ANCORA UNA IMPORTANTE RICHIESTA DOPO AMORIS LAETITIA – Il Cardinale Eijk chiede al Papa di chiarire le domande sui divorziati “risposati”.

Mentre Katholisch.de, il sito ufficiale dei vescovi tedeschi, riferisce oggi che il cardinale Willem Eijk, cardinale e arcivescovo metropolita di Utrecht, ha chiesto a Papa Francesco di far luce sulla confusione riguardante la questione su come affrontare i “risposati” divorziati nella Chiesa, in un’intervista pubblicata oggi sul giornale olandese Trouw  al Cardinal Eijk (64) si legge: “Le persone sono confuse e questo non va bene”.

Il cardinale Eijk fa riferimento qui all’ambiguo insegnamento derivante dal documento del papa Amoris Laetitia . Come dice Katholisch.de:

Francesco chiede l’idea di rendere possibile, nei singoli casi, che i divorziati risposati abbiano accesso ai Sacramenti – dopo un attento esame pastorale, e anche se il precedente matrimonio canonico esiste ancora.

Il cardinale Eijk ora propone che il papa scriva un documento aggiuntivo in cui i dubbi dovrebbero essere rimossi. Lo stesso Eijk sostiene una interpretazione più rigorosa della legge canonica a questo riguardo. A suo avviso, ai cattolici non può essere permesso di risposarsi se il loro divorzio non è stato presentato al tribunale del matrimonio della Chiesa. Altrimenti, secondo Eijk, queste coppie potrebbero non avere accesso alla Santa Comunione. Come dice lui, secondo una traduzione di Mark de Vries:

“Abbiamo le parole di Cristo stesso, che il matrimonio è uno e non può essere rotto. Questo è ciò che manteniamo nell’arcidiocesi. Quando un tribunale ecclesiastico ha dichiarato nullo un matrimonio, è ufficialmente confermato che non c’è mai stato un matrimonio. Solo allora, si è liberi di sposarsi e si ricevono i sacramenti della Confessione e della Comunione. “

Come riferisce Katholisch.de, il cardinale Eijk critica anche il dibattito su questo argomento all’interno della Chiesa cattolica: una conferenza episcopale stabilisce regole diverse da un’altra. Dice: “Ma ciò che è vero in un posto non può essere improvvisamente falso in un altro luogo”.

La dichiarazione del cardinale Eijk ha un peso considerevole in quanto è un esperto rispettato in questioni di teologia morale. Inoltre, non è un prelato in pensione e quindi si assume molto più rischio nel prendere una simile posizione. Era, nel 2015, tra i firmatari della Lettera dei tredici cardinali a Papa Francesco che chiedeva un procedimento equo durante quel secondo Sinodo dei vescovi sul matrimonio e la famiglia.

Inoltre, poco prima del Sinodo della seconda famiglia del 2015, il cardinale Eijk è stato tra gli undici cardinali che hanno pubblicato un libro  in difesa dell’insegnamento cattolico tradizionale sul matrimonio, che è stato intitolato  Eleven Cardinal on the Marriage and the Family: Saggi dal punto di vista pastorale. In quel libro, il cardinale John Onaiyekan (Nigeria) aveva avuto le seguenti parole da dire che ora suonano con un tono penetrante:

Il sinodo [sulla famiglia] non è stato chiamato per decidere se le coppie divorziate e risposate possono ricevere la Santa Comunione. Questo non è certamente lo scopo del sinodo. Né il sinodo è stato chiamato a discutere la questione dell’omosessualità e se due uomini cattolici o due donne cattoliche possono o no presentarsi all’altare per il matrimonio. […] Queste sono questioni che sono già chiare nelle nostre dottrine. I sinodi non sono chiamati a cambiare le dottrine o gli insegnamenti della Chiesa. [enfasi aggiunta]

Maike Hickson, OnePeterFiveEJCK, 26 gennaio 2018

Un pensiero su “ANCORA UNA IMPORTANTE RICHIESTA DOPO AMORIS LAETITIA – Il Cardinale Eijk chiede al Papa di chiarire le domande sui divorziati “risposati”.

  1. Un Matrimonio poi anche diventare una croce…..ma la croce nessuno la può togliere, è meglio portarla anche se rimani sola o solo….tutti abbiamo una croce da portare, ….Gesù l’Ha portato per la nostra salvezza…..più chiaro di cosi !!!!……buona notte.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...