QUANDO UN CIMITERO S’ILLUMINA. LA BELLA TRADIZIONE DI OGNISSANTI IN POLONIA

Il 1mo novembre, giorno della festa di Ognissanti, i polacchi depongono milioni di candele sulle tombe in tutto il Paese. Una tradizione che segna l’importanza accordata in Polonia al ricordo e alla risurrezione dei defunti. Aleteia vi fa scoprire alcune belle immagini della ricorrenza polacca. Clicca qui per aprire la galleria fotografica Ogni forestiero che passa in Polonia un 1o novembre è sempre particolarmente colpito dal vedere delle città interamente deserte, o quasi. In quel giorno, tutti i polacchi si recano al cimitero di famiglia, nonni e bambini inclusi. La festa di Ognissanti, in questo Paese assai cattolico, è in effetti … Continua a leggere QUANDO UN CIMITERO S’ILLUMINA. LA BELLA TRADIZIONE DI OGNISSANTI IN POLONIA

BENEDETTO XVI (ANGELUS 1/11/2005 ) L’ECARESTIA UNISCE SANTI E PELLEGRINI , VIVI E DEFUNTI

La Santità  è una vita nuova donata con il battesimo, che non è soggetta alla corruzione e al potere della morte . Nella sollennità di tutti i Santi, Benedetto XVI ricorda che la comunione dei Santi  è l’unità profonda  fra coloro che vedono Dio così come egli è  e coloro che sono pellegrini nel mondo . L’eucarestia , ha detto il Papa, è il momento in cui si è realmente uniti, vivi e defunti, santi e pellegrini . Ecco le parole del Papa nell’introdurre la preghiera mariana: Cari fratelli e sorelle! Celebriamo oggi la solennità di Tutti i Santi, che … Continua a leggere BENEDETTO XVI (ANGELUS 1/11/2005 ) L’ECARESTIA UNISCE SANTI E PELLEGRINI , VIVI E DEFUNTI

COSA VOL DIRE CHE I SANTI “INTERCEDONO” PER NOI?

Mi rivolgo a voi per avere una risposta completa, esaustiva e «convincente». Cosa vuol dire che i santi «intercedono» per noi? So che Dio ascolta tutti e perché un santo può ottenere quello che io non posso ottenere? So che «tutta la chiesa» pregava per San Pietro quando era in prigione e fu liberato. Ricordo che quando ero bambino mi spiegavano che i santi, essendo più «buoni» di me – mi diceva la mamma -, erano maggiormente ascoltati e il Signore esaudiva le loro preghiere. Lo chiedo per essere maggiormente «rafforzato» perchè, pur non capendo appieno il loro ruolo, continuamente prego … Continua a leggere COSA VOL DIRE CHE I SANTI “INTERCEDONO” PER NOI?

LA STORIA DELL’INCENSO E PERCHE’ SI USA A MESSA

. Questo elemento aromatico della tradizione cattolica risale a millenni prima di Cristo C’è qualcosa nell’odore dell’incenso bruciato che mi ispira a livello spirituale, ma quali sono le origini dell’uso dell’incenso, e perché lo impieghiamo? L’uso dell’incenso nel culto religioso risale a più di 2.000 anni fa, ancor prima della nascita del cristianesimo. Il suo utilizzo è documentato già in Cina prima del 2.000 a.C. Il commercio dell’incenso e delle spezie era un importante fattore economico nel rapporto tra Oriente e Occidente, quando le carovane attraversavano la via dell’incenso nel Medio Oriente dallo Yemen e attraverso l’Arabia Saudita. La rotta … Continua a leggere LA STORIA DELL’INCENSO E PERCHE’ SI USA A MESSA

LA TUA FEDE VACILLA ? LEGGI LA PREGHIERA DI PAOLO VI PER AVERE CONFORTO .

Montini, proclamato santo , riusciva a vivere con gioia il suo rapporto con il Signore anche nei tanti momenti drammatici vissuti La bellezza della fede e della spiritualità di Paolo VI, proclamato santo da Papa Francesco il 14 ottobre, risiede in una caratteristica tutta sua: quella di cercare e trovare la gioia anche nei momenti di forte tribolazione e difficoltà attraversati durante il pontificato. Le due parole preferite Una forza non indifferente, dato che lui stesso aveva parlato di “fumo di Satana” nella Chiesa, denunciando ostacoli e cattiverie che provavano a scalfire il suo pontificato. Una forza che si evince dalle sue uscite pubbliche … Continua a leggere LA TUA FEDE VACILLA ? LEGGI LA PREGHIERA DI PAOLO VI PER AVERE CONFORTO .

