SIMBOLOGIA PAPALE: L’ANELLO DEL PESCATORE

Fra le più antiche tradizioni legate all’elezione papale, merita un cenno particolare “L’Anello del Pescatore”, che probabilmente risale al periodo compreso fra gli anni 1100/1200. Tale simbolo è tornato alla ribalta internazionale il giorno 24 aprile 2005 indossato da Sua Santità Benedetto XVI durante la cerimonia di insediamento. “L’Anello del Pescatore” o piscatorio (lat.: Anulus piscatoris) fa parte ufficialmente delle insegne del papa, che la Chiesa cattolica identifica come il successore di San Pietro, il cui mestiere era quello di pescatore. L’anello de internazionalel pescatore è un sigillo utilizzato fino al 1842 per sigillare ogni documento ufficiale redatto dal papa, o da lui controfirmato. L’anello, che viene fabbricato in oro per ciascun nuovo pontefice, riporta un bassorilievo di San Pietro che pesca da una barca. Lungo il bordo dell’immagine viene incisa l’iscrizione con il nome del pontefice.
Durante il rito dell’incoronazione il cardinale camerlengo lo infila al dito della mano destra del nuovo papa. Alla morte del papa, l’anello del pescatore viene distrutto dal cardinale camerlengo alla presenza degli altri cardinali, utilizzando un martelletto d’argento. L’azione, che una volta era intesa a prevenire l’uso del sigillo per retrodatare degli atti, oggi ha il significato di sottolineare che nel periodo di sede vacante nessuno assume le prerogative proprie del Sommo Pontefice. Una lettera scritta da papa Clemente IV al nipote Pietro Grossi nel 1256 fa per prima menzione dell’anello del pescatore, utilizzato per sigillare tutta la corrispondenza privata, per mezzo della pressione dell’anello sulla ceralacca riscaldata e fusa sulla carta. Gli atti pubblici, invece, recavano un sigillo in piombo fuso sul documento stesso. Tali documenti prendevano il nome di bolla papale, dalla bolla di piombo che vi veniva apposta. L’utilizzo dell’anello del pescatore cambiò durante il XV secolo, quando se ne conosce l’uso per il sigillo apposto sui documenti detti brevi. Tale pratica cessò nel 1842, quando la cera con il nastrino in seta impressa con l’anello del pescatore cedette il posto ad un timbro con inchiostro rosso.

La tradizione dell’anello deriva sicuramente dai monarchi medievali, ai quali i sudditi mostravano rispetto e deferenza con il bacio dell’anello.
Attraverso i secoli, l’anello del pescatore ha comunque avuto un rispetto che supera ben oltre qualsiasi traccia che può essere derivata del simbolismo feudale e la tradizione continua anche al giorno d’oggi.

L’anello, che costituisce il sigillo del Pontificato di Papa Benedetto XVI, è stato realizzato con trentacinque grammi di oro e racchiude simboli storico-artistici, architettonici e iconografici legati alla Cristianità.
L’ovale sul quale è dispiegata la narrazione dell’Apostolo, riprende la forma della piazza di San Pietro, attuale casa del Pontefice. La stessa forma è ribadita nella struttura sottostante realizzata a foggia di baccelli ispirata al colonnato berniniano.
Due pesci stilizzati in un corposo modellato plastico costituiscono il gambo. L’Anello del Pescatore rappresenta non solo un prezioso scrigno di simboli ma anche il manifesto programmatico della Cultura Orafa Romana che lega il grande passato al presente, rivalutandone i nobili contenuti.
Ancora una volta l’artigianato artistico romano ha saputo dare volto a uno degli eventi più emblematici della storia contemporanea.
Ritornando al passato, l’anello del Papa avrà lo stesso simbolo del sigillo:  San Pietro il Pescatore.
I due oggetti, anello e sigillo, resteranno tuttavia separati in quanto il secondo è più voluminoso. “Mi piace la misura 24, è il doppio di 12″, il numero degli apostoli, ha detto Benedetto XVI alla prova dell’”anello del pescatore”.
di Claudio Modesti  4 Marzo 2016anello_del_pescatore_ratzinger_n

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...