GEORG GANSWEIN: “STIAMO VIVENDO L’UNDICI SETTEMBRE DELLA NOSTRA FEDE”

Presentato il nuovo libro “L’undici settembre della nostra fede”

L’arcivescovo Gänswein chiede “un approfondimento della fede” in Germania.

 

“Se la fede della chiesa in Germania fosse grande quanto il potere finanziario, tutto andrebbe bene”: Georg Gänswein ha presentato il suo nuovo libro – e ha anche parlato di “funzionari” della chiesa che non trasudano fede religiosa.

Francoforte sul Meno – 18.10.2019

L’arcivescovo della Curia Georg Gänswein (63) avverte i cristiani cattolici in Germania del pericolo dell’ “autocommiserazione” e sollecita un “approfondimento della fede”. “L’autocommiserazione, irritare gli altri, essere delusi non porta a nulla”, ha detto giovedì sera a Francoforte sul Meno. Per quanto riguarda le possibili riforme strutturali nella chiesa tedesca, ha dichiarato: “Se non iniziamo con l’approfondimento della fede, corriamo il rischio che la delusione tra due anni sarà persino maggiore di oggi”. Letteralmente ha aggiunto: “Se il potere della chiesa in Germania fosse grande quanto il potere finanziario, tutto andrebbe bene”. Esistono “funzionari” ecclesiastici in Germania che non trasudano “gioia interiore di fede”.

Georg Gänswein ha criticato aspramente il documentario ” Defender of the Faith ” su Papa Benedetto XVI e la crisi degli abusi nella Chiesa cattolica. Alla domanda dei giornalisti cosa ne pensasse del film del regista tedesco-britannico Christoph Röhl, ha dichiarato: “Questo è un casino, una debacle – non posso dire diversamente”. La tesi del film è in definitiva quella che Benedetto XVI non è il difensore della fede, ma la causa dell’abuso. Si può solo mettere in guardia contro questo film “deviato”, “non obiettivo”, “miserabile”, ha affermato Gänswein. L’uscita teatrale tedesca del film già presentato è il 31 ottobre.

Gänswein ha commentato con i giornalisti dopo la presentazione del suo libro “Vom Nine-Eleven of our Faith” (fe-medienverlag) nella Casa dell’Ordine Teutonico. In precedenza aveva celebrato un Pontifikalamt nella Deutschordenskirche di Francoforte. 

Gänswein “una delle personalità più influenti” della chiesa universale

Il libro è stato presentato dal pubblicista etiope-tedesco Principe Asfa-Wossen Asserate (70), nipote dell’ultimo imperatore etiope Haile Selassie. Nella prefazione del libro definisce l’arcivescovo “una delle personalità più influenti della chiesa cattolica mondiale”. La massima di Gänswein è “resistere alla dittatura dello Zeitgeist (lo spirito del tempo) e vivere risolutamente nella verità della fede cristiana”, afferma Assfa-Wossen Asserate. La questione della verità cristiana è un “filo rosso” nella vita di Benedetto XVI e anche dall’arcivescovo Gänswein , come asserito da Asfa-Wossen. In esso vede anche la motivazione per i 19 sermoni, lezioni e interviste dagli anni 2014 al 2019, che sono raccolti nel libro.

L’opuscolo “From the Nine-Eleven of Our Belief” si riferisce a una dichiarazione di Gänswein del 2018 nel volume , secondo la quale gli scandali di abuso hanno scosso la Chiesa cattolica in misura analoga agli attacchi terroristici statunitensi dell’11 settembre 2001.

Mercoledì, Gänswein si era confrontato con il “Tagespost” sul  punto di vista di Benedetto XVI sulla situazione della chiesa in Germania . Papa Benedetto ama la Chiesa del paese, ma “gran parte di ciò che ora apprende e sperimenta da lì”, lo affligge, ha detto il segretario privato di Benedetto XVI. “Soprattutto, è oppresso dall’eclissi di Dio di cui ha iniziato a parlare in anticipo e con cautela”, ha spiegato Gänswein. Il fatto che le paure di Benedetto siano state confermate non era una fonte di conforto o conforto per lui – ma  Pnine eleven GGapa Benedetto il conforto lo trova nella preghiera per la chiesa della sua terra natale. (TMG / KNA)

3 pensieri su “GEORG GANSWEIN: “STIAMO VIVENDO L’UNDICI SETTEMBRE DELLA NOSTRA FEDE”

  1. Sono momenti bui, non so da dove venga e ringrazio il Padre di avermela donata: la fede. Più che mai chiedo luce e so che verrà, impegno nella umilta’ e fiducia nelle parole del Vangelo: la chiesa non appartiene a noi, qualunque sia il ruolo, la chiesa é di Cristo e solo lui resta la via da percorre, sia pure che attorno enorme sia, secondo noi, la tempesta.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...