BEATA CATERINA EMMERICK: L’ ANGELO CUSTODE LE DISSE , A TAL PROPOSITO : “hai ricevuto il dono di vedere la luce irradiante dalle reliquie dei santi, per la disposizione che ti si è data in ordine alla comunità dei membri che costituiscono il corpo mistico della Chiesa”…

Sr Emmerick distingueva, dal sapore, l’acqua benedetta da quella naturale; dal suono, le campane di una chiesa da altre profane. Con il tatto discerneva pure reliquie vere da quelle false; con la vista, con lo dorato e il tatto conosceva le autentiche ossa dei santi. Sentiva inoltre sensibilmente sentisse l’influsso della benedizione sacerdotale, che distingueva perfino quella impartita da un sacerdote virtuoso, dalla benedizione ricevuto da uno e indegno .

Contemplava sottoforma di raggiera luminosa , che irraggiava e cresceva, le orazioni, le sofferenze e i meriti delle opere compiute dai membri della Chiesa.

L’Angelo custode le disse, a tal proposito: “hai ricevuto il dono di vedere la luce irradiante dalle reliquie dei santi, per la disposizione che ti si è data in ordine alla comunità dei membri che costituiscono il corpo mistico della Chiesa”.

Disse ancora la Stimmatizzata :

“Vedo la benedizione gli effetti delle cose benedette, come oggetti che santificano e salvano , come luce che diffonde luminosità. Vedo invece oscuri e tenebrosi male, la colpa e la maledizione, che causano effetti di perdizione .Dal buon Dio deriva la immensa virtù della benedizione sacerdotale; essa, quasi con potere illimitato può guarire a salvare. Ma molti ministri del signore non apprezzano questo grande potere conferito loro da Gesù”.

Nessuno, come suor Caterina, fu favorito del dono di discernere le sacre reliquie in così alto grado, ma il treno Iva questo privilegio allo stato deplorevole in cui, a quell’epoca, era la venerazione delle reliquie, e alla necessità di ripararvi.

“Questo dono di percepire il soprannaturale mediante i sensi,-scriveva il suo biografo-aveva come base preliminare la grazia del battesimo, e si fondava sul dono infuso della fede divina”.

Appena Sr Emmerick toccava le ossa di un santo, vedeva irradiare da essere uno speciale splendore, e contemplava anche l’immagine di colui al quale appartenevano ; tutto ciò in un modo misterioso, umanamente incomprensibile, ma per lei naturale. Vedeva anche lo svolgersi della vita del santo, delle sue opere, dei suoi miracoli e delle circostanze in cui essi erano avvenuti. La sua chiaroveggenza era inoltre tale, da farle comprendere dove si trovavano gli oggetti sacri.

Mediante certi vapore, che si scoprivano sopra la tomba dei camposanti, il conosceva se le anime di quei defunti fossero salve , oppure reprobe ; se appartenessero a cristiani o a Pagani.

Ella scoperse luoghi dove si ignorava che vi fossero sepolto in numerose reliquie. Su siti dove si erano distrutte casa, e la vedeva spiritualmente, come fluttuare, la ricostruzione di esse .

Vedeva anche ai vescovi, dottori, martirio anime favorite di doni soprannaturali, nel loro tempo e perfino prima dell’epoca in cui erano vissuti; vedeva come su immagini, le grazie, le apparizioni e le rivelazioni avute dagli eletti; distingueva il loro vincolo di unione, il loro prossimo vorrei moto influsso, non che le conseguenze dei loro atti fino alla più lontana distanza.

Le regioni tedesche erano ricchissimi di reliquie di Santi e Sante; tale reliquia si erano accumulate e pertanto secoli dentro diversi santuari. Per la forzosa chiusura di chiese E monasteri durante la persecuzione religiosa, innumerevoli reliquie erano andate disperse; perciò la buona gente, desiderosa di impedire che esse fossero profumate, le portavo a suor Anna affinché giudicasse della loro autenticità. Allora la veggente selezionava le reliquie sottoposte al suo esame; poi faceva seppellire le false quindi raccomandava di conservare e venerare le vere. In questo modo, il raduno circa 300 reliquie di ossa e oggetti sacri.

Tratto da : Le rivelazioni di Caterina Emmerick

Un pensiero su “BEATA CATERINA EMMERICK: L’ ANGELO CUSTODE LE DISSE , A TAL PROPOSITO : “hai ricevuto il dono di vedere la luce irradiante dalle reliquie dei santi, per la disposizione che ti si è data in ordine alla comunità dei membri che costituiscono il corpo mistico della Chiesa”…

Rispondi a G. Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...