LA DISFIDA DEI FRATELLI RATZINGER

UpkPfA5XLjgPqOfcbd1yyApq4oBJGNx3Z+oNdvOgqhk=--il_vaticanista_franco_bucarelli_con_georg_ratzinger

Le dichiarazioni del fratello sulla salute del Papa emerito

La disfida dei fratelli Ratzinger
Non è la prima volta che Georg rilascia commenti che fanno rumore. Come quando lo intervistai appena eletto pontefice o dopo la rinuncia…
Georg Ratzinger, fratello maggiore di Benedetto XVI, ne ha… combinata un’altra delle sue, mettendo in grosso imbarazzo il Papa emerito ed il Vaticano. Tanto che un’immediata nota della Segreteria di Stato lo ha smentito clamorosamente, per le sue dichiarazioni sulla salute del fratello minore. Qualche giorno fa, nella sua tranquilla casetta a Regensburg, in Luzergasse Strasse, numero 9, si è presentata una brava collega tedesca di un settimanale femminile ed ha cominciato ad intervistare il novantaquattrenne monsignor Georg.
Una cosa è certa: l’anziano prelato  sapeva di parlare ad una giornalista e si è lasciato andare a cuore aperto. Infatti, ha raccontato che Benedetto XVI è affetto da una malattia, che lo sta paralizzando progressivamente e quindi lui teme moltissimo per lo sviluppo di questa patologia; in particolare, teme che arrivi repentinamente al cuore del fratello minore e pertanto lui prega vivamente che almeno possa arrivare al  prossimo 16 aprile, data in cui Benedetto XVI  compirebbe  91 anni.
Fatti gli scongiuri di rito, questa affermazione non è risultata gradita, né all’interessato né alle gerarchie vaticane,con queste ultime  che si sono affrettate a smentire quanto dichiarato da monsignor Ratzinger
E non è la prima volta che Georg Ratzinger si lascia liberamente andare durante un colloquio con giornalisti.
Il 21 aprile del 2005, vale a dire due giorni dopo l’elezione di Benedetto XVI  a capo della Chiesa, mi precipitai a Regensburg, a casa di monsignor Georg. Fui accolto cordialmente e, tra un pasticcino e l’altro, realizzai un’intervista che fece molto scalpore. Difatti, il fratello maggiore del  nuovo Papa mi disse testualmente : “Io non sono contento che sia stato eletto: è un uomo di studio e questa nuova situazione lo porterà lontano dai suoi veri interessi. Inoltre, questo suo nuovo impegno gli costerà una fatica  che il suo fisico risentirà molto. Pazienza, capisco che non può tornare indietro, pertanto pregherò intensamente per questa sua nuova missione”.
 Quella fu la prima doccia fredda per il fratello minore diventato Pontefice, il quale giustificò quella improvvida frase con la preoccupazione del fratello, perché la sua nuova vita in Vaticano  gli avrebbe  sottratto molto della sua preziosa compagnia.
 Quello fu il primo scivolone di monsignor Georg. Quando Benedetto XVI rassegnò le dimissioni, considerato il buon rapporto che si era instaurato tra noi, telefonai all’anziano fratello in Germania. Mi disse testualmente : “Non discuto la decisione del Papa , ma non condivido la sua scelta di restare in Vaticano. Qui c’erano tantissimi conventi che lo avrebbero accolto con gioia, dove poteva serenamente continuare i suoi studi. Invece… Non solo, ma noi abbiamo una casetta a Pendling, vicino il luogo dov’è nato, e l’avevo fatta ristrutturare recentemente, ma lui ha preferito restare in Vaticano”.
Anche questa seconda esternazione di Monsignor Georg  all’epoca suscitò molti malumori  tra le sacre mura.
Ora, come detto, la terza, sulle condizioni precarie di salute del fratello e immediata smentita del Vaticano. “Speriamo  non parli più  a ruota libera”, ci  ha confidato un autorevole prelato.

Franco Bucarelli

tratto da http://www.ilgiornaleditalia.org/news/primopiano/894996/La-disfida-dei-fratelli-Ratzinger.html

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...