QUANDO SANTA TERESA GLI HA MANDATO UNA ROSA, LUI HA SCRITTO QUESTA SPLENDIDA CANZONE

web3-jacob-rudd-music-facebook

Il musicista cattolico Jacob Rudd ha chiesto al “Piccolo Fiore” di inviargli una rosa per aiutarlo nel discernimento. Ha scritto questo brano per condividere con il mondo l’intercessione della santa

Santa Teresa di Lisieux, chiamata affettuosamente il “Piccolo Fiore”, si è conquistata innumerevoli devoti per via della sua reputazione di colei che invia delle rose a quanti richiedono la sua intercessione.Il musicista cattolico Jacob Rudd, che vive nel Wisconsin (Stati Uniti), ha ricevuto una rosa da Santa Teresa e ha scritto la canzone Roses come tributo a lei e per far conoscere maggiormente la sua intercessione. Jacob era in seminario e studiava per diventare sacerdote, ma quando ha dovuto scegliere di passare dal seminario minore al seminario maggiore ha iniziato a chiedersi se Dio lo stesse davvero chiamando al sacerdozio. Ha chiesto a Santa Teresa di mandargli una rosa per aiutarlo nel suo discernimento: una rosa rossa se era chiamato alla vita matrimoniale, nessuna rosa se doveva continuare il percorso verso il sacerdozio.

 

 

Santa Teresa era una carmelitana, e visto che nella diocesi di Jacob c’era un convento carmelitano il ragazzo ha deciso di tracorrere qualche giorno in ritiro nel monastero come modo per collegarsi più strettamente alla santa. Durante quel ritiro ha divorato il libro Story of a Family, di Stephane-Joseph Piat, che descrive il matrimonio tra Louis e Zélie Martin, i genitori di Santa Teresa. Tra la lettura del libro, la novena e la passeggiata quotidiana dalla casa di ritiri al monastero, Jacob ha iniziato a cantare agli uccelli nel cielo e alla neve sugli alberi le parole del ritornello di Roses: “Effondi su di me una pioggia di rose del giardino, effondi su di me l’amore del Paradiso”.

Jacob ha terminato il suo ritiro al monastero incerto su ciò che Dio gli avrebbe chiesto, ma aperto a qualsiasi vocazione. Tornato in seminario ha incontrato i suoi amici, uno dei quali era appena ritornato da un periodo di studio in Europa. Questi ha aperto il suo breviario e ha offerto a Jacob una rosa rossa che aveva presto nella casa di Santa Teresa a Lisieux, in Francia, un fiore che non avrebbe mai dovuto cogliere per via del cartello “Per favore, non prendere i fiori dal giardino”, che lui non aveva visto. Apparentemente Dio sapeva cosa stava facendo, e Santa Teresa stava orchestrando tutto dal cielo. Visto che ormai il fiore era stato colto l’ha portato a casa.

Jacob ha preso la rosa pieno di meraviglia per quello che Dio aveva fatto. Non aveva detto a nessuno della sua preghiera e della richiesta che aveva formulato. Per rendere la storia ancora più dolce, ha incontrato la sua futura moglie il giorno dopo aver lasciato il seminario.

Jacob Rudd ora dedica la sua vita di musicista cattolico scrivendo canzoni sui santi, su Gesù, sul discepolato e sulla famiglia. Attraverso la sua musica spera di comunicare la bellezza della fede cattolica e di guidare altre persone a un incontro più profondo con Gesù e con la Chiesa. Per conoscere meglio la musica di Jacob, visitate il suo sito web, https://jacobruddmusic.com.

Se state pregando una novena a Santa Teresa per un’occasione speciale in vista della sua festa, il 1° ottobre, magari potreste volervi unire a Jacob nel canto, e chiedere alla santa di effondere su di voi rose del giardino e amore del Paradiso.

tratto da https://it.aleteia.org/2019/09/23/canzone-scritta-quando-santa-teresa-gli-ha-mandato-una-rosa/

Padre Edward Looney | Set 23, 2019

2 pensieri su “QUANDO SANTA TERESA GLI HA MANDATO UNA ROSA, LUI HA SCRITTO QUESTA SPLENDIDA CANZONE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...