Card. Sarah: “QUELLO DI CUI LA CHIESA HA BISOGNO NON E’ UNA RIFORMA AMMINISTRATIVA, MA VANGELO E TRADIZIONE” ha sostenuto il cardinale durante una conferenza tenutasi il 10 maggio a Cordoba, in occasione della festa di San Giovanni de Ávila, patrono del clero secolare in Spagna.

Il cardinale ha incentrato il suo discorso sulla importanza del silenzio durante la liturgia . “In effetti, il primo linguaggio di Dio è il silenzio; Egli deve imparare ad essere silenziosi e a trovare riposo in Dio , ” ha detto. E ,secondo il relatore,  il tempo presente è un buon tempo per trovare il vero ordine delle nostre priorità: ” E ‘tempo di mettere Dio al centro delle nostre preoccupazioni, dei nostri pensieri, delle nostre azioni e della nostra vita . Così la nostra vita cristiana può essere basata sulla luce della fede e potrà alimentarsi nella preghiera “.

Poi ha proseguito rivolgendosi ai sacerdoti spiegando che ” ciò di cui la Chiesa ha più bisogno oggi non è una riforma amministrativa o un cambiamento strutturale o una logistica o una strategia di comunicazione o un programma supplementare. Il programma esiste ed è sempre lo stesso, il Vangelo e la tradizione viva “ .”Credo che siamo vittime di superficialità,  di egoismo e della mondanità che si diffonde attraverso la società dei media ; Così ho invitato i cristiani e gli uomini al silenzio, perché senza il silenzio, noi rimaniamo in un’illusione mortale. Il silenzio è più importante di qualsiasi altra opera umana, perché  nel silenzio Dio parla , “ha detto.

D’ altra parte, ha parlato del posto che deve avere il silenzio nella liturgia . “Questa è una delle principali preoccupazioni di oggi come il sacro silenzio è dove si trova Dio ed è importante che i sacerdoti imparino di nuovo quello che è il timore filiale di Dio e la sacralità del loro rapporto con Lui “ha detto. Ha continuato affermando che “i sacerdoti devono imparare di nuovo a tremare con stupore per la santità di Dio ed ad essere consapevoli della straordinaria grazia del suo sacerdozio.” A questo proposito, ha anche ricordato che già il Concilio Vaticano II ha sottolineato che il silenzio è un mezzo privilegiato per promuovere la partecipazione del popolo di Dio nella liturgia . Ha concluso il suo discorso  esortando i sacerdoti a incoraggiare il silenzio “perché nella liturgia, il sacro silenzio è un bene prezioso per i fedeli e i preti non li devono  privare di questo tesoro.” e in silenzio davanti a Dio .”ricordando le parole di San Giovanni de Ávila, ha sottolineato che “chi prega deve restare raccolto,  concentrato davanti a Dio”

http://infocatolica.com/?t=noticia&cod=29343

sarahhh

 

Annunci

Un pensiero su “Card. Sarah: “QUELLO DI CUI LA CHIESA HA BISOGNO NON E’ UNA RIFORMA AMMINISTRATIVA, MA VANGELO E TRADIZIONE” ha sostenuto il cardinale durante una conferenza tenutasi il 10 maggio a Cordoba, in occasione della festa di San Giovanni de Ávila, patrono del clero secolare in Spagna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...