BENEDETTO XVI : GIRA CHE TI RIGIRA E’ L’UNICO SOMMO PONTEFICE !!!

di fr. Alexis Bugnolo

La nuova biografia di Peter Seewald su Papa Benedetto XVI, ein Leben, sta avendo un effetto che terrorizza i bergogliani e scuote molti cattolici “Bergoglio è certamente il papa” al centro della loro sicurezza intellettuale.

Proprio in questa settimana, ho appreso che altri 2 sacerdoti hanno dichiarato per Papa Benedetto XVI e che una personalità di spicco di Internet è ora aperta ad ascoltare gli argomenti per l’invalidità della presunta rinuncia.

La ragione di ciò, sospetto, è semplice. Nel libro di Seewald, è chiaro che le parole attribuite a Papa Benedetto sull’intenzione di mantenere il mandato spirituale del papato sono inevitabilmente e completamente distruttive di qualsiasi idea, qualunque sia, che la rinuncia al ministero di Papa Benedetto fosse intesa come una rinuncia completa e completa di ogni aspetto del papato.

Inoltre, poiché l’Ufficio di San Pietro è spirituale, e nient’altro che spirituale, le parole attribuite a Papa Benedetto nel libro di Seewald confermano probabilmente che non ha mai rinunciato a NULLA di nulla di essenziale o sostanziale riguardo all’ufficio papale.

Ci sono state molte negazioni per sette anni, e in tutta onestà dobbiamo ammettere che la stragrande maggioranza del clero non ha mai preso la posizione che Bergoglio è il papa a causa di qualsiasi studio canonico che hanno capito personalmente. Hanno appena agito per sentito dire.

Cadere nell’errore comune di coloro che pensano che un atto canonico sia essenzialmente l’atto previsto, non l’atto posto in forma giuridica, hanno resistito all’ascolto delle dimostrazioni canoniche dell’invalidità.

Ma ora che Benedetto ha dichiarato la sua intenzione e ha usato le parole “trattenere” e “dimensione spirituale” – parole che contraddicono direttamente i requisiti del canone 332, che richiede una RINUNCIA (non una conservazione) del MUNUS (carica spirituale) rispettivamente – non rimane più spazio di manovra.

Benedetto ha completamente negato la validità del suo atto come qualcosa in conformità con il canone.

Pertanto, è sempre rimasto l’unico, vero e unico Papa.

Mentre il clero riflette su questo, le loro lealtà cambieranno di conseguenza.

La diga si è rotta, ora i primi gocciolamenti si fanno strada attraverso la crepa delle bugie.

Poi verrà il ruscello, poi il torrente, e poi la diga tuonerà in un tremendo ed epocale rombo ecclesiastico.

POSTCRIPT: Non ci sono molti dati da cui estrapolare, ma stima che ogni 3 settimane l’attuale tasso di sacerdoti che dichiara per Benedetto aumenta del 400%. Nella maggior parte dei fenomeni sociali come questo il tasso iniziale è sempre inferiore a quello raggiunto quando il 30-40% delle persone si convince. Quindi dovremmo iniziare a vedere centinaia di sacerdoti ogni mese da luglio a settembre. E, quindi, entro l’autunno o la fine dell’anno, intere diocesi o piccole nazioni dichiarano per Papa Benedetto XVI.

fonte    leggi qui !

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...