ROMA : ARRIVA AL QUIRINALE LA PORTA DELL’ INFERNO ; DOPO MOLOCH AL COLOSSEO…

Fervono i lavori al Quirinale. Un camion imponente, una gru vertiginosa, una squadra di operai, uno staff di tecnici a coordinare le operazioni. Un cantiere che non è passato inosservato, dalle prime ore del mattino. E’ arrivata da Parigi, infatti, la “Porta dell’Inferno (o meglio, la prima metà dell’opera), capolavoro assoluto dello scultore francese François-Auguste-René Rodin. Notizia non da poco, visto che la struttura è alta ben sette metri. Prestito prestigioso per la Capitale, che impreziosisce la grande mostra-evento “Inferno” prossima ad inaugurare alle Scuderie del Quirinale dal 15 ottobre, e che rientra negli eventi celebrativi per i 700 anni dalla morte del sommo poeta Dante Alighieri, sotto l’egida del Ministero della Cultura. Pensare che la scultura è arrivata a bordo di un camion speciale, l’unico che in Europa è in grado di fare questo tipo di trasporto. Dopo il primo “pezzo”, il mezzo tornerà a Parigi a prendere la seconda parte della Porta, per poi concludere l’operazione a Roma. Protagonista è la scultura “incompiuta” di Rodin, commissionatagli nel 1880 e sul quale lo scultore lavorò per quasi quarant’anni, fino alla morte. Deve il suo nome all’apparato decorativo, ricoperto di bassorilievi ispirati all’inferno dantesco. 

Fonte il messaggero

Un pensiero su “ROMA : ARRIVA AL QUIRINALE LA PORTA DELL’ INFERNO ; DOPO MOLOCH AL COLOSSEO…

  1. Interessante….se fosse un portale interdimensionale con destinazione ” città dolente”, potrebbero accomodarsi parecchi personaggi, che sarebbero accolti degnamente da chi hanno servito

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...