EDWARD PENTIN: BENEDETTO XVI SOSTIENE I SETTE VESCOVI TEDESCHI CHE SI OPPONGONO ALLA COMUNIONE AL CONIUGE PROTESTANTE.

Esperto Vaticano Pentin: Benedetto XVI. sostiene i 7 vescovi “completamente”.
Edward Pentin: la lettera è stata volutamente divulgata “dalla potente conferenza episcopale tedesca”.
Sette vescovi avevano inviato una lettera al Vaticano con domande sulla decisione che permettendo al coniuge protestante “in singoli casi” di essere ammesso all’Eucaristia cattolica in matrimoni religiosi misti. Ora, il rispettato esperto del Vaticano e della chiesa, Edward Pentin, scrive sul suo blog al New Catholic Register che l’NCR è stato informato da “fonti altamente affidabili” che Benedetto XVI ha dato il suo pieno appoggio ai sette vescovi e alla loro lettera in Vaticano.

Pentin parla nella sua analisi approfondita dello scandalo che circonda la Conferenza episcopale tedesca credendo anche che ha agito per la divulgazione della lettera dei sette vescovi al ‘Kölner Stadt Anzeiger’ ad un ‘Leak finemente sintonizzato’ . La lettera era stata fatta volutamente trapelare “dalla potente conferenza episcopale tedesca”, al momento della spedizione della lettera gli articoli erano già stati scritti. Il DBK ha “quasi tutti i media cattolici in Germania molto fermamente sotto controllo”, ha aggiunto Pentin.

Tra i sette vescovi che si sono avvicinati con una richiesta di chiarimento della decisione della Conferenza episcopale tedesca in Vaticano, vi sono l’arcivescovo di Colonia, Rainer Maria Cardinale Woelki, tre vescovi che in precedenza avevano insegnato come professori di teologia (Arcivescovo Schick / Bamberg, Vescovo Rudolf Voderholzer . / Ratisbona, monsignor Stefan Oster / Passau. Successiva hanno anche firmato: il vescovo Konrad Zdarsa / Augsburg vescovo Gregor Maria Hanke / Eichstaett Vescovo Wolfgang Ipolt / Görlitz ..

“La protesta sta guadagnando slancio” dalla lettera dei sette vescovi, Stephan-Andreas Casdorff ha commentato sul giornaleva livello nazionale “Tagesspiegel” di Berlino e ha sottolineato che “portavoce delle sette critici” “di Colonia, il cardinale Rainer Woelki è capo della più grande diocesi, la seconda diocesi più importante al mondo, la “Roma del Nord” “. Che “cinque rappresentanti della Conferenza episcopale bavarese di Marx si rivolgessero a lui” era “un affronto quasi senza precedenti. Ciò sembra che non faccia mancare il suo effetto a Roma “. A Roma è “osservato molto attentamente come governa Marx”. Marx probabilmente non si aspettava che sarebbe stato “citato a Roma”. Cassdorff: “Probabilmente il cardinale Marx ha sbagliato i calcoli.”

http://www.kath.net/news/63580passau 7 sett 16

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...