BENEDETTO XVI SI DIFENDE DAL FREDDO CON IL CAPPELLO DEL PAPA BUONO

download

CITTA’ DEL VATICANO, mercoledì, 21 dicembre 2005 (ZENIT.org).- Quando Benedetto XVI è arrivato all’Udienza generale di questo mercoledì in jeep, i quindicimila pellegrini presenti hanno applaudito entusiasti vedendolo con quello che sembrava il cappello di Babbo Natale.

Gli applausi hanno divertito lo stesso Papa. La maggior parte dei presenti non sapeva, tuttavia, che in realtà non si trattava di un cappello natalizio, ma di un “camauro”, un copricapo di velluto rosso bordato di ermellino bianco, che protegge anche le orecchie e che i Papi utilizzavano in passato per difendersi dal freddo.

Ancora una volta, a causa della gran quantità dei pellegrini affluiti, il Papa non ha celebrato l’Udienza nell’Aula Paolo VI del Vaticano ma all’aria aperta.

La foggia del “camauro” si fa risalire al periodo medioevale e rinascimentale. Era quasi caduto in disuso prima che il beato Giovanni XXIII, il Papa Buono, lo recuperasse. Benedetto XVI lo ha tolto prima dell’Udienza.

Zenit.it

Il camauro è un copricapo  extraliturgico realizzato in velluto rosso e bordato di ermellino bianco o di piume di cigno  utilizzato dai pontefici della Chiesa Cattolica

Il nome camauro è la traduzione moderna del latino camelaucum, a sua volta evoluzione dal greco kamelaùchion che significa berretto in pelo di cammello , evidentemente riferito al primo materiale con cui era prodotto. In latino medioevale si chiamava CAMAURU(M). Il plurale è camàuri.

Il camauro era usato dai papi  in occasione delle uscite invernali poiché, a differenza dello zucchetto  questo cappello protegge la testa e le orecchie dal freddo; durante la settimana in albis  il camauro era di color bianco.

Il camauro fu indossato dai papi dal XII secolo fino al Settecento, per poi essere ripreso da leone XIII e successivamente da Giovanni XXIII che convocò il sarto Gammarelli commissionandogli il pregiato copricapo[1].

Dopo più di quarant’anni di abbandono il camauro è stato utilizzato da Benedetto XVI  nel corso di due udienze generali del 21 e 28 dicembre 2005 creando un certo scalpore. A questo proposito, rispondendo alla domanda se ciò volesse indicare il ritorno a forme tradizionali, Benedetto XVI rispose: «L’ho indossato una sola volta. Avevo semplicemente molto freddo e la testa è per me un punto molto sensibile. E mi sono detto: “Visto che c’è, mettiamo questo camauro”. Ma è stato veramente solo il tentativo di difendermi dal freddo. Da allora non l’ho più indossato. Perché non nascessero inutili interpretazioni»[2].

Esisteva anche una versione estiva di raso rosso del camauro, ma non è stata più usata dai tempi del Rinascimento.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...