LA VISIONE DI SANTA EUDOSSIA : UN ANGELO BIANCO LA CONDUSSE ALLE PORTE DEL PARADISO

Alexander_Nevsky_Cathedral_E1

 

La testimonianza negli scritti della santa e martire libanese. “Serva di Dio, mi disse l’angelo, che la pace sia con voi; prendete coraggio e fortificatevi”

Quando Eudossia di Eliopolis, santa di origini libanesi, decise di abbandonare la vita pagana e molto disordinata che aveva condotta fino ad allora, i santi angeli, pieni di gioia, furono inviati da Dio per confermarla in quel pio disegno.Nella stanza in cui Eudossia – che morirà martire nel 107 d.C – si era rinchiusa per vivere nel silenzio, la preghiera ed il digiuno, ella vide subito una brillante luce e, in mezzo a questa luce, un giovane vestito d’un abito più splendente del biancore della neve fresca da poco caduta sulle montagne. Egli si impadronì di Eudossia spaventata, la portò attraverso l’aria avvolgendola in una nube, e la condusse fin nel cielo.

“Là – ella disse – vidi folle innumerevoli di uomini, vestiti di abiti bianchi, e, malgrado il loro numero immenso, io li avvolsi tutti con un solo sguardo. La gioia irradiava sui loro volti; essi si sorridevano gli uni gli altri vedendomi e sembravano trasportati dalla gioia. Accorrevano all’invito per salutarmi, come se fossi stata loro sorella. Nel mentre che mi conducevano verso il focolare della luce meravigliosa ed indescrivibile che riempiva quel soggiorno, vidi apparire uno spettro nero e spigoloso che mi reclamò da lontano, in termini insolenti, dalle mani del mio angelo tutelare. Questi si accontentò di gettargli uno sguardo di disprezzo e mi sorrise dolcemente. Nello stesso istante, una voce uscì da mezzo a quella luce, ed il rumore della sua parola riempì i cieli: “Michele! Disse essa alla mia guida, voi, custode del mio testamento, riportatela dove l’avete presa, affinché completi il suo combattimento; la mia grazia sarà con lei tutti i giorni della sua vita. Subito fui ricondotta in quel luogo”.

“Serva di Dio, mi disse l’angelo, che la pace sia con voi; prendete coraggio e fortificatevi”. Quelle parole mi ispirarono una grande fiducia. Mio Signore, le dissi, chi siete voi dunque? – Io sono il capo degli angeli del vero Dio, mi rispose; io sono incaricato di accogliere le anime che si votano alla penitenza, poiché i cori degli spiriti celesti risentono una viva gioia tutte le volte che un peccatore lascia le strade dell’iniquità per ritornare a Dio, alla virtù”.

TRATTO DA https://it.aleteia.org/2020/08/14/visione-santa-eudossia-angelo-bianco-paradiso/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...