7 ANNI HA SALVATO LE OSTIE DALLA PROFANAZIONE

IL PRESEUNTO MIRACOLO DELLA MADONNA AD OLIVA DOPO AVER TOCCATO L’ACQUA DELLE FOTANELLE

Una grave malattia della pelle non riesce ad essere curata in quattro ospedali. L’intercessione di Maria Rosa Mistica dietro la guarigione? Guarita grazie all’acqua delle Fontanelle, per intercessione di Maria Rosa Mistica? La Chiesa non ha mai riconosciuto il presunto miracolo ricevuto da Oliva Sudiro, ma la sua testimonianza è una delle più “forti”, tra quelle che provengono dal santuario di Montichiari (Brescia). Il suo caso lo ha riportato Fratel Ettore Boschini ad Andrea Tornielli, autore di “Fratel Ettore e il miracolo di Rosa Mistica” (edizione Ares). Fratel Ettore lo ha seguito e l’ha studiato. Parliamo di una donna affetta da una grave malattia della pelle, … Continua a leggere IL PRESEUNTO MIRACOLO DELLA MADONNA AD OLIVA DOPO AVER TOCCATO L’ACQUA DELLE FOTANELLE

IL MIRACOLO DI LOURDES CHE HA CONDOTTO ALLA FEDE UN MEDICO VINCITORE DEL PREMIO NOBEL

Il dottor Carrel era dietro Marie Bailly quando le vennero versate sull’addome tre caraffe di acqua benedetta… Fin dalla prima apparizione della Beata Vergine a Bernadette Soubirous, l’acqua della grotta di Lourdes è stata fonte di guarigioni miracolose, sia per chi ha visitato la grotta che per chi ha usato quell’acqua in luoghi lontani. Dall’epoca di Bernadette, più di 7.000 guarigione miracolose sono state riferite al Centro Medico di Lourdes dai pellegrini che hanno visitato il santuario (senza considerare i miracoli che hanno avuto luogo fuori Lourdes). Il numero di presunte guarigioni associate all’acqua e alla grotta di Lourdes era … Continua a leggere IL MIRACOLO DI LOURDES CHE HA CONDOTTO ALLA FEDE UN MEDICO VINCITORE DEL PREMIO NOBEL

LA MALATTIA RARA, SPARISCE AL RITORNO DA LOURDES. COSI’ SUOR BERNADETTE E’ TORNATA A CAMMINARE

E’ considerato il 70esimo miracolo compiuto dalla Madonna. La religiosa racconta: “Ho sentito una voce che diceva: togli i tuoi apparecchi” Suor Bernadette Moriau è la settantesima persona in 160 anni, l’ultima in ordine di arrivo, per la quale è stato dichiarato ufficialmente dalla Chiesa che è stata guarita a Lourdes grazie ad un “miracolo”. E’ tornata in questi giorni nel santuario francese per raccontare la sua esperienza, più di fede che di guarigione all’Ansa (12 ottobre). Una grave sindrome invalidante Sessantanove anni appena compiuti il 23 settembre, decide di farsi suora a 19 nella congregazione delle Francescane Oblate, un ordine di infermiere … Continua a leggere LA MALATTIA RARA, SPARISCE AL RITORNO DA LOURDES. COSI’ SUOR BERNADETTE E’ TORNATA A CAMMINARE

IL MIRACOLO DI SAN GENNARO ALLA PROVA DELLA SCIENZA

er miracolo di San Gennaro si intende la liquefazione del suo sangue all’interno del Duomo di Napoli e in date precise durante l’anno, il fenomeno avviene da circa 700 anni. In questo dossier riporteremo quel che alcune valutazioni scientifiche hanno rilevato. Ricordiamo che per i cattolici non c’è alcun problema ad affermare l’eventualità di un falso prodigio (la Chiesa non ha mai definito la liquefazione del sangue di San Gennaro un miracolo), a patto che lo si dimostri con chiarezza. La fede non si basa su questi fenomeni, può essere aiutata, ma non su di essi fondata. La questione di San Gennaro rimane comunque … Continua a leggere IL MIRACOLO DI SAN GENNARO ALLA PROVA DELLA SCIENZA

IL RIFORMATORE DEI CAPPUCCINI TANTO TORMENTATO DALLA CHIESA

A Fra Matteo Serafini vengono attribuiti miracoli e profezie. Eppure non è mai diventato santo Di tutti i fondatori dei maggiori ordini religiosi è l’unico che non sia mai diventato santo. Matteo Serafini, nato attorno al 1495 nel villaggio romagnolo di Bascio e da tutti conosciuto come Matteo da Bascio, pur avendo dato vita all’Ordine dei frati Cappuccini – col quale volle ristabilire lo spirito originario del francescanesimo – fu un personaggio controverso e non sempre amato all’interno della Chiesa. E con Venezia ebbe un rapporto particolare tanto che, oltre a esservi sepolto, perfino le pietre ne serbano memoria. Cappuccio lungo e appuntito La sua … Continua a leggere IL RIFORMATORE DEI CAPPUCCINI TANTO TORMENTATO DALLA CHIESA

SANTA CRISTINA E IL MIRACOLO EUCARISTICO DI BOLSENA

Preghiera a Santa Cristina Signore mio, Gesù Cristo, sorgente di perenne giovinezza, noi ti rendiamo grazie per i doni della carità e della fortezza che hai profuso  nella vita di santa Cristina martire, splendido giglio  e chicco fecondo della città di Bolsena. L’incanto puro dell’adolescenza e l’ardore intenso del suo giovane cuore sono perle preziose che affascinano tutti e diventano impegno  per chi vuol vivere, amare, sperare. Piccola, grande santa Cristina, lungo la scia profumata  della tua esemplare testimonianza vogliamo camminare anche noi: prendici per mano  e accompagna i nostri passi per un itinerario coerente di fede, di solidarietà, di … Continua a leggere SANTA CRISTINA E IL MIRACOLO EUCARISTICO DI BOLSENA