IL PROFONDO SIGNIFICATO SPIRITUALE E STORICO DI NOSTRA SIGNORA DEL ROSARIO

Nossa Senhora do Rosário

Aleteia – pubblicato il 08/10/20

La festa liturgica celebrata il 7 ottobre deriva dalla protezione di Maria di fronte ad ardue sfide per la civiltà cristiana

Nostra Signora del Rosario è il titolo mariano collegato alla storia del Santo Rosario. Nel 1214, nella chiesa del monastero francese di Prouille, la Santissima Vergine Maria apparve al frate domenicano San Domenico di Guzmán e gli affidò questa forma di preghiera contemplativa che si è poi magnificamente diffusa in tutto il mondo.

Il titolo è anche collegato alle apparizioni di Nostra Signora di Fatima ai tre pastorelli in Portogallo. La Vergine disse ai bambini di essere “la Signora del Rosario”. Nel messaggio che ha presentato a Fatima, la Madonna ha insistito nelle richieste di preghiera, nella fattispecie la recita del Santo Rosario.

La rivelazione del Santo Rosario a San Domenico di Guzmán

San Domenico di Guzmán è il fondatore dell’Ordine dei Predicatori, i cui membri sono noti come Frati Domenicani. Nel 1214 si trovava nella città francese di Tolosa quando la Madonna gli apparve mentre pregava e faceva penitenza già da tre giorni e tre notti per i peccati dell’umanità. Maria gli disse allora:

“Mio caro Domenico, sai quale arma la Santa Trinità vuole usare per salvare il modo?”

Egli rispose: “Oh mia Signora, tu lo sai molto meglio di me, perché, dopo di Tuo Figlio Gesù Cristo tu sei sempre stata lo strumento principale per la nostra salvezza”.

La Madonna proseguì: “Voglio che tu sappia che, in questo genere di battaglie, l’arma principale è sempre stata il Salmo dell’Angelo, che è la pietra fondamentale del Nuovo Testamento. Pertanto, se vuoi raggiungere queste anime così ostinate e riportarle a Dio, predica il mio Salmo”.

La diffusione della devozione del Santo Rosario

Dopo quella apparizione, Domenico entrò nella cattedrale di Tolosa per parlare ai fedeli, mentre le campane suonavano senza alcun intervento umano. Quando il santo iniziò a predicare, la terra cominciò a tremare e si scatenò una forte tempesta, con tuoni e lampi terribili. Un’immagine di Nostra Signora alzò tre volte le braccia per chiedere a Dio giustizia per chi non si pentiva e non ricorreva alla Sua protezione. San Domenico recitò allora alcune delle preghiere del Santo Rosario e la tempesta cessò.

Egli riprese serenamente la sua predicazione, e lo fece con un ardore tale che quasi tutti i cittadini aderirono alla devozione al Santo Rosario, percependosi successivamente una conversione sostanziale di vita tra le persone, in base al racconto dei libri São Domingos de Gusmão e a origem do Santo Rosário (Apostolado do Oratório, 07-10-2013) e A história do Santo Rosário (Opus Dei, 07-10-2017).

Lo stesso San Domenico divenne il grande diffuso di questa devozione mariana all’inizio del XIII secolo, al punto che la Chiesa gli ha conferito il titolo di “Apostolo del Santo Rosario”.

Una preghiera capace di convertire chi si è allontanato dalla fede cattolica

All’epoca c’era un’ampia varietà di eresie che sviavano i fedeli dalla Chiesa, in particolare quella degli albigesi, che aumentavano vertiginosamente in Francia. I missionari inviati dal Papa per combattere le eresie non ottennero molto.

San Domenico combatteva le eresie mediante la recita del Rosario della Vergine Maria. Con la creazione del suo ordine religioso e persistendo nella recita del Rosario, chiedeva l’intercessione della Madonna per convertire gli eretici, un’ardua conquista che si ottenne col passare degli anni.

La festa liturgica di Nostra Signora del Rosario

Nel 1572, Papa Pio V istituì la festa di Nostra Signora della Vittoria per celebrare il trionfo dei cristiani nella battaglia di Lepanto, in cui vennero sconfitti gli invasori ottomani. Quell’epica vittoria venne attribuita all’intercessione della Vergine Maria, perché quello stesso giorno era stata realizzata una processione del Rosario in Piazza San Pietro per supplicare l’aiuto per la Lega Santa in quella battaglia decisiva combattuta in terra europea.

Nel 1573 Papa Gregorio XIII cambiò titolo della commemorazione in Festa del Santo Rosario. Papa Clemente XII estese la festa a tutta la Chiesa cattolica.

Le riforme del Concilio Vaticano II hanno rinominato la festa Nostra Signora del Rosario. Si tratta di una memoria universale celebrata il 7 ottobre, data della vittoria nella battaglia di Lepanto.

TRATTO DA https://it.aleteia.org/2020/10/08/il-profondo-significato-spirituale-e-storico-di-nostra-signora-del-rosario/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...