SAN CERBONE , IL SANTO PATRONO DI MASSA MARITTIMA

FESTA 10 OTTOBRE In San Cerbone si scopre un vescovo che ammansiva gli orsi, mungeva le cerve, si faceva scortare fino alla soglia di San Pietro da oche selvatiche e celebrava la messa all’alba, accompagnato da un miracoloso coro angelico. Figura emblematica, le cui vicende biografiche sono spesso accumunate a quelle dell’arcivescovo africano Regolo, Cerbone è spesso raffigurato con l’attributo delle oche. È San Gregorio Magno (590-604) a fornirci gran parte della letteratura agiografica su San Cerbone, nel capitolo XI dei suoi Dialogi e mediante le biografie medievali relative alla vita di San Regolo (sec. VII o VIII). “Vescovo di Massa Marittima … Continua a leggere SAN CERBONE , IL SANTO PATRONO DI MASSA MARITTIMA

IL DIAVOLO SPACCA LA CHIESA . PRIMA DI BERGOGLIO LO AVEVA DENUNCIATO PAOLO VI

Ecco interventi pubblici e appunti personali in cui Montini tuona contro questo clima interno al clero… che si è trascinato fino ai nostri giorni Non pensate che in epoche recenti Papa Francesco sia stato l’unico a pontefice a subire il fuoco incrociato dei suoi “colleghi” e lottare contro le divisioni interne alla Chiesa. Veleni e polemiche hanno segnato anche il pontificato di Paolo VI, che in numerose occasioni si è accanito contro il “fumo di Satana”, alimentato dai suoi detrattori e seminatori di zizzania. Siamo negli anni del post-Concilio, un periodo di grande agitazione nel clero. In questi interventi e appunti personali, pubblicati in “Paolo … Continua a leggere IL DIAVOLO SPACCA LA CHIESA . PRIMA DI BERGOGLIO LO AVEVA DENUNCIATO PAOLO VI

LA RELIGIOSA CHE CONVERSAVA CON IL SACRO CUORE DI GESU’

La conoscete? Lo sanno tutti: il Sacro Cuore di Gesù si è manifestato a Santa Margherita Maria Alacoque e le ha lasciato 12 promesse. Suor Maria del Divin Cuore, però, è stata fondamentale per la devozione attuale al Sacro Cuore di Gesù. Era tedesca, e il suo nome di Battesimo era Maria Droste zu Vischering. Figlia di una delle famiglie più nobili della Germania, si distinse per la sua fedeltà alla Chiesa cattolica. WikipediaSuor Maria do Divino Coração Fin da piccola si sentì attratta dal Sacro Cuore di Gesù. Per suor Maria, quella devozione si fuse sempre con quella al … Continua a leggere LA RELIGIOSA CHE CONVERSAVA CON IL SACRO CUORE DI GESU’

COSE’ E’ LA CROCE ? E’ QUANTO VALIAMO DAVANTI AL SIGNORE

È il segno di un amore senza condizioni, un amore fino alla fine In quel tempo, Gesù disse a Nicodèmo: «Nessuno è mai salito al cielo, se non colui che è disceso dal cielo, il Figlio dell’uomo. E come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che sia innalzato il Figlio dell’uomo, perché chiunque crede in lui abbia la vita eterna. Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna. Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, … Continua a leggere COSE’ E’ LA CROCE ? E’ QUANTO VALIAMO DAVANTI AL SIGNORE

TERESA D’AVILA , LA SANTA CHE DOVETTE DIFENDERE LA CHIESA DAGLI ATTACCHI INTERNI

Il diavolo sa come approfittare di ogni situazione per sussurrare le sue menzogne… In molti periodi della storia della Chiesa c’è stato un grande bisogno di rinnovamento. Uno dei momenti più critici è stato quello della Riforma del XVI secolo. Interi Paesi stavano abbandonando il cattolicesimo. Milioni di anime si ritrovarono strappate dalla propria fede da sollevazioni politiche e religiose. In Spagna, tuttavia, la situazione era stabile. Lì, molto prima che Martin Lutero apparisse sulla scena, i monarchi cattolici Ferdinando e Isabella avevano purificato profondamente la Chiesa. La Penisola iberica era quindi ampiamente immune alle incursioni del protestantesimo. La sicurezza, … Continua a leggere TERESA D’AVILA , LA SANTA CHE DOVETTE DIFENDERE LA CHIESA DAGLI ATTACCHI INTERNI