DOPO DUE ANNI DI PURGATORIO , LE MONACHE BENEDETTINI RITORNANO NELLA LORO NORCIA

hero-norcia-quake-italy-nun-c2a9-alberto-pizzoli-afp

Nuns leave the center of Norcia after a 6.6 magnitude earthquake on October 30, 2016. It came four days after quakes of 5.5 and 6.1 magnitude hit the same area and nine weeks after nearly 300 people died in an August 24 quake that devastated the tourist town of Amatrice at the peak of the holiday season.
Italy’s most powerful earthquake in 36 years dealt a new blow Sunday to the country’s seismically vulnerable heart, sending terrified residents fleeing for the third time in nine weeks and flattening a revered six-century-old church. / AFP PHOTO / ALBERTO PIZZOLI

L’annuncio del vescovo. Saranno ospitate in un container adibito alla clausura, accanto al loro convento

Le monache benedettine tornano a Norcia dopo oltre due anni. Dopo il terremoto del 30 ottobre 2016 erano state costrette a lasciare il monastero e ad andare ospiti delle consorelle di Trevi.

Dal 10 febbraio, festa di santa Scolastica, prenderanno alloggio in un modulo di container adibito a monastero di clausura. La struttura è stata installata nel giardino dell’ex Santa Pace, a ridosso dello stesso convento che continua ad essere inagibile (Ansa, 18 gennaio).

Il vescovo

Ad annunciarlo il vescovo di Spoleto-Norcia, Renato Boccardo. «È un momento atteso e importante – ha detto Boccardo – Le monache stavano facendo il conto alla rovescia per tornare e finalmente saranno di nuovo nella loro terra, condivideranno con la gente la precarietà e le difficoltà della ricostruzione post sismica. Sarà una presenza ulteriore, silenziosa, discreta e soprattutto orante della Chiesa tra i terremotati».

The Church of the Madonna Addolorata in Norcia

Madre Caterina

Soddisfatta madre Caterina Corona: «Siamo contente di tornare a Norcia e poterci riorganizzare come comunità, anche se nella provvisorietà – ha dichiarato all’Agenzia Sir (19 gennaio) – siamo nate lì, e lì è la nostra vita. Torniamo per dare un segno di speranza alla gente che è molto provata, ma soprattutto per pregare per loro. È questo quello che possiamo fare».

“Ci siete mancate moltissimo”

«Questo è un momento che attendevamo da tanto tempo e sapere che voi siete qui darà serentià a tutta la nostra Comunità», ha sottolineato il Sindaco Nicola Alemanno.

«In questi due anni e mezzo – ha proseguito – il vostro supporto ci è mancato moltissimo e la vostra presenza da qui in avanti sarà quanto mai fondamentale. Ringrazio la comunità di Trevi che vi ha ospitato consentendovi di non allontanarvi troppo dal nostro territorio. Voi siete una parte fondamentale della nostra comunità» (Valnerinaoggi.it, 20 gennaio).

© Antoine Mekary / ALETEIA
© Antoine Mekary / ALETEIA

Ricostruzione in progress

Ci si aspettava di più, certo, ma la ricostruzione va a rilento e nonostante Norcia sia decisamente più avanti di altri centri devastati dal sisma come Amatrice e Accumoli ancora invasi dalla macerie, gli edifici che necessitano interventi di ricostruzione sono moltissimi ancora, incluso il Monastero delle Benedettine (Urban Post, 20 gennaio).

TRATTO DA  https://it.aleteia.org/2019/01/22/monache-benedettine-tornano-convento-norcia-dopo-terremoto/

Gelsomino Del Guercio | Gen 22, 2019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